Pubblicato in: Mostre

Moda di Carta: la mostra del Fai a Villa Necchi Campiglio con gli abiti di carta

Oriana DaviniOriana Davini 2 anni fa
Moda di carta Fai Villa Necchi Campiglio

Moda di carta Fai Villa Necchi Campiglio

[Aggiornamento del 22 dicembre]

La mostra del FAI ‘Moda di Carta’ è stata prorogata fino all’8 gennaio 2017.

————————————————————————————–

Oltre trenta abiti realizzati interamente in carta dall’artista e stilista belga Isabelle de Borchgrave: è ‘Moda di Carta‘, la mostra organizzata dai FAI – Fondo Ambiente Italiano a Villa Necchi Campiglio.

Le stanze della villa progettate da Piero Portaluppi, già di per sè suggestive, prendono vita grazie all’esposizione curata da Angelica Guicciardini, creando un itinerario di visita inedito in una delle eccellenze dell’architettura e del design della Milano anni Trenta. 

Gli abiti creati da Isabelle de Borchgrave sono vere e proprie opere d’arte, che richiamano i modelli in voga tra la fine dell’Ottocento e la metà del Novecento: dai tailleur di Dior ai kimono giapponesi, dagli abiti da sera di Lanvin e Poiret ai vestiti da giorno di Chanel.

Si parte sempre da un foglio di carta – spiega l’artista – ma poi la pittura, le mani, l’acqua, la straordinaria padronanza e la fantasia nell’uso dei materiali riescono a produrre effetti di velluto e seta, spessori e morbidezze alla vista e al tatto, lucentezze d’oro e di perle e impalpabili preziosi merletti che ricordano la perfezione dei maestri fiamminghi“.

In mostra ci saranno anche riproduzioni di abiti icona che hanno segnato la storia della moda: dalla fitta plissettatura dell’abito Delphos, disegnato da Mariano Fortuny ispirandosi alle tuniche delle sculture greche, al tailleur Bar, modello manifesto della collezione New Look del 1947 di Christian Dior, che cambiato le regole dell’estetica grazie alla giacchina in shantung e alla gonna plissettata e svasata che regala un incedere flessuoso e inedito.

Una parte dell’esposizione, allestita nel sottotetto, è dedicata alla riproduzione del laboratorio dove gli abiti hanno preso forma, per svelare trucchi, materiali e tecniche di lavorazione.

In accompagnamento alla mostra ci sarà un catalogo edito da Skira, realizzato con il sostegno di Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte e impreziosito da un progetto fotografico che include quindici scatti realizzati da Guido Taroni per il FAI.

Moda di Carta

Dal 20 ottobre all’8 gennaio 2017

Villa Necchi Campiglio

Orari: da mercoledì a domenica dalle 10 alle 18

Biglietti: ingresso con visita alla Villa 12 euro, iscritti FAI 4 euro, bambini 4-14 anni 4 euro, studenti universitari 5 euro

Etichette:

Forse sei interessato a: