Pubblicato in: News

Coronavirus, in arrivo nelle farmacie 10 milioni di mascherine

RedazioneRedazione 4 settimane fa
donna-mascherina

Non perderti i nostri articoli!

Ogni giovedì avrete le news più aggiornate, insieme a idee e iniziative per vivere con serenità la quarantena.

Aggiungiti agli altri 16.000 della community!

 

 

Il governo aveva anticipato le misure di contenimento dei prezzi delle mascherine già nella conferenza stampa del 26 aprile. Il prezzo delle mascherine sarà di 50 centesimi più IVA. Il prezzo è inteso per le mascherine chirurgiche.

A Milano saranno disponibili, oltre che nelle farmacie, anche nei supermercati delle catene Conad, Carrefour e Coop.
Esselunga
ha scelto invece di regalare mascherine monouso a chi ne fosse sprovvisto all’ingresso del supermercato.

Dal 4 maggio le mascherine saranno disponibili a prezzi calmierati in oltre 20mila esercizi commerciali e 30mila farmacie e parafarmacie.

Accordo tra Domenico Arcuri e Federfarma sulla distribuzione

Introvabili già da lunedì, il governo ha raggiunto un accordo con i farmacisti per la distribuzione sul mercato di altre 10 milioni di mascherine.
In base al patto con Federfarma, le mascherine saranno acquistate dalle farmacie dai fornitori a 40 centesimi, portando un guadagno netto di 10 centesimi a mascherina.

In cantiere anche una norma sulla fornitura di dispositivi sanitari alle fasce di popolazione che non possono permettersi le mascherine.
Nel corso di maggio sarà operativa una manovra per la distribuzione gratuita alle persone in difficoltà economica.

Mascherine presto in vendita anche nei tabaccai

In una nota, Confocommercio fa sapere che sono previsti accordi tra il Commissario per l’emergenza Domenico Arcuri e la Federazione nazionale dei tabaccai, aggiungendo altri 50mila punti vendita su tutto il territorio nazionale.

Questo porterà a 100mila i negozi autorizzati alla vendita di mascherine.

L’iniziativa è nata per far fronte alla penuria dei dispositivi di protezione, diffusa in molte regioni italiane, soprattutto la Lombardia, fin dall’inizio della quarantena.