Pubblicato in: Teatro

Al via il ciclo Aterballetto al Teatro Strehler

Marco Valerio 5 anni fa

wamTorna l’ormai consueta ospitalità che il Piccolo Teatro di Milano riserva alla compagnia di danza Aterballetto. Dal 5 al 15 giugno il Teatro Strehler ospita Aterballetto che porta sul palco del Piccolo nove coreografie articolate in tre programmi diversi.

Il primo appuntamento è con WAM, ovvero Wolfgang Amadeus Mozart, e Cantata, ispirato alla tradizione popolare del Sud Italia, due spettacoli di Mauro Bigonzetti, in scena dal 5 all’8 giugno.

WAM è ispirato alla musica e alla vita del grande compositore austriaco. Senza alcun intento biografico o narrativo, immerge il pubblico in atmosfere e situazioni mozartiane. La coreografia è piena di simboli e rimandi, suddivisa in quadri che scorrono lievi e leggeri, come le pagine di un libro. Mauro Bigonzetti descrive WAM come un “viaggio onirico intorno alla musica e al personaggio di Mozart”.

Cantata è, invece, una coreografia travolgente e un omaggio alla musica del Sud, vorticosa e appassionata, che esplode nella danza. Meravigliose e inedite tarantelle, impetuose tammurriate, nelle quali la compagnia ricrea un mondo di vicoli vocianti, di passioni estreme e drammi popolari.

“Cantata è anche un omaggio alla cultura e tradizione musicale italiana, un lavoro popolare nel senso nobile del termine. – puntualizza Mauro Bigonzetti –  Ci sono musiche italiane del ‘700 e dell’800, dalle ninne nanne alle pizziche salentine fino alle serenate napoletane”.

WAM è corredata dalla musica di Wolfgang Amadeus Mozart e la coreografia di Mauro Bigonzetti ha potuto contare sulla consulenza musicale Bruno Moretti, mentre la messa in scena del balletto sarà affiancata dall’esecuzione dal vivo del pianista Francesco Novelli.

L’allestimento di Cantata sarà caratterizzato dalle musiche originali e tradizionali arrangiate ed eseguite dal vivo dal gruppo musicale Assurd, composto da: Cristina Vetrone (voce, organetto, tammorra), Lorella Monti – Enza Pagliara (voce, tamburello, nacchere), Enza Prestia (voce, tammorra, tamburello).

Etichette: