Pubblicato in: Teatro

La diva al Teatro Fontana: 40 biglietti in promozione per i nostri lettori

Marco Valerio 5 anni fa

la-divaPROMOZIONE MILANO WEEKEND

Il Teatro Sala Fontana mette a disposizione dei lettori di Milano Weekend 40 biglietti a soli 12 euro, con un risparmio di oltre il 30%. 

Per richiederli occorre scrivere all’email stampa.fontana@elsinor.net con in copia teatro@milanoweekend.it e attendere la conferma (necessaria per avere diritto allo sconto).

I biglietti sono validi per tutte le sere di programmazione.

I lettori che riceveranno conferma saranno invitati a effettuare l’iscrizione alla newsletter gratuita settimanale di Milano Weekend

***

Da mercoledì 5 novembre va in scena al Teatro Sala Fontana (Via G.A. Boltraffio 21) lo spettacolo La diva, tratto dal romanzo La Diva Julia di William Somerset Maugham, tradotto da Franco Salvatorelli e adattato per il teatro da Laura Sicignano che cura anche la regia di questo allestimento.

A interpretare il celebre testo divenuto anche un film (La Diva Julia con Annette Bening, candidata all’Oscar per questo ruolo) Elisabetta Pozzi e Sara Cianfriglia. Per Elisabetta Pozzi si tratta di un ritorno, per il secondo anno consecutivo, al Teatro Sala Fontana con una straordinaria prova d’attrice stimolante e sferzante, dalla parte delle donne, ma con spietata autoironia.

La diva si presenta come una riflessione su finzione e realtà, identità e maschere, sentimenti e ipocrisia, lo spettacolo descrive l’ambiente del teatro e il divismo che non si arrende di fronte a nulla, ma anche l’incapacità (o il terrore?) di fare i conti con la propria età, con il tempo che passa.

Julia Lambert è un’attrice di successo molto amata e seguita dal pubblico ma continuamente sul punto di cadere: in un matrimonio mediocre, in un amore con un insipido ragazzo più giovane di lei, nei trabocchetti tesi da debuttanti ansiose di rubarle la scena. Ma Julia è un’attrice nella vita come sul palco e sa scegliere toni, gesti, espressioni adatti ad ogni situazione. Dal suo camerino invaso di fiori, accompagnata da una devota ed enigmatica cameriera, la protagonista rievoca la sua vita: nel farlo è ironica e malinconica, entusiasta e depressa, cinica e ingenua, egocentrica e generosa, adorabile e detestabile. Vicina ai cinquanta, l’attrice riveste i panni dei personaggi che finora l’hanno resa un’interprete di successo.

Pirandello? Forse, più semplicemente, la vittoria di Julia sta proprio nella capacità di mascherare la sua vera personalità. Guidata da pochi principi, quasi tutti appresi alla scuola di recitazione, donna apparentemente fragile ma determinata nelle proprie scelte, Julia potrebbe sembrare una Molly Bloom o una Beckettiana Winni di Giorni felici, forse ancora Petra Von Kant, o infine la protagonista de La Voce Umana.

La diva viene presentato in prima nazionale al Teatro Sala Fontana dal 5 al 9 novembre.

ORARI:

Mercoledì, giovedì e sabato ore 20.30; venerdì ore 19.30; domenica ore 16.

BIGLIETTI:

Prezzo unico: 19,80 euro.

Etichette:

Forse sei interessato a: