Pubblicato in: Teatro

Eugenio Monti Colla, il grande marionettista, ci ha lasciato

Eugenio Monti Colla
Eugenio Monti Colla a NEXT 2017

Non possiamo negare che faccia un certo effetto pensare di aver visto e ascoltato Eugenio Monti Colla soltanto lo scorso 14 novembre, nella cornice della Sala Shgakespeare dell’Elfo Puccini, in occasione di NEXT – Laboratorio delle idee per la presentazione del loro ‘Sogno di una notte di mezza estate‘. In “soli” venti minuti hanno catturato tutti con quella poesia e quel sapore ancestrale così caratteristico della tradizione che la Compagnia Marionettistica Carlo Colla e Figli porta avanti. È vero, l’ultimo discendente della gloriosa dinastia di marionettisti è scomparso (nella mattina del 21 novembre 2017), ma ci piace parlare al presente perché siamo sicuri che i suoi insegnamenti resteranno in tutti coloro che “allevato” – sempre nella circostanza sopra citata ce n’erano di volti giovani anche. La sua eredità sarà infatti raccolta dai “ragazzi” dell’Associazione Grupporiani che da anni lo seguiva nei suoi percorsi artistici e creativi.

“Aveva settantotto anni, tutti dedicati, in un indissolubile connubio fra arte e vita, al teatro delle marionette, che con enorme sapienza aveva portato a livelli di inarrivabile perfezione, facendone una realtà fra le più prestigiose al mondo. Era nato all’ombra del Teatro Gerolamo di piazza Beccaria a Milano e le marionette, il primo gioco della sua infanzia, erano diventate, per una sorta di trasmissione genetica, compagne inseparabili, con le quali ha attraversato la vita. Ne conosceva tutti i segreti: le movenze, i tratti dei volti scolpiti nel legno, i costumi ricchissimi, da lui personalmente curati, i trucchi ereditati dai “vecchi” della famiglia” (dalla nota ufficiale).

Era la memoria storica e vivente di un patrimonio inestimabile, che con generosità ha elargito ai suoi collaboratori e a ciascun spettatore, donando ancora oggi una magia e un incanto difficile riscontrabile allora. I suoi spettacoli erano in grado di far tornare bambini gli adulti e di far sognare i più piccoli, in un continuo incanto. Confidiamo, anzi siamo sicuri, che questo scrigno artistico continuerà ad esistere.

Per chi volesse prendere parte alle esequie, esse si svolgeranno giovedì 23 novembre nella chiesa di Santa Maria Annunciata in Chiesa Rossa, via Montegani, angolo via Neera, a Milano.

Milano Weekend