Pubblicato in: Viaggi

Ginevra nello splendore storico

Anna Croci 6 mesi fa
ginevra-cosa-vedere

E’ un inizio d’estate che coinvolge arte e design quello che, cominciato a Milano col 60° Salone del Mobile e col Fuorisalone, passando per la nuova mostra del Museo Vincenzo Vela, a Ligornetto, porta all’odierna inaugurazione di Plateforme 10, a Losanna, Svizzera.

Un evento senza precedenti è quello che, fino al 25.9.2022, consente di apprezzare la realizzazione di un quartiere artistico ferroviario, nei pressi della stazione di Losanna, nato dall’intento di costruire una storia comune in Svizzera di Photo Elysée con MUDAC e MCBA.                 

La Confederazione Elvetica ha realizzato, tramite il treno, uno dei principali mezzi di locomozione, come col Trenino Rosso del Bernina che è capace di superare ostacoli apparentemente insormontabili.

Nel cuore della Svizzera si trova Ginevra, crogiolo di lingue, culture, interessi, attrazioni, storia.

In una zona non lontana dall’attuale città di Ginevra arrivò Giulio Cesare nel 58 A.C. e vi combattè la battaglia di Genava, primo episodio della conquista della Gallia, come testimoniato nel suo De Bello Gallico. In seguito, nel XVI° secolo D.C., si affermò il Protestantesimo che, attraverso l’opera di Calvino, avrebbe influenzato la storia, la cultura  e l’economia.

Ginevra ha un ruolo importante anche in campo museale: ne è ottimo esempio il Museo Patek Philippe in cui sono esposte prestigiose collezioni di orologeria di origine genovese, svizzera ed europea, dal XVI al XXI secolo e una biblioteca di oltre 8.000 opere.

Nel campo della cucina internazionale la città raggiunge il suo apogeo al BALILA , di origine libanese che offre specialità eccellenti esaltate dalla cortesia e da ogni sfumatura di Bon Ton.