Pubblicato in: Evergreen

Chiesa di Sant’Alessandro in Zebedia, un gioiello del barocco

giro delle sette chiese milano

sant'alessandro in zebedia

Nel cuore di Milano, a pochi passi dal Duomo di Milano e tra piazza Missori e Via Torino, c’è una piccola piazzetta che sembra riportare indietro nel tempo. Si tratta di piazza Sant’Alessandro e prende il nome dall’omonima e imponente chiesa che si trova lì, Sant’Alessandro in Zebedia. Le scalinate della chiesa durante la settimana sono sempre piene di studenti che si fermano per chiacchierare o per condividere una pausa pranzo con colleghi, anche se a volte forse non si accorgono della meraviglia che si trova alle loro spalle.

Sant’Alessandro in Zebedia e il barocco lombardo

sant'alessandro in zebedia

La Basilica di Sant’Alessandro in Zebedia ha origine nel 1590 per volere dei barnabiti e, nel 1602 il Cardinale Federigo Borromeo posò la prima pietra. Il progetto, affidato a Lorenzo Binago, porta alla costruzione dell’attuale chiesa in stile barocco, che può ricordare in modo vago la Basilica di San Pietro a Roma per la sua pianta a croce greca inscritta in un quadrato. Interessante il nome dato alla chiesa: Zebedia era infatti il nome del giudice delle carceri romane che si trovavano al posto dell’attuale chiesa.

Esternamente la chiesa presenta due campanili, una facciata ricurva e una cupola che ricopre la pianta centrale. Appena varcato il grande portone d’ingresso si entra in un luogo completamente circondato da affreschi e immagini di ogni tipo che abbelliscono le tre navate, le cinque cupole emisferiche e la cupola centrale. Le pareti e i soffitti sono infatti ricchissimi di decorazioni barocche: praticamente ogni angolo è ricoperto da affreschi, stucchi, dorature, bassorilievi. Già da fuori si denota la grandezza della chiesa di Sant’Alessandro, ma appena entrati si noterà la sua vastità, questo è dato anche dal buio che regna all’interno, date le poche e piccole finestre.

Tra le differenti opere pittoriche d’interesse sono da segnalare il Martirio di San Pancrazio di G.B. Ossona nella prima navata a destra, e una serie di opere di Camillo Procaccini, sparse in ogni angolo della chiesa, come l’Assunzione di Maria o la Natività, e ancora opere di Daniele Crespi come l’Adorazione dei Magi.

Sant’Alessandro in Zebedia: indirizzo e orari

sant'alessandro in zebedia

La chiesa di Sant’Alessandro in Zebedia si trova tra piazza Missori e Via Torino, appena fuori dal trambusto del traffico anche grazie alle due vie chiuse e quindi accessibili a pedoni e biciclette. Gli orari per visitarla, nei giorni feriali, vanno dalle 7 alle 12 e dalle 16 alle 19, mentre nei giorni festivi è possibile entrarvi dalle 9,30 alle 12 e dalle 16,15 alle 19.

Etichette: