Pubblicato in: Food

Tacos, roll australiani, poke: i nuovi ristoranti aperti a Milano

Oriana DaviniOriana Davini 2 settimane fa
Tacos BM

Tenere il conto dei nuovi ristoranti che aprono a Milano è impresa ardua: il turn over è altissimo, tra nomi illustri che scelgono di tentare al sorte all’ombra delle guglie del Duomo, catene che mettono piede in città per la prima volta o si ampliano e locali indipendenti in cerca di notorietà.

Troppo difficile? Allora lo facciamo noi per voi.

Vi segnaliamo i nuovi ristoranti in arrivo, o appena aperti, in città: fateci sapere se li avete provati e cosa ne pensate. O segnalatecene di nuovi.

Tacos BM, la taqueria di Besame Mucho

Tacos BM

Ha appena aperto Tacos BM, la taquerìa del ristorante messicano Besame Mucho. In menù un’ampia scelta di tacos e street food, riconosciuto nel 2010 Patrimonio immateriale dell’umanità Unesco: taco al pastor, taco di suadero, taco vegetariano, taco carnitas, churros, accompagnati da birre, cocktail e sode analcoliche.

Come nella migliore tradizione messicana, anche Taco BM si affaccia su una piazza – quella Alvar Aalto, accanto al Besame Mucho – con un dehors. Ogni mese uno chef di fama internazionale presenterà il proprio taco, che rimarrà in menù nelle settimane successive. Se ci andate ora, trovate il taco di Cesare Battisti, chef del Ratanà, con capretto, salsa allo yogurt e peperoni, lattura e ‘nduja in polvere.

Tacos BM è aperto tutti i giorni dalle 12 alle 24.

Wonton, nuovo locale della Ravioleria Sarpi

Wonton Milano

Dietro Wonton, nuova apertura in via Panfilo Castaldi 21, c’è sempre Agie Zhou, patron della celebre Ravioleria Sarpi e di Baozi in via Sarpi, oltre che di Le Nove Scodelle in via Monza.

In menù ci sono quattro antipasti, pasta fresca come wonton, spaghetti e ravioli, Su prenotazione, qui si può mangiare l’anatra alla Pechinese (per due persone almeno).

Tigelle e gnocco fritto no limits da Tigellabella

Tigellabella Milano

Gnocco fritto e tigelle, accompagnate da salumi, formaggi e verdure: ha aperto a Milano Tigellabella, format specializzato nelle tipicità piacentine.

La trovate in via Cadore 31 dove ogni giovedì va in scena la No Limits Dinner: taglieri illimitati di tigelle, gnocco fritto e taglieri a 20 euro a persona.

Il nuovo Ambaradan dedicato alla cucina regionale

Ha già all’attivo una pizzeria e un locale di pesce, ora triplica: apre in viale Bligny 25 il nuovo locale Ambaradan, il primo di diversi ristoranti dedicati alla cucina regionale.

Si parte con la Sicilia e le sue eccellenze gastronomiche: granita catanese, brioche siciliane col tuppo, arancini, cipolline, cartocciata, bomba e panino con il cavallo.

Il locale è aperto dalle 11 alle 21, chiuso la domenica.

Bioesserì raddoppia in Porta Nuova

Bioesserì Milano
Spaghetti ai tre pomodori

Si trova in via Amerigo Vespucci 11, zona Porta Nuova, il secondo ristorante milanese Bioesserì, il terzo in generale se si considera anche quello di Palermo.

Aperto dalla colazione alla cena, il nuovo locale offre anche la novità di un bio cocktail bar, con proposte di mixologist dall’aperitivo all’after dinner. La cucina è affidata ancora a Federico Della Vecchia, con menù di piatti ispirati ai sapori del Mediterraneo, come gli spaghetti ai tre pomodori e il risotto alla milanese con ossobuco, e poi la pizza, realizzata con farine macinate a pietra e lievitate per 72 ore.

Bioesserì è aperto tutti  i giorni dalle 10 a mezzanotte.

I roll australiani di NinaRoll

NinaRoll Milano

Si trova in via Fara 6 NinaRoll, nuovo locale che porta a Milano la versione australiana dei tradizionali roll giapponesi. 

Fondato dalle gemelle Sandra e Paola Venco, insieme alle chef Libera Massa e Barbara Panetti, i NinaRoll sono a base di riso giapponese, pesce fresco e verdure. In menù ci sono i grigliati con salsa teriyaki e spezie, i nori avvolti in alga Gold, i tempura, i riso fuori e i carta di riso,  con pesce, verdure, menta e coriandolo.

Il poke di Brera House

Brera House

Quinta insegna del format Poke House, Brera House è in via Broletto 41. Con 30 posti a sedere e un arredamento che rende omaggio all’iconico quartiere milanese, il nuovo indirizzo oltre ai classici pokè e alle salse fatte in casa, conta in menù anche una novità: lo spring roll salmone, avocado, feta, cavolo rosso e shiso avvolti in un foglio di riso e accompagnati da salsa al sesamo.

Mi View Restaurant nella torre di via Achille Papa

MiView

Si trova al 20° piano della Torre World Join Center di viale Achille Papa 30, con una vista che spazia dalle Tre Torri di CityLife a Casa Milan: è Mi View Restaurant, nuova creatura di Antonio Intiglietta, patron di Artigiano in Fiera e Artimondo.

Nato con l’obiettivo di essere il primo ristorante di alta cucina dove scoprire una pletora di produttori enogastronomici, molti dei quali di nicchia, da Mi View si potranno conoscere e assaggiare le realtà selezionate direttamente a tavola, attraverso il menù dettagliato, le spiegazioni del personale di sala e il QR Code posto sul menù, dove scoprire descrizioni, foto e video degli artigiani partner.

Sulla terrazza, a disposizione dei clienti, si trova il cannocchiale dell’azienda Vellardi per spingere lo sguardo dalle Alpi all’Appennino. Per ogni scontrino, un euro sarà devoluto all’Associazione Pro Terra Sancta, dove membri della comunità cristiana e silamica lavorano insieme a favore dei bambini orfani siriani.

La tradizione pavese al Miccone

Il Miccone Milano

Ha aperto in via del Torchio 1 il Ristorante Miccone, nuova apertura il cui nome riassume il menù. Miccone è infatti la lunga fetta di pane piegata e farcita nei modi più vari, tipica del territorio pavese.

Coppa al Bonarda, salame di Varzi, confettura di zucca bertagnina di Dorno, cipolle di Breme, i vini dell’Oltrepo, le birre artigianali del birrificio Stuvenagh: se questa sfilata di bontà vi interessa, il Miccone è aperto tutti i giorni dalle 8 alle 24.

Forse sei interessato a: