Pubblicato in: Food

Dove fare colazione a Milano: 10 indirizzi da non perdere

Beatrice Curti 7 giorni fa
dove-fare-colazione-milano-min

Milano è una città che va di fretta, ma che non rinuncia mai al rituale tutto italiano della colazione al bar. Cappuccino o caffè, spremuta o succo di frutta, cornetto o pasticcino, l’importante è godersi con calma quei minuti preziosi che ci regaliamo sedendoci al tavolino, prima di cominciare un’altra vorticosa giornata. Quali sono i posti migliori di Milano dove fare colazione? Ne abbiamo raccolti alcuni, vere oasi di tranquillità dove gustare con calma il pasto più importante della giornata.

Meteo permettendo si avvicina l’estate, quindi perché non fare colazione all’aperto, magari dando una sbirciata a Milano dall’alto di una terrazza?

Dolzeto

Aperta a inizio novembre, Dolzeto è una pasticceria di ispirazione veneta, di nuovo a firma di Sandra Tasca, che dopo Tascaro e Ciopa sta piantando il Leone di San Marco tra le strade del quartiere Isola. All’interno della sala, decorata con legni e grandi specchi nello stile lagunare, si possono gustare le specialità del grintoso e giovanissimo pasticcere Giorgio Saccone: cornetti classici o integrali vegani in due misure e farciti al momento, veneziane alla crema, Buondì alla marmellata, torte di ogni tipo (compresa quella di castagne senza glutine), crostate con la frutta o la marmellata, fino all’amor polenta e ai biscotti tradizionali come i Meliga, i Pevarini e i Pan del Doge.

Non manca anche qualche proposta salata per le ore più tarde, come le quiche e i pandori salati farciti con Asiago, soppressa e altre leccornie made in Veneto. È proprio la specialità natalizia veronese a farla da padrone nel locale, proposta in due versioni da 750 e 50 grammi durante tutto l’anno.

Dove: Via Francesco Arese 19, Milano
Quanto:

Malìa

Fonte: Facebook

A pochi passi dalla metropolitana di Primaticcio (M1) si trova Malìa, pasticceria e bistrot nata nel 2017 dall’intuizione di Cristina Viviano e Francesco Romano, che si occupano rispettivamente del dolce e del salato, traendo ispirazione dalla tradizione napoletana e del sud Italia.

Gli interni curati, dominati dai colori del legno chiaro e del blu petrolio, che tornano anche sulle piastrelle della spettacolare vetrina dei dolci, accolgono i clienti per brunch, pranzi e, ovviamente, colazioni. I croissant sono delle vere e proprie opere d’arte, da quelle vuote a quelle più golose con ricotta e cioccolato, crema e amarene e la coloratissima brioche ricotta e frutti rossi, da gustare con una bevanda calda o una spremuta d’arancia.

Non manca la piccola pasticceria, tra mignon, cassatine, capresi, pastiera, code di aragosta e grandi classici della tradizione del sud. Lontano dal caos del centro, Malìa è un posto dove passare in rassegna i dolci in vetrina come quando eravamo bambini, gustandosi ogni morso senza fretta.

Dove: Viale Legioni Romane 55, Milano
Quanto:

Mag Cafè

Fonte: Facebook

I locali dei Navigli sono diventati il simbolo della “movida” milanese: aperitivi, cocktail e stuzzichini. Mag Cafè ha invece deciso di parlare anche a chi è sopravvissuto alle notti brave, con colazioni abbondanti e gustose, da consumare nel grazioso spazio esterno con vista sul Ponte Alda Merini e sul Naviglio Grande che si risveglia, o negli interni dallo stile industrial, con oggetti di modernariato che si prestano perfettamente a rilassarsi nelle grandi poltrone in pelle la mattina e godersi un drink durante le ore notturne.

Mag è il posto ideale dove recuperare coscienza della serata precedente davanti a una brioche ripiena o un cappuccino gigantesco. Senza fretta, senza giudicarsi, osservando stancamente il passaggio della gente lungo le paratie del Naviglio.

Dove: Ripa di Porta Ticinese 43, Milano
Quanto: €€€

Egalité

Fonte: Facebook

Stamattina vi siete svegliati con una nostalgia matta di Parigi, anche se non ci avete mai messo piede? Potete rimediare con una bella colazione da Egalité, boulangerie in stile francese in zona Porta Venezia, con nuove aperture in Corso Sempione e a Brera. Rifatevi gli occhi al bancone mentre scegliete tra croissant, pain au chocolat, madeleine, éclair e baguette.

Un angolino di Parigi a Milano, con prezzi fortunatamente poco parigini anche durante l’ora dell’aperitivo, durante il quale l’offerta si arricchisce di vini francesi e deliziosi assaggi d’accompagnamento. C’est délicieux!

Dove: Via Melzo 22, Piazza San Simpliciano 7 ,Corso Sempione 10, Milano
Quanto: €€

Gelsomina

Fonte: Facebook

Ci sono persone in cura per la dipendenza dai dolci di Gelsomina, una vera istituzione per chi ama la tradizione della pasticceria siciliana e non solo. Cannoli, maritozzi, brioche col “tuppo” e classiche, monoporzioni e pasticcini. Tutto buono che più buono non si può e grande che più grande non si può.

Nelle sue sedi di Via Tenca e via Fiamma ci si godono prelibatezze sia dolci che salate in un’atmosfera deliziosa, che fa pensare alle colazioni estive nelle masserie, con i tavolini in ferro battuto e i colori chiari e rilassanti, intervallati dalle maioliche colorate. Il posto perfetto per una colazione importantissima, inizio di una vera e propria dipendenza da Gelsomina.

Dove: Via Tenca 5 / Via Fiamma 2, Milano
Quanto:

Marlà

Fonte: Facebook

Marco Battaglia e Lavinia Franco nel 2018 fondano Marlà, dall’unione dei loro nomi. Una storia d’amore tra Milano e Palermo che culmina nel Premio come migliori pasticceri emergenti del 2019 del Gambero Rosso.

Il risultato è un locale arioso e moderno, dove la vetrina delle brioche, delle monoporzioni e di tutte le meraviglie create nel laboratorio adiacente alla pasticceria, spicca come un angolo coloratissimo dove scegliere il prossimo peccato di gola per la nostra colazione. L’imbarazzo della scelta c’è tutto: girelle all’uvetta, brioche vegane e senza lattosio, maritozzi e iris ricotta e cioccolato. Un vero trionfo della golosità!

Dove: Corso Lodi 15, Milano
Quanto: €€

Faak

L’animo ribelle di Viviana Varese si respira a pieni polmoni appena messo piede da Faak, sottitolo “Cibo e Vino a Ribellione Naturale”. Un luogo che è più di un bar o di un ristorante, è un officina che lavora a pieno ritmo. Qui si inforna, si fanno esperimenti, si ricerca e si assaggia dalla colazione alla cena.

Il pezzo forte sono i lievitati, che a colazione si traducono in croissant vuoti e farciti con confetture e creme, tutte rigorosamente fatte sul posto, pain au chocolat, veneziane e torte golosissime. Il tutto a rotazione giornaliera. Se siete amanti della colazione salata questo è il posto giusto: via a toast farciti, brioche salate e delizioso pane tostato con ricotta e pomodoro.

Se durante l’arco della giornata la parte beverage è assicurata dalle oltre 100 etichette di vini, perlopiù naturali, esposti in bella mostra, la mattina è tutta dei succhi, anche loro prodotti rigorosamente in laboratorio e perfetti anche da portare a casa. Attenzione anche al caffè, con miscele ricercate come Alta Mogiana Eira Rua, un caffè arabica proveniente da una cooperativa di coltivatori di caffè di Campo das Vertentes in Brasile.

Dove: Via Arnaldo da Brescia 5, Milano
Quanto:

Bar Luce

Bar Luce

Se siete appassionati di cinema questo posto è per voi. Realizzato dal regista Wes Anderson nel 2015 negli spazi di Fondazione Prada, il Bar Luce riprende i colori tenui e il gusto per le geometrie diventati la firma dei film di Anderson, da Gran Budapest Hotel a I Tenenbaum.

Il regista ha detto di aver realizzato il locale come “un luogo in cui mi piacerebbe trascorrere i miei pomeriggi non cinematografici“. Gli spazi sono ispirati ai bar della vecchia Milano, tra reminescenze del primo Novecento fino agli anni Cinquanta. Qui si possono gustare deliziose brioche, panini croccanti e bevande calde in un’atmosfera unica, in attesa del ciak.

Dove: Largo Isarco 2, Milano
Quanto: €€€

TeaCup

Fonte: Facebook

Nel cuore del quartiere Sant’Ambrogio, in mezzo ai vicoli della parte più antica di Milano c’è un angolo di follia, dove convivono Tim Burton, il video di Take on Me degli Ah-Ah e reminescenze vittoriane. TeaCup è una vera sala da tè come ce ne sono pochissime a Milano. Qui sono disponibili oltre 100 varietà di tè, dolci fatti in casa e mostre temporanee di artisti emergenti, tra grafica, fotografia e pittura.

Un posto intimo e segreto come la tana del Bianconiglio, dove una tazza di tè tira l’altra, insieme a torte, cookies e dolci che sembrano cuciti sui nostri gusti personali, per una colazione d’altri tempi.

Dove: Via Caminadella 18, Milano
Quanto:

Nevelata

Fonte: Facebook

Una nuovissima apertura milanese, attiva da fine novembre 2022, che ha scelto il suo target in un elemento preciso: la cheesecake. Nevelata è la prima “cheesecakeria” a Milano, specializzata in questa torta al formaggio nelle sue versioni dolci e salate.

Tutti gli appassionati di questa ricetta resa famosa dagli statunitensi potranno assaggiare ben 7 versioni dolci e 7 versioni salate, con proposte anche per celiaci, vegetariani e vegani. Dalla cheesecake alla carbonara a quella “alla milanese” fino alle proposte dolci al cannolo e la storica “New York cheesecake” con amarene sciroppate o mascarpone e caffè. Non mancano ovviamente caffè, the e cappuccini per accompagnare la nostra meritata fetta di torta.

Ultima arrivata nel menù è la Chicago-Milano, una cheesecake salata alla pizza! La base è realizzata con impasto della pizza croccante, condita da un misto di formaggi italiani mixati con la nevelata cream cheese, mozzarella dei caseifici piacentini, basilico ligure, passata di pomodoro Pera d’Abruzzo, quenelle di ricotta di pecora sarda, origano e olio extravergine di oliva. Viene cotta in forno per oltre un’ora al fine di creare la giusta doratura del bordo, e soprattutto è la prima cheesecake a essere servita calda!

Dove: Via Pietro Calvi 29, Milano
Quanto: €€

n