Pubblicato in: Cinema Mostre

La camera della guerra: al MIC una mostra interattiva sulla Grande Guerra

Marco Valerio 4 anni fa
Uomini contro di Francesco Rosi

Dall’8 marzo al 24 maggio presso il MIC – Museo Interattivo del Cinema e Area Metropolis 2.0, Fondazione Cineteca Italiana presenta La camera della guerra. Mostra interattiva sulla Grande Guerra, un percorso espositivo originale, completato da una rassegna di film, una mostra fotografica e un ciclo di appuntamenti tra cinema, teatro, letteratura e musica per ricordare il centenario dell’ingresso dell’Italia nel primo conflitto mondiale (24 maggio 1915).

Al MIC – Museo Interattivo del Cinema sarà possibile utilizzare autonomamente un visore stereoscopico della fine del XIX secolo, fornito di ben 154 fotografie della guerra Italo-Austriaca del 1915-18 impresse su lastre di vetro. Il fascino di queste immagini risiede nella rarità e nella crudezza dei soggetti immortalati (le trincee, i feriti, i corpi straziati), nella visione tridimensionale dovuta alla stereoscopia e nella modalità della loro consultazione, che prevede eccezionalmente l’utilizzo diretto da parte del visitatore.

La sala cinematografica del MIC diverrà infatti una camera della guerra, dove chi entrerà potrà sperimentare una duplice esperienza visiva e sonora. Da solo e per un periodo di tempo limitato, il visitatore potrà osservare le fotografie direttamente nello stereoscopio mentre l’ambiente verrà sonorizzato con musiche d’epoca, canzoni militari, rumori e voci che rievocheranno suggestivamente le atmosfere del campo di battaglia.

La Cineteca ha ideato un allestimento del MIC fortemente tematizzato, in cui ogni monitor del museo rimanderà scene tratte da rari filmati d’epoca conservati nel nostro archivio, mentre lungo il corridoio che conduce alla sala cinema si potrà camminare su un tappeto di proiezione su cui si alterneranno immagini e notizie tragiche e curiose sulla guerra che cambiò per sempre il volto del mondo.

Oltre a ciò il visitatore potrà partecipare attivamente al percorso, che, come nella natura del MIC non sarà solo espositivo ma anche interattivo:

– mappe interattive mostreranno la collocazione dei fronti e permetteranno di individuare i luoghi che hanno fatto da scenario ad alcuni importanti film dedicati al conflitto;

– scattando un selfie di guerra, il visitatore potrà immortalarsi travestito da soldato al fronte;

– all’ingresso del museo si potrà provare la Mash Machine, una macchina interattiva che permette di mixare suoni, ritmiche e voci creando un sound personale e originale.Durante la manifestazione il visitatore potrà trovarvi canti alpini, melodie d’epoca, rumori di bombe, spari, granate accanto a basi ritmiche da mescolare per creare la colonna sonora alla propria visita.

Infine, un ricco calendario di appuntamenti con i grandi film che hanno raccontato il conflitto, opere molto diverse per epoca, stile e prospettiva, arricchito da tre eventi speciali: il workshop teatrale Letture di guerra su prenotazione, in cui il pubblico sarà coinvolto nella lettura scenica e partecipata di poesie, lettere e testimonianze dal fronte; lo spettacolo La guerra in fronte, con l’attore Marco Balbi; in chiusura della manifestazione, domenica 24 maggio, proprio nella data in cui 100 anni fa l’Italia dichiarava guerra all’Austria-Ungheria, un concerto del coro ANA (Associazione Nazionale Alpini) di Limbiate riempirà la sala cinema dei canti che infondevano coraggio e speranza ai ragazzi delle trincee.

Area Metropolis 2.0 a Paderno Dugnano ospiterà in contemporanea agli eventi presso il MIC la mostra fotografica delle stampe ad alta definizione ricavate a partire dalle lastre stereoscopiche pulite e restaurate. Questi scatti, dal forte impatto evocativo, forniscono un’idea precisa della varietà dei fronti interessati dal conflitto sul confine italiano, dal mare alle Alpi, dalle pianure paludose alle strade di città e dei villaggi distrutti.

La mostra sarà inaugurata martedì 10 marzo e sarà visitabile negli orari di apertura del cinema fino al mese di giugno. L’esposizione sarà l’occasione per proporre due grandi capolavori cinematografici: lo splendido dramma pacifista La grande illusione di Jean Renoir, che annovera una schiera di formidabili attori fra cui Erich von Stroheim, Jean Gabin e Pierre Fresnay e Uomini contro, il capolavoro in edizione restaurata di Francesco Rosi, recentemente scomparso.

Questo il calendario completo delle proiezioni cinematografiche e degli eventi della mostra La camera della guerra:

Domenica 8 marzo

Ore 15 Charlot soldato (Charlie Chaplin)

Ore 17.30 Festa della donna con Greta Garbo, proiezione del film Mata Hari (George Fitzmaurice)

Ingresso ridotto per tutte le donne. A seguire piccolo buffet.

Domenica 15 marzo

Ore 17.30 La grande illusione (Jean Renoir)

Domenica 29 marzo

Ore 17.30 Scemi di guerra (Enrico Verra)

Domenica 5 aprile

Ore 17.30 Una lunga domenica di passioni (J.P. Jeunet)

Lunedì 6 aprile

Ore 15 La guerra e il sogno di Momi (Segundo de Chomón). Accompagnamento dal vivo al pianoforte di Francesca Badalini

A seguire Tapum – La storia delle armi (Bruno Bozzetto)

Domenica 12 aprile

Ore 17.30 Attilio Prevost: Una vita in prima linea. Galleria fotografica e racconto a cura di Marina Moiana

Ore 21.00 J’Accuse (Abel Gance)

Domenica 19 aprile

Ore 17.30 Letture di guerra (workshop su prenotazione al numero 0287242114 in orario d‘ufficio)

Tre attori del Teatro dell’Armadillo di Rho guideranno gli spettatori nell’apprendimento delle tecniche di utilizzo della voce, delle pause e del respiro per poi dar vita ad una lettura condivisa e fortemente partecipata di alcune poesie, stralci di lettere dal fronte e diari che testimoniano la tragedia dell’uomo lasciato solo di fronte all’assurdità della guerra.

Domenica 26 aprile

Ore 17.30 Torneranno i prati (Ermanno Olmi)

Domenica 3 maggio

Ore 17.30 E Johnny prese il fucile (D. Trumbo)

Domenica 10 maggio

Ore 17.30 La guerra in fronte

Spettacolo teatrale dell’attore e regista milanese Marco Balbi che leggerà le pagine del diario del capitano Salvatore Montalbano, soldato volontario e cronista di guerra sul fronte dell’Isonzo

Domenica 17 maggio

Ore 17.30 Capitan Conan (Bernard Tavernier)

Domenica 24 maggio – evento di chiusura

Ore 17.30 Concerto coro ANA di Limbiate

A seguire La grande guerra nei filmati di Luca Comerio

Programma Area Metropolis 2.0

Martedì 10 marzo

Ore 21 Inaugurazione della mostra con buffet offerto da Imperiale Delizie e proiezione del film Uomini contro (Francesco Rosi)

Martedì 31 marzo

Ore 21 La grande illusione (Jean Renoir)

INFO:

info@cinetecamilano.it / www.cinetecamilano.it / 0287242114

MODALITÀ D’INGRESSO MIC:

Biglietto intero comprendente visita al Museo + proiezione o eventi speciali + mostra fotografica: € 5,50

Biglietto ridotto possessori Cinetessera o studenti universitari: € 4,00 Adulto + bambino € 6,00

Camera della guerra (Visore stereoscopico): solo la domenica pomeriggio dalle 16.30 alle 17.30 con prenotazione obbligatoria al numero 0287242114 in orario d‘ufficio

MODALITÀ D’INGRESSO AREA METROPOLIS 2.0:

Biglietto intero comprendente proiezione + mostra fotografica: € 6

Biglietto ridotto possessori Cinetessera o studenti universitari: € 4

Etichette:

Forse sei interessato a: