Pubblicato in: Festival

Festival Contaminafro 2016: cinque giorni di teatro, danza e musica africana a Milano

contaminafro-2016
Foto Carlo Mari

Anticipa a luglio Contaminafro, il festival dedicato all’esperienza artistica africana tra teatro, danza, musica. Si parte mercoledì 13 luglio 2016 al Teatro dell’Arte di Milano con cinque giorni di spettacoli, installazioni e concerti, alcuni a ingresso libero. Oltre al Teatro dell’Arte sarà coinvolta anche l’Arena della Triennale.

Scopo del progetto, ideato dall’associazione Mo ‘O Me Ndama fondata a Milano dal coreografo camerunense Lazare Ohandja, è quello di uscire dalla rappresentazione stereotipata del continente nero, ma delineare il mosaico di culture presenti in Africa e le diverse identità, tutt’ora in evoluzione.

Contaminafro vede quest’anno il coinvolgimento anche di Studio Azzurro con cui si sono sperimentate nuove tecnologie dell’immagine e dell’associazione Psicologi per i Popoli nel Mondo, con la quale si è sviluppato un discorso di intervento sociale e di tutela della diversità culturale.

Oltre agli spettacoli, il festival prevede anche momenti di dibattito e incontro, per arricchire e offrire nuovi spunti sulla narrazione del continente africano.

Ecco nel dettaglio il programma di Contaminafro 2016:

Mercoledì 13 luglio
Teatro dell’Arte – Yuval Avital, Izaac & Deborah, ore 10 – 23 (12’, loop) : due rifugiati nigeriani narrano la loro storia in un’intervista senza parole. Ingresso libero.

Teatro dell’Arte – Arte che cura (tavola rotonda), ore 18: danza, Musica e Arte come forma di cura, integrazione, contaminazione tra le persone. A cura di Valentina Bellinaso. Ingresso libero.

Teatro dell’Arte – Ibrahim Drabo, Mi Tamarà Sono in Cammino, ore 21.30: concerto Burkina Faso e Italia, dove dejambè, n’goni e balafon dialogano con batteria, chitarra elettrica, basso, sax, tromba e piano.
Momenti di riflessione si alternano a brani che scatenano la voglia di ballare.

Giovedì 14 luglio
Teatro dell’Arte – Yuval Avital, Izaac & Deborah, ore 10 – 23

Teatro dell’Arte – Ritorno alla vita (tavola rotonda), ore 18: prospettive di intervento psicosociale nei contesti africani, con Paolo Castelletti, Presidente di Psicologi per i Popoli nel Mondo, Mohammed Ba, mediatore culturale, Lazare  Ohandja, presidente di Mo O Mendama. Ingresso libero.

Teatro dell’Arte – Teatringestazione, Absolute Beginners, ore 20: spettacolo che riflette sui confini, identitari, politici, fisici, linguistici, immaginandone la loro dissoluzione.

Arena Triennale – Daniel Kollè, The Singer Project, ore 21.30: concerto Camerun e Italia. Ingresso libero

Venerdì 15 luglio
Teatro dell’Arte – Yuval Avital, Izaac & Deborah, ore 10 – 23

Teatro dell’Arte – Psicontaminazioni (tavola rotonda), ore 18: la salute mentale in Africa raccontata attraverso i lavori di Franz Fanon, Ibrahima Sow e Abdelmalek Sayad, presentati da Eleonora Riva, Direttore Corso di Specializzazione in Psicologia Transculturale, Fondazione Cecchini Pace, Pietro Barbetta, Direttore del Centro Milanese di Terapia della Famiglia, Paolo Castelletti, presidente di Psicologi per i Popoli nel Mondo. Ingresso libero.

Teatro dell’Arte – Martino Zam Ebale, Akouss, La Veuve, ore 20: spettacolo Camerun e Belgio della compagnia Nyanga Zam. Alla morte del marito, la vedova africana subisce le prove dell’Akouss, l’insieme di pratiche estreme che hanno lo scopo di esorcizzare, la donna scacciando dal suo corpo l’anima del defunto.

Arena Triennale – Moh! Kouyate, ore 21: concerto Camerun e Belgio, un intreccio di musica tradizionale e pop/rock. Ingresso libero.

Sabato 16 luglio
Teatro dell’Arte – Yuval Avital, Izaac & Deborah, ore 10 – 23

Teatro dell’Arte – Mo ‘O Me Ndama, Isse Il Cerchio, ore 20: spettacolo Camerun e Italia. Lazare Ohandja, coreografo camerunese, da bambino assiste al lungo rito riservato alle donne che rimangono vedove. Nella sua memoria rimane un segno che non lo abbandona.

Arena Triennale – Baba Sissoko & Antonello Salis, ore 21: concerto Mali e Italia, un incontro inedito fra due dei protagonisti della scena jazz internazionale. Ingresso libero.

Domenica 17 luglio
Teatro dell’Arte – Yuval Avital, Izaac & Deborah, ore 10 – 23

Teatro dell’Arte – Mo ‘O Me Ndama, Isse Il Cerchio, ore 18.30

Arena Triennale – Viola Vento e Bradford Smth, Kaydara, ore 20.30: spettacolo USA e Costa D’Avorio. Racconto iniziatico che fa parte dell’insegnamento tradizionale dei Fulbe del Mali. Narra il viaggio di tre giovani alla ricerca di Kaydara, il dio dell’oro e della conoscenza. Ingresso libero.

Teatro dell’Arte – Aissata Kouyaté from Guinea Conakry, ore 22: concerto della band conduce nel cuore dei suoni africani, impreziositi dalle influenze della World Music.

Biglietti: giornaliero 15 euro, abbonamento 30 euro

Per informazioni e biglietti: biglietteria@crtmilano.it

Etichette:
Offerta Libraccio 2018