Pubblicato in: News

Magie d’autunno: i venti luoghi dove ammirare il foliage a Milano

dove ammirare il foliage a Milano

dove ammirare il foliage a Milano

Si sta come d’autunno sugli alberi le foglie. Se per Ungaretti il colpo di vento che spogliava i rami ricordava la fragilità dell’essere soldati, ormai quello che annuncia la malinconia dell’autunno è diventato un gioiello. Un momento di magia. Le foglie ingialliscono, ma non solo. Cambiano colore, virano sul rosso, sul marrone. Soprattutto nei luoghi più freddi. In inglese lo chiamano foliage, termine che come spesso accade esprime più di una semplice parola ma non trova corrispondenti in italiano. Forse perché il fenomeno e l’abitudine ad ammirarlo, sono nati nel mondo anglosassone dei grandi parchi?

Eppure non è necessario partire per ammirare lo spettacolo delle foglie multicolori d’autunno. Basta passeggiare per Milano in questi giorni, ve ne siete accorti? Viali, parchi, piccole oasi di verde urbano sono state invase dall’esplosione dei colori autunnali. Volete lasciarvi stupire dai più belli? Ci ha pensato il Comune di Milano. Sappiate infatti che Palazzo Marino ha creato una piccola guida sui luoghi dove ammirare il foliage a Milano. Lo ha fatto con un album fotografico su Facebook: venti luoghi della città ritratti da Andrea Scuratti. Sono stati consigliati dal Settore Verde del Comune per osservare al meglio il fiorire autunnale. E attenzione: Palazzo Marino ci avverte che il foliage avrà il suo culmine l’11 novembre, con l’estate di San Martino.

Dunque dove ammirare il foliage più bello di Milano? Ci sono i giardini come quello della Villa Belgiojoso Bonaparte di via Palestro e Parco Sempione, ma anche semplici vie urbane e piazze come viale Lazio, via Sant’Elia e Piazza Cavour. Si segnala dove trovare gli alberi e che specie botanica ci troveremo davanti.

Ecco i venti luoghi scelti. Noi vi lasciamo alla gallery del Comune, e al vostro tour del foliage milanese:

viale Lazio/viale Cirene: filari di Tilia platyphyllos (tiglio);

via Sant’Elia angolo via Osma: Ginkgo biloba (ginkgo), esemplare solitario;

via Alberto da Giussano: filare di Liquidambar styraciflua (liquidambar);

via Lazzaro Papi/via Tiraboschi: filari di Acer platanoides (acero riccio);

via Saccardo 40: Parrotia persica (esemplare isolato);

Giardino della villa Belgiojoso Bonaparte via Palestro: Taxodium distichum (cipresso calvo) accanto al laghetto;

via Zubiani 1 (vivaio comunale): Metasequoia glyptostroboides (metasequoia), esemplare solitario;

largo La Foppa: Rhus typhina (sommaco) vicino all’ingresso della metropolitana;

piazza De Angeli: Koelreuteria paniculata (albero delle lampade cinesi);
viale Enrico Fermi vicino a via Iseo: Ginkgo biloba (ginkgo);

via Zubiani (vivaio comunale): filari di Liriodendron tulipifera (albero dei tulipani);

via Trenno/via Ippodromo (parcheggio); Quercus palustris (quercia palustre), esemplare solitario;

parco di via Cechov-Omodeo-Kant: Quercus palustris (quercia palustre);

Giardini Pubblici (Giardini Montanelli): 1. gruppo di Ginkgo biloba nei pressi della scuola materna ‘Montemerlo’; 2. gruppo di Ginkgo biloba nei pressi dell’ingresso da piazza Cavour; 3. gruppo di Taxodium distichum lungo le sponde del laghetto;

Parco Sempione: 1. l’intero ‘cannocchiale’ che collega visivamente la piazza del Cannone all’Arco della Pace; 2. gruppo di Parrotia persica sulla sinistra di tale cannocchiale, nelle vicinanze del laghetto; 3. filare di Robinia pseudoacacia ‘Frisia’ ad uno degli ingressi da viale Gadio/Acquario Civico;

Giardino della Villa Comunale: esemplare solitario di Platanus x hybrida (uno degli esemplari più vecchi di Milano) all’interno del giardino, lungo il muro di recinzione;

via Santa Sofia: filare di Liriodendron tulipifera;

via Borsieri e via Alberto da Giussano: filari di Liquidambar styraciflua;

via Maratta: filare di Gleditschia triacanthos;

via Piccinni: filare di Ginkgo biloba.

Etichette: