Pubblicato in: News Trasporti

L’aeroporto di Linate chiuderà per tre mesi nel 2019: ecco cosa accadrà ai voli in programma

Alessio CappuccioAlessio Cappuccio 3 settimane fa
linate chiusura 2019
Foto: PxHere

Cattive notizie per i viaggiatori abituali: l’aeroporto di Linate chiuderà infatti per tre mesi esatti nel 2019, e peraltro in un periodo di punta per il traffico aereo, quello estivo.

A causare lo stop dell’hub sito in prossimità del Parco Forlanini è l’operazione di rifacimento della pista, consistente in 2442 metri di superficie, un intervento che fa parte del piano complessivo di restyling di quello che è considerato il vero aeroporto cittadino di Milano, per quanto di ridotte dimensioni.

La chiusura di Linate, prevista dal 27 luglio al 27 ottobre 2019, provocherà ovviamente disagi sia per i passeggeri che per i lavoratori: questi ultimi, infatti, dovranno spostarsi nell’aeroporto di Malpensa, dove verranno smistati circa 30mila voli per un totale di due milioni di viaggiatori (stime ancora provvisorie, naturalmente).

Chiusura di Linate: le misure in programma

Contestualmente Trenord e le aziende che gestiscono i pullman di collegamento all’aeroporto di Malpensa dovranno potenziare notevolmente il servizio offerto; rimane da risolvere la diatriba Stazione Centrale – Cadorna, con Sea (che gestisce i due hub milanesi in questione) che vorrebbe un treno in partenza da Centrale ogni quarto d’ora, mentre secondo Trenord è necessario continuare a investire su Cadorna.

Parrebbero non esserci problemi per quanto riguarda il versante delle compagnie aeree che si servono abitualmente di Linate. Sia Easyjet (terza per importanza a Linate) che Air Italy (sesta) hanno annunciato che tutti i collegamenti verranno spostati al Terminal 2 di Malpensa, che per il 49% è di proprietà di Qatar Airways. Possibili cancellazioni per Alitalia, che a Linate possiede una quota di mercato pari al 66%: tra questi i preziosi collegamenti Fiumicino – Linate. Non è improbabile che alcune compagnie decidano invece di correre ai ripari utilizzando velivoli con un maggior numero di posti a disposizione.

Per quel che riguarda i passeggeri della tratta Milano Linate-Roma Fiumicino, vi sarà la possibilità di scegliere se partire o atterrare sull’aeroporto di Milano Malpensa, dove avranno a disposizione 9 collegamenti giornalieri con Roma, o sullo scalo di Bergamo Orio al Serio dove Alitalia attiverà 4 collegamenti giornalieri (BERGAMO – ROMA 6:45-8:00, BERGAMO – ROMA 11:15-12:30, BERGAMO – ROMA 14:50-16:00, BERGAMO – ROMA 19:05-20:20, ROMA – BERGAMO 9:20-10:35, ROMA – BERGAMO 13:00-14:15, ROMA – BERGAMO 17:15-18:30, ROMA – BERGAMO 21:40-22:55)

I viaggiatori che avessero già acquistato un biglietto per un volo previsto nel periodo fra il 27 luglio e il 27 ottobre da o per Milano Linate, avranno la possibilità di scegliere se essere riprenotati sul volo da o per Milano Malpensa senza penale o se chiedere il rimborso del biglietto.

L’aeroporto di Linate e la M4

Nel frattempo continuano i lavori e gli scavi per realizzare le gallerie della M4, la metropolitana che stabilirà un collegamento diretto tra l’aeroporto di Linate e la stazione ferroviaria di San Cristoforo. Stando alle ultime stime la M4 sarà agibile e funzionante per l’interezza della sua estensione a partire dal 31 luglio 2023: un ritardo di 15 mesi rispetto alle prime previsioni, ma nell’ultimo periodo non ci sono stati nuove proroghe.

Tuttavia la prima tappa sarà già percorribile dalla fine di gennaio del 2021 e coinvolgerà proprio la tratta che collega l’aeroporto di Linate alla fermata Forlanini Fs, dove peraltro è possibile prendere anche il passante ferroviario.