Pubblicato in: News

Panettone sospeso: a Milano la beneficenza si fa in pasticceria. I negozi aderenti

Redazione 2 mesi fa
panettone-sospeso-milano-min
Foto di Pasticceria Martesana

Dal 26 novembre al 19 dicembre 2022 torna a Milano l’iniziativa del “panettone sospeso”, un gesto di beneficenza dedicato a coloro che non hanno le possibilità economiche di comprarne uno. Nata nel 2019, l’iniziativa ha raccolto in tre anni oltre seimila i panettoni distribuiti ogni Vigilia di Natale a enti e associazioni che operano sul territorio per aiutare chi è in difficoltà.

Destinatari della campagna 2022 saranno la Casa dell’Accoglienza Enzo Jannacci, che l’Associazione sostiene sin dalla prima edizione del 2019, e i Custodi Sociali del Comune di Milano (attivi in tutti i nove municipi); a questi si aggiungono tre novitàRicetta QuBì, il programma che ha l’obiettivo di contrastare la povertà infantile a Milano, Progetto Arca Onlus, che ogni giorno offre assistenza in strada, pasti caldi, cure mediche e accoglienza a migliaia di persone povere, e i City Angels, associazione di volontariato fondata nel 1994 a Milano da Mario Furlan che aiuta i senzatetto e contrasta il crimine.

Quest’anno anche chi non vive a Milano potrà sostenere l’Associazione “a distanza” mediante una donazione sul sito panettonesospeso.org: il denaro raccolto verrà poi “trasformato” in panettoni.

Panettone sospeso: come partecipare

L’iniziativa, patrocinata dal Comune di Milano, si ispira alla tradizione napoletana del “caffè sospeso”: come a Napoli il caffè è un simbolo, così il panettone lo è per Milano. Fino al 19 dicembre nelle 14 pasticcerie associate chiunque potrà acquistare un panettone e lasciarlo “già pagato” in attesa di essere donato a chi è meno fortunato. Per ogni panettone lasciato “in sospeso”, le pasticcerie ne aggiungeranno un altro, raddoppiando così la donazione effettiva.

“Abbiamo scelto di anticipare di dieci giorni l’avvio dell’iniziativa, – spiegano Gloria Ceresa e Stefano Citterio, ideatori e fondatori dell’Associazione Panettone Sospeso – che tradizionalmente facevamo partire a Sant’Ambrogio, per aumentare il periodo di raccolta dei panettoni che sarà di tre settimane. Numerose famiglie, ma anche tante persone sole, vivranno un Natale ancora più difficile per tutte le problematiche legate all’aumento del costo della vita e al caro energia. Speriamo che la proverbiale generosità dei milanesi non si smentisca così da riuscire a scaldare il cuore di queste persone donando loro una carezza che le faccia sentire meno sole”.

Le pasticcerie di Milano che aderiscono all’iniziativa

La terza edizione dell’iniziativa solidale promossa dall’Associazione no profit Panettone Sospeso, che si prefigge di raccogliere e donare panettoni a persone in stato di indigenza nella città di Milano, vede la partecipazione di 14 pasticcerie, identificate da un’apposita vetrofania.

Questi gli indirizzi di  tutte le pasticcerie aderenti:

  • Alvin’s (via Melchiorre Gioia, 141)
  • Baunilla (piazza Alvar Aalto, corso Garibaldi 55, via Broletto 55)
  • Cake l’Hub – I Dolci del Paradiso (via Luigi Mengoni, 3)
  • Davide Longoni (via Gerolamo Tiraboschi 19, via Fratelli Bronzetti 2, via Tertulliano 68, Mercato del Suffragio – piazza Santa Maria del Suffragio, Mercato Centrale, Contrada Govinda via Valpetrosa 5)
  • Gelsomina (via Carlo Tenca, 5 e via Fiamma, 2)
  • Giacomo Pasticceria (via Pasquale Sottocorno, 5)
  • Marlà (corso Lodi, 15)
  • Martesana (via Card. G. Cagliero 14, piazza Sant’Agostino 7 e via Paolo Sarpi 62)
  • Massimo 1970 (via Giuseppe Ripamonti, 5)
  • Panettone Cracco Pasticceria (Galleria Vittorio Emanuele II)
  • Polenghi Angelo (Via Alfonso Lamarmora, 31)
  • Ungaro (via Ronchi, 39)
  • San Gregorio (via San Gregorio 1)
  • Vergani (corso di Porta Romana 51 e via Mercadante, 17)