Pubblicato in: Teatro

La persecuzione e l’assassinio di Jean-Paul Marat all’Elfo Puccini

AvatarMarco Valerio 6 anni fa
Foto: Raffaella Cavalieri

Il Teatro Elfo Puccini ospita nella Sala Fassbinder dal 4 al 16 novembre lo spettacolo La persecuzione e l’assassinio di Jean-Paul Marat (rappresentati dagli internati dell’ospedale di Charenton sotto la guida del Marchese di Sade), opera di Peter Weiss.

La collaborazione tra Arena del Sole e Arte e Salute onlus, associazione nata con lo scopo di coniugare il lavoro nel campo della salute mentale con quello artistico, nasce nel 1999 sotto la guida del regista Nanni Garella. Il progetto ha riscosso un grande successo di pubblico e ha ottenuto riconoscimenti tra cui un Premio Ubu, un Premio Hystrio e un Premio della Critica.

Per questo nuovo spettacolo Garella ha scelto di lavorare su un classico dell’avanguardia del secondo Novecento, firmato da Peter Weiss nel 1963. In scena, accanto agli attori di Arte e Salute, lo stesso regista Garella e una delle più amate attrici italiane, Laura Marinoni.

La vita e la morte di Marat, l’uomo più radicale della rivoluzione francese, vengono messi in scena, tredici anni dopo la fatale coltellata di Charlotte Corday, dagli internati del manicomio di Charenton, nei pressi di Parigi, manicomio dove Sade venne realmente rinchiuso tra il 1801 e il 1814 e che qui lo vede regista della pièce stessa.

LA PERSECUZIONE E L’ASSASSINIO DI JEAN-PAUL MARAT (rappresentati dagli internati dell’ospedale di Charenton sotto la guida del Marchese di Sade) di Peter Weiss

ORARI:

Martedì-sabato 21 / domenica 16

DURATA:

90′ senza intervallo

PREZZI:

Intero € 30.50 / martedì posto unico € 20 / ridotto <25 anni – >65 anni € 16 / scuole € 12 / sostenitore € 40.50

PROMOZIONE SPECIALE:

Fino a martedì 11 novembre biglietti limitati in vendita solo ON-LINE a € 11.96 per le repliche da mercoledì 12 a sabato 15 novembre

Etichette: