Pubblicato in: Mostre News

L’arte multiforme di Carsten Höller in mostra all’Hangar Bicocca

Carsten Höller
Carsten Höller, Y (dettaglio), 2003. Courtesy l’artista e Thyssen-Bornemisza Art Contemporary, Vienna. Foto: Attilio Maranzano

Condividi su WhatsApp/e-mail:

 

Da tempo l’HangarBicocca ci ha abituati a progetti espositivi dal forte impatto scenico, ad allestimenti immersivi e multisensoriali. Anche la prossima mostra in programma conferma ampiamente questa vocazione.

Dal prossimo 7 aprile fino al 31 luglio, lo spazio Navate della Fondazione sostenuta da Pirelli accoglierà Doubt, mostra personale del celebre artista Carsten Höller, a cura di Vicente Todolí.

Spesso di grandi dimensioni e dalla forte componente ludica, i lavori del poliedrico artista belga invitano alla partecipazione e all’esplorazione di nuovi modi di abitare lo spazio e di esperire la realtà. Lo esemplificano bene le oltre venti opere scelte per l’HangarBicocca, che rivoluzionano le coordinate spaziali e temporali del luogo espositivo, tra visioni inattese, esperimenti ottici ed “effetti speciali”.

Peculiarità della mostra è la presenza di due percorsi speculari e paralleli tra cui i visitatori sono invitati a scegliere. Il “dubbio” del titolo si riferisce, appunto, all’incertezza che si avrà nel momento di decidere il percorso da intraprendere. Ma, oltre che un modo per mettere alla prova le proprie capacità cognitive e di scelta, Doubt sarà soprattutto un’occasione per guardare il mondo da una prospettiva diversa, quasi come catapultati in un caleidoscopico Paese delle Meraviglie o in un mirabolante luna park.

Si potrà, per esempio, sperimentare la sensazione del volo con Two Flying Machines e interagire con i funghi giganti della scultura mobile Flying Mushrooms; ci si divertirà come bambini sulla giostra di Double Carousel, per poi restare ipnotizzati davanti a Two Roaming Beds, installazione formata da due letti che vagano ininterrottamente nello spazio.

Non per nulla, l’interesse di Carsten Höller, che nei primi anni ’90 abbandona la carriera da scienziato per dedicarsi all’arte, è sempre stato quello di indagare la natura umana e le diverse modalità di percezione della realtà. Indagine da cui prendono vita lavori stupefacenti, capaci di suscitare nel visitatore le più svariate emozioni: dalla gioia allo stupore, fino, appunto, al “dubbio”.

L’inaugurazione della mostra, mercoledì 6 aprile alle ore 19, sarà uno degli appuntamenti clou della vivace settimana dell’arte contemporanea a Milano.

Carsten Höller – Doubt
Pirelli HangarBicocca
dal 7 aprile al 31 luglio 2016
giovedì-domenica ore 10.00 – 22.00
ingresso libero
www.hangarbicocca.org

Forse sei interessato a: