Pubblicato in: Mostre

Extravolti a Milano. Vip contro la crisi della cultura

Marco Valerio 4 anni fa

ExtravoltiArriva a Milano l’Extravolti Tour 2014, il progetto fotografico di Davide Iodice in difesa della cultura. La tappa milanese dell’Extravolti Tour sarà inaugurata il 5 giugno alle 18.00 presso lo Spazio Ostrakon (via Pastrengo 15), accompagnata da un testo critico di Alessia Locatelli.

Il progetto di Davide Iodice coinvolge noti esponenti della cultura italiana, ritratti con un severo bianco e nero che ne enfatizza i tratti e l’espressione. I visi noti sono quasi irriconoscibili, bloccati in una smorfia, schiacciati contro un invisibile muro a suggerire, con grande enfasi ed empatia, la sensazione di immobilismo, sofferenza e  compressione che affligge la cultura italiana nel momento storico che  stiamo vivendo.

Sono tanti i personaggi che, per rilanciare questo incantevole paese hanno aderito al progetto di Iodice a difesa della cultura facendosi ritrarre con il volto impresso contro una lastra di plexiglass a deformarne i tratti; tra di loro: Alba Rohrwacher, Claudio Bisio, Morgan, Loredana Bertè, Stefano Bollani, Paolo Rossi, Carla Fracci, Margherita Hack, Gian Marco Tognazzi, Fabrizio Bosso, Leonardo Pieraccioni, Roy Paci, Marco Travaglio, Fiona May, Massimo Cacciari, Vinicio Capossela, Francesco Casorati, Enrico Colombotto Rosso, Lucio Dalla, Eugenio Finardi, Rosario Fiorello, Luca Argentero, Alessandro Haber, Linus, Luigi Lo Cascio, Giuliano Montaldo, Pali e Dispali, Arnaldo Pomodoro, Luca Ronconi, Giovanni Soldini, Gianni Vattimo, Stefania Belmondo, Andrea Chiarotti, Michele Trimarchi, Giancarlo Barolat, Gianfranco Vissani, Dario Ballantini, Valeria Paniccia, Enrico Robusti, Andy, Don Gallo, Loredana Furno, Mauro Bigonzetti, Caparezza, Paolo Fresu, Cristina Dona’, Samuel, Alberto Fortis, Paola Turci, Ugo Nespolo, Silvio Saffirio.

Lo stesso Iodice definisce Extravolti come: “Non solo una sfida, ma un’opportunità nata con l’idea di utilizzare la fotografia come codice artistico col quale da sempre, insieme alla musica, elaboro esperienze e sperimentazioni. In questo caso il messaggio è stato costruito dando al vetro il ruolo dell’ignoranza che, attraverso la sua freddezza e trasparenza, deforma il valore dell’arte, rappresentata dai visi di ogni forma culturale e artistica. Contrariamente alle premesse, il progetto non va letto con pessimismo o scarsa fiducia della potenza culturale, bensì come una fotografia mentale attraverso la “fotografia” reale di una civiltà contemporanea che, sovente, tende ad emarginare l’arte e i suoi alfieri da tutto ciò che viene considerato immediatamente utile allo sviluppo umano”.

Dalle ore 18.30 alle 19.30 Davide Iodice sarà a disposizione del pubblico per scattare una foto in stile “extravolto” a chi lo desidera. I ricavati della vendita dei cataloghi di Extravolti saranno totalmente devoluti ad Emergency.

La tappa milanese di Extravolti si concluderà il 10 giugno.

Etichette: