Pubblicato in: Festival

Festival del Ciclo Mestruale: a Milano tre giorni per scardinare luoghi comuni e tabù

Redazione 3 settimane fa
festival-ciclo-mestruale-milano
Fotografia in mostra a Corpo a Corpo, organizzata durante il Festival del Ciclo Mestruale

Dal 24 al 26 maggio torna a Milano per la sua terza edizione il Festival del Ciclo Mestruale, un evento che attraverso informazione, mostre e incontri cerca di scardinare uno dei più forti tabù sociali sul corpo delle donne: quello delle mestruazioni.

L’evento si svolgerà al Rob de Matt, associazione di promozione sociale e culturale in zona Dergano, dove per l’edizione di quest’anno si darà spazio a “Every-Body”, ovvero ai corpi: grandi, piccoli, giovani, vecchi, alti o bassi. Corpi che mestruano, che non mestruano, che hanno mestruato o mestrueranno. Corpi soli o uniti. Che si sentono liberi o in gabbia. Corpi a rischio o al sicuro. Integri o vulnerabili. Corpi con o senza diritti, corpi che ne pretendono di più.

Ospiti ed eventi in programma

Il programma coinvolge diverse realtà e professionisti nel settore, tra gli altri WeWorld e SOS Mediterranee, oltre a ospiti come: Luigi Fasolino, ginecologo, Gaia Romani, Assessora del Comune di Milano, Rosita Fattori di Coop, Flavia Carlini, attivista e scrittrice, e Michele Mezzanotte, psicoterapeuta.

Il Festival è inoltre un momento di restituzione di un lavoro di advocacy durato un anno, che ha coinvolto realtà e professionisti in tavole rotonde, e da cui è scaturita una pubblicazione dal titolo “Period Up: il Report”: disponibile in versione digitale e cartacea, che raccoglie le riflessioni e le esperienze fatte finora su ciclo mestruale, salute sessuale e riproduttiva, con i contributi di specialisti/e (come ginecologi/ghe, ricercatrici, giornalisti/e) che se ne occupano per professione.

Queste attività specifiche legate al Festival sono state rese possibili grazie al finanziamento di ActionAid International Italia E.T.S e Fondazione Realizza il Cambiamento, nell’ambito del progetto The CARE – Civil Actors for Rights and Empowerment, cofinanziato dall’Unione Europea.

In occasione della terza edizione del Festival, verrà anche organizzata una mostra fotografica sul tema Corpo a Corpo, che ha visto la partecipazione di fotografi/e provenienti da tutto il mondo. Le opere selezionate verranno esposte durante i giorni del Festival.

Il programma completo è disponibile sul sito del Festival.