Pubblicato in: Mostre

Cinque mostre da vedere a Milano dal 19 al 25 gennaio

mostre milano gennaio 2017

mostre milano gennaio 2017

Forse l’avrete visto già o forse ne avrete sentito parlare: fatto sta che Milano in questo 2017 si preannuncia essere una delle città dedicate all’arte per eccellenza. Vedremo Caravaggio, Kandinskij e tanto altro tra qualche mese, ma nel frattempo su quali mostre posare gli occhi e l’attenzione? Come ogni settimana, ecco le 5 de #lospiegonemostre.

Mostre alla Triennale

Se avete sempre desiderato andare a New York o ci siete stati e ci avete lasciato il cuore, beh, potrete viverla anche a Milano. Dove? Alla Triennale che dedica a Francesco Somaini, scultore lombardo, morto nel 2005 una mostra visitabile gratuitamente e che riguarda il periodo che lui visse nella città americana. Si intitola  Francesco Somaini Uno scultore per la città New York 1967 – 1976, curata da Enrico Crispolti e Luisa Somaini ed è possibile vederla fino al 5 febbraio. La mostra si concentra su una serie di opere comprese tra il 1967 e il 1976 dell’artista che è stato protagonista di due movimenti come il concretismo e l’informale europeo.

16 sculture, 15 disegni e 14 fotomontaggi, patrimonio dell’Archivio Somaini e di collezioni private, esplorano il legame tra arte e architettura sullo sfondo della metropoli moderna dove, ai tempi di Somaini, lo scultore potà incontrare personaggi del calibro di Philip Johnson e della famiglia Rockfeller.

Francesco Somaini Uno scultore per la città New York 1967 – 1976
13 gennaio – 5 febbraio 2017
Triennale di Milano
Per ulteriori informazioni: www.triennale.org

Mostre alla Casa della Memoria

Alla Giornata della Memoria il Comune di Milano dedica numerosi eventi, sia nei giorni precedenti il 27 gennaio che in quelli successivi, ma questa mostra vale sicuramente la pena vederla anche in questo weekend. Anche perché si conclude giovedì 26 gennaio. Parliamo di Different Wars che coinvolgerà non solo gli appassionati di storia, ma tutti coloro che quella storia, con date, nomi e fatti, l’hanno dovuta studiare su libri che magari non amavano.

In questo caso, protagonista è la Seconda Guerra Mondiale, che viene inserita in un percorso di racconto attraverso i libri di scuole tedesche, ceche, italiane, lituane, polacche e russe. Un modo per vedere come gli stessi tragici avvenimenti sono stati trattati differentemente nei vari Paesi e per riflettere sui diversi modi di insegnarli. La mostra è a ingresso libero.

Different Wars
10-26 gennaio 2017
Casa della Memoria
Per ulteriori informazioni: www.casadellamemoria.it/

Mostre all’Unicredit Pavilion

Si intitola Look at me! Da Nadar a Gursky: i ritratti della collezione d’arte UniCredit la mostra che potrete vedere all’Unicredit Pavilion  fino al 29 gennaio. Una raccolta di alcune delle più rappresentative opere custodite nelle collezioni d’arte Unicredit in Italia, Austria e Germania. Per questa espsozione, la scelta è stata quella di concentrarsi sulle persone: sui loro sguardi e sul rapporto con la società.

E da qui parte  una carrellata di immagini, dai ritratti in seppia e bianco e nero dell’Ottocento alle prove in studio degli anni ‘20, alla foto come messa in scena, ai ritratti d’artista e ai volti degli anonimi. Per un totale di 170 opere che vi lasceranno anche di stucco con ritratti di personaggi come Emile Zola, Charles Baudelaire e Alexandre Dumas a firma di Etienne Carjat; il trio che non ti aspetteresti, Andy Warhol insieme a Monica Vitti e Dacia Maraini negli anni 70 davanti alle celebri zuppe Campbell’s. De Chirico in gondola.

E poi nudi femminili degli anni 30, istantanee di folla anonima dei giorni nostri e scene di interni dai colori nettissimi ricomposte in veri e propri set. In carrellata lavori di artisti come Nadar, Man Ray, Bellocq, Richter, Arbus, Cartier-Bresson e Ghirri.

Look at me! Da Nadar a Gursky: i ritratti della collezione d’arte Unicredit
Unicredit Pavilion – Piazza Gae Aulenti
20 dicembre 2016 – 29 gennaio 2017
Per ulteriori informazioni: www.unicreditpavilion.it

Mostre al Wow- Spazio Fumetto

Chi di voi, almeno una volta nella vita, non si è immedesimato in Paperino? Siamo sicuri che non sarete in pochi e se avete voglia di rivivere quegli anni in cui nutrivate la vostra fantasia con i fumetti Disney, o magari di vivere un pomeriggio diverso con figli e/o nipoti, non potete mancare alla mostra Quattro volte Paperino. Mostra, per altro, realizzata collaborazione con la redazione del settimanale Topolino e aperta fino al 29 gennaio del 2017.

Ma perché quattro volte? Perché lo sfortunato ma anche simpaticissimo Paperino è un personaggio dai tanti volti: oltre al classico papero collerico, pigro ma generoso, è anche il volto di Paperinik, di PK e dell’agente segreto DoubleDuck. La mostra è anche l’occasione per conoscere da vicino la sua storia. Sapevate che Paperino ha…82 anni? FEce infatti la sua prima apparizione nel 1934 nel cortometraggio d’animazione The Wise Little Hen, ma era molto diverso da come lo vediamo oggi, con il becco lungo e le mani che sembravano le ali di una papera. Allo Spazio Fumetto troverete giornali d’epoca, filmati, tavole originali e tanto oltre che vi aiuteranno a riscoprire questo personaggio indimenticabile.

Quattro volte Paperino
19 novembre 2016 – 29 gennaio 2017
Wow Spazio Fumetto
Per ulteriori informazioni: www.museowow.it/

Mostre alla Mondadori Store

Se avete sempre amato il Duca Bianco, non potete perdervi la mostra a lui dedicata “David Bowie the real face” allo Spazio Eventi della Mondadori in Piazza Duomo, terzo piano per intenderci. Fino al 5 febbraio, avrete la possibilità di ammirare il calco originale di Bowie, realizzato nel 1975, durante le riprese di The man who fell to Earth, un film in cui Bowie indossò varie maschere e il calco servì appunto per prepararle della misura giusta. La mostra sarà visibile, dalle 9 alle 23 per poi approdare al Teatro Ariston di Sanremo.

David Bowie The Real Face
Mondadori Store – piazza Duomo (terzo piano)
10 gennaio – 5 febbraio 2017

Etichette:

Forse sei interessato a: