Pubblicato in: Concerti

Dall’orchestra sinfonica agli Abba: stagione di mix e anniversari per laVerdi

laVerdi stagione concerti
Auditorium di Milano, credits StudioHanninen

Si aprirà domenica 16 settembre la Stagione 2018/19 de laVerdi, con il tradizionale concerto al Teatro alla Scala per concludersi nel giugno 2019. Più che di stagione, anche in questa occasione è meglio parlare di stagioni: alla programmazione sinfonica, si affiancano infatti i concerti POPs, la Stagione di Musica da camera, le attività dedicate ai più giovani (con il Crescendo in musica e i concerti dell’Orchestra Sinfonica Junior e del Coro di Voci Bianche), oltre a una serie di eventi speciali.

laVerdi, stagione di anniversari

Intanto, questa ventiseiesima stagione sarà caratterizzata dai festeggiamenti per i numerosi anniversari “di casa”, a cominciare dal XXV di fondazione dell’Orchestra Sinfonica, per proseguire con il XX del Coro Sinfonico, i 10 anni dell’Orchestra Sinfonica Junior e dell’Ensemble laBarocca. Il calendario sarà inoltre “scandito” da alcuni cicli tematici che caratterizzano la stagione in modo originale per le loro peculiarità. Eccoli in breve: I festeggiamenti innanzitutto. Si comincia con il Coro Sinfonico, che debuttò l’8 ottobre 1998: il 12 e 14 ottobre 2018, nel 150° anniversario della morte di Gioachino Rossini, sarà eseguito lo Stabat Mater del pesarese, con il Rossini Opera Festival e gli allievi dell’Accademia di Canto Rossiniana. Orchestra Sinfonica: nel suo XXV anniversario di fondazione, laVerdi rende omaggio al suo primo direttore: Vladimir Delman. A lui, l’Orchestra diretta da Claus Peter Flor dedica l’esecuzione integrale delle Sinfonie di Caikovskij – “Le magnifiche Sei” – (tre serate: 13, compleanno dell’Orchestra; 15 e 18 Novembre 2018), capolavori che lo stesso Delman volle fortemente eseguire con gli studenti dei conservatori di Mosca, Pittsburgh e Milano. Da questo progetto prese forma la nascita della nostra orchestra.

Omaggio a Mahler e Brahms

Il secondo ciclo è dedicato a Gustav Mahler, riferimento imprescindibile per laVerdi. Apre il concerto inaugurale del 16 settembre alla Scala, con l’esecuzione della Prima sinfonia. Ma all’interno del ciclo “Intorno a Mahler” è stato costruito un percorso che metterà a confronto il protagonista con alcuni compositori suoi contemporanei. Il terzo ciclo – “Maratona Brahms” – vedrà l’esecuzione delle quattro sinfonie dell’amburghese, con l’americano Robert Trevino alla direzione, oltre a una serie di concerti che vedranno ospite dell’Auditorium di Milano, tra gli altri, un giovane pianista italiano: il ventiduenne Filippo Gorini. Il quarto ciclo – “Luoghi immaginari” – è dedicato ai cinque anni di “residenza” all’Auditorium di Milano del compositore Fabio Vacchi. Infine, il quinto ciclo – “Tra podio e strumento” – dedicato alla figura del direttore-solista: laVerdi infatti ospita Kolja Blacher (violino), la “new entry” Alexander Lonquich (pianoforte); Fazil Say (pianoforte) e Maxim Rysanov (viola).

LaVerdi, stagione sinfonica

La stagione principale, composta di 32 programmi (14 a tre ripetizioni – giovedì, venerdì e domenica – e 18 a due – venerdì e domenica), spazia dal barocco alla musica contemporanea: Claus Peter Flor è alla seconda stagione nel ruolo di direttore musicale, che lo vedrà impegnato in 8 programmi, oltre al concerto straordinario di apertura al Teatro alla Scala.

LaVerdi, i concerti Pops

Dopo la passata stagione, laVerdi torna sulla via del rock e del pop, con tre concerti per altrettanti tributi sinfonici alla musica dei Queen (2 marzo, direttore Giovanni Marziliano), degli Abba, recentemente tornati in sala d’incisione, dopo una lunghissima assenza (6 aprile, direttore Andrea Oddone) e di David Bowie (9 giugno, direttore Francesco Bossaglia), con l’esecuzione di due sinfonie in versione jazz che Philip Glass ha dedicato al grande musicista britannico, con il trio del trombettista Johnny Falzone.

LaVerdi, concerti per bambini

Crescendo in musica, la rassegna dedicata ai più piccoli e alle famiglie compie 20 anni. Dieci appuntamenti, da settembre a maggio, il sabato pomeriggio (sempre alle ore 16.00), in parallelo con il calendario scolastico, che alternano le fiabe e i grandi classici (La bella addormentata, Coppèlia, Pinocchio) al grande repertorio sinfonico, veicolati naturalmente per gli ascoltatori più giovani, declinati in una forma di spettacolo. Insieme all’Orchestra Sinfonica, il palco dell’Auditorium vedrà il ritorno di Bustric con Marcello Bufalini sul podio. La stagione – che si avvarrà della rinnovata collaborazione con Espressione Danza – Milano – vedrà tra i protagonisti anche alcune new entry, come i direttori Giulio Arnofi e Ferdinando Sulla. Da non perdere, in aprile, l’appuntamento con Milena Vukotic, impegnata in una suggestiva rilettura del Pinocchio di Collodi. L’attività per il pubblico più giovane vedrà anche due “mini stagioni” con Orchestra Sinfonica Junior e Coro di Voci Bianche de laVerdi protagonisti, tra l’Auditorium e il MAC.

LaVerdi, musica da camera

Torna la stagione di musica da camera, che ha ormai trovato stabile collocazione nell’ambiente del M.A.C. in piazza Tito Lucrezio Caro 1. Torna, da settembre a maggio, con una doppia proposta: riprende Il tempo di Mozart, un tempo di fantasia, rassegna ideata dal violinista Fulvio Luciani e dal pianista Massimiliano Motterle che vede l’esecuzione integrale delle Sonate e Variazioni per pianoforte e violino di Wolfgang Amadeus Mozart in ordine cronologico; riprende anche la serie di concerti che il violinista Domenico Nordio e l’ensemble I Solisti de laVerdi dedicano ad alcuni, massimi esponenti del grande repertorio classico.

Il cartellone propone il 14 ottobre un concerto interamente dedicato al mondo del Sax, con Davide Vendramin alla fisarmonica e Jacopo Taddei al sassofono; a febbraio due concerti dedicati a Fabio Vacchi (il primo con l’Ensemble da Camera de laVerdi diretto da Carlo Boccadoro, il secondo con I Solisti de laVerdi); infine il 7 aprile il concerto che vedrà protagonisti i due fratelli Lorenzo (violoncello) e Gianluca Guida (pianoforte).

LaVerdi, concerti straordinari

Dopo il concerto d’apertura al Teatro alla Scala, il 27 ottobre sarà ospite dell’Auditorium di Milano la Poznan Philharmonic Orchestra, diretta da Lukasz Borowicz con Bomsori Kim al violino e Yuliana Avdeeva al pianoforte. Come anticipato più sopra, Novembre vedrà l’esecuzione dell’integrale sinfonico di Caikovskij per il ciclo “Le magnifiche Sei”, cui seguirà (25 novembre) il tradizionale concerto in collaborazione con il Consolato Generale della Repubblica di Polonia in Milano e il Circolo Culturale Italo-Polacco. Il 16 gennaio 2019 ricorrerà il 60° anno di attività condivisa dei pianisti Bruno Canino e Antonio Ballista: quattro concerti (Bach, Mozart, Morricone, Poulenc) per due pianoforti in unico, grande evento, con il duo solistico e laVerdi diretti da Marcello Bufalini.

laVerdi, biglietti dei concerti

I prezzi dei biglietti di tutti gli spettacoli restano invariati rispetto alla passata stagione. Da segnalare una modifica nella ripartizione degli spazi disponibili in Auditorium, che va nel segno di un miglioramento dell’offerta al pubblico: è stata infatti inserita in platea la “zona 3” (ultime 5 file), con biglietti a minor costo.

Per ulteriori informazioni: www.laverdi.org

Etichette:
Offerta Libraccio 2018