Pubblicato in: News

Via Gluck celebra il mito di Adriano Celentano

Marco Valerio 4 anni fa
Foto: Fabio Ferrari - LaPresse

Sabato 11 ottobre, dalle ore 12.00 fino alla mezzanotte, Fermo Immagine – Museo del Manifesto Cinematografico di Milano e il Fans Club Il Celebre organizzano una vera e propria maratona di 12 ore dedicata al mito di Adriano Celentano.

Nel corso dell’intera giornata tutti i fan potranno darsi appuntamento proprio nella storica Via Gluck, a pochi passi dalla casa natale del Molleggiato, per festeggiare il loro idolo visitando la mostra di manifesti cinematografici allestita dal Museo Fermo Immagine e partecipando alle animazioni organizzate per l’occasione.

Si terrà in questa occasione l’attesissimo contest annuale dedicato agli imitatori e ai sosia giunto alla sua quarta edizione e promosso dal Fans Club Il Celebre. La gara, aperta a tutti previa iscrizione, consiste nell’esibirsi (su base registrata) in due canzoni di Celentano e rispondere a domande concernenti “vita, dischi, film e… miracoli” del Molleggiato. Un’apposita giuria composta dai rappresentanti degli organizzatori, unitamente ad eventuali ospiti d’onore valuterà le prove dei concorrenti decretando il vincitore. I primi tre classificati si aggiudicheranno una prestigiosa statuetta creata appositamente per l’evento. Inoltre saranno premiati anche il miglior “look” ed il miglior “molleggiamento” celentaneidale.

Fin dalla sua inaugurazione nell’aprile 2012, il Museo Fermo Immagine, situato nella storica Via Gluck in uno stabile anni Trenta che ospitava una nota fabbrica di strumenti a fiato, ha allestito al suo interno il Caffè degli Ignoranti, un simpatico punto ristoro interamente dedicato alla carriera cinematografica di Celentano.

Con le sue pareti letteralmente tappezzate di manifesti, fotobuste e locandine originali, per l’occasione si arricchisce di ulteriori chicche, oltre a edizioni rare di dischi, gadget targati Clan e tante curiosità, come la maglia indossata da Celentano nel corso del suo concerto a Bologna. Non può mancare ovviamente la prima edizione originale del 45 giri Il Ragazzo della Via Gluck (1966).

Molte le locandine esposte: dai primi musicarelli del debutto come I ragazzi del juke-box, Dai Jonny dai e Urlatori alla Sbarra a Il Monaco di Monza con il grande Totò e Macario, passando per la partecipazione straordinaria ne La dolce vita (1960) di Federico Fellini fino al meno noto Le cinque giornate per la regia di Dario Argento. Non mancano certo i manifesti che segnano le tappe più significative della sua carriera, anche come regista, da Super rapina a Milano a Yuppi Du, da Geppo il Folle a Joan Lui. Lunga anche la carrellata dedicata al repertorio comico più “commerciale” ma di grandissimo successo: Il bisbetico domato, Qua la mano, Asso, Innamorato pazzo, Bingo Bongo, Lui è peggio di me, Il Burbero.

Nella sala Hollywood del Museo, per tutta la giornata, sul megaschermo si alterneranno documenti storici, trailer, spezzoni di film e di trasmissioni con il Molleggiato sempre protagonista.

Per l’occasione saranno esposti alcuni disegni di Roberto Salvetti dedicati al mito di Adriano Celentano: ritratti a carboncino originali, caricature e soggetti a fumetto.

MUSEO DEL MANIFESTO CINEMATOGRAFICO DI MILANO

Via Gluck, 45

Info: 02/36505761

Ingresso unico valido tutto il giorno 3 euro

Etichette: