Pubblicato in: Evergreen

Lavanda sotto il cuscino, ecco perché

News Partner 4 mesi fa
lavanda-fiori-provenza

Una bella passeggiata in Provenza potrebbe farti avvicinare al prodotto della natura forse più romantico e profumato che conosciamo: la lavanda. Usato sotto forma di olio essenziale, sotto forma di profumo, e come ingrediente speciale di creme ed unguenti, questo fiore è ampiamente noto per le proprietà benefiche che porta sul nostro organismo. Dal benessere fisico, a quello mentale, i benefici della lavanda sono così tanti che ormai molte sono le persone incapaci di farne a meno. Aiuta infatti contro gli stati d’ansia, migliora la qualità del sonno, porta sollievo e conforto, con il suo bellissimo e delicato profumo. Insomma i modi per usare la lavanda sono tantissimi e vogliamo elencartene alcuni che ti convinceranno a tenere sotto al cuscino uh sacchetto di fiori essiccati di lavanda.

Perché conviene tenere un sacchetto di fiori di lavanda sotto al cuscino?

La lavanda è un fiore rilassante e confortevole, che si appresta a numerosi utilizzi volti a migliorare il nostro benessere. Ecco perché andrebbe tenuto sempre un sacchetto sotto al cuscino: la lavanda è ottima infatti per conciliare il sonno, dal momento che al suo interno ci sono tracce di linalolo, sostanza con proprietà lenitive di stress e ansia. Molti studi hanno cercato di mettere a fuoco questa stretta relazione sussistente tra i fiori di lavanda e il sonno, ed in vero, notando un buon effetto di questo prodotto naturale sul rilassamento del nostro cervello, la medicina ha pensato bene di portare in commercio farmaci a base di lavanda per curare l’ansia. Anzi, sempre stando a questi studi, il potere della lavanda è quasi pari a quello del benzodiazepine, principio attivo dei farmaci ansiolitici, ma contrariamente a quest’ultimo non porta effetti collaterali. Altri studi a riguardo hanno messo in evidenza che il potere lenitivo della lavanda proviene soprattutto dal nostro senso dell’olfatto, in quanto va ad attivare la stessa zona del cervello che si attiva quando si assumono gli ansiolitici.

La lavanda contro la tachicardia

La tachicardia è un disturbo del cuore che porta ad una accelerazione dei battiti cardiaci. È molto drenante tra la gente, e può durare anche fino a due o più minuti. A volte l’aumento del battito cardiaco viene provocato dallo stress, dall’ansia, da situazioni poco serene che viviamo nella nostra vita. Se questo sintomo non si placa, ci si rivolge immediatamente ad un medico che stabilita la sua natura, andrà a consigliare la terapia più efficace. Ebbene, mai pensato di contrastare la tachicardia usando la lavanda? Soprattutto quando provocata da ansia e stress, la lavanda aiuta a ritrovare la serenità interiore che a sua volta riduce i battiti del cuore, riportandoli alla normalità.

Quali altri disturbi può contrastare la lavanda sotto il cuscino?

La lavanda è in grado di lenire tanti altri disturbi, motivo per il quale va sempre tenuta sotto al cuscino. Può infatti aiutare a contrastare i mal di testa, gli stati di tensione nervosa e il senso di inquietudine. Anche irritazioni allo stomaco o disturbi cutanei e dei capelli possono essere addolciti usando la lavanda. Pupi acquistarla anche sotto forma di spray, sotto forma di crema, o di qualunque altro cosmetico che tollera più di un sacchetto sotto al cuscino.

Ricorda che la lavanda ha un potere calmante senza contenere sostanze sedative: il fatto che concili il sonno dipende solo dalla sua capacità di far ritrovare la serenità interiore e j pensieri positivi. Non a caso viene consigliata spesso anche per combattere lo stress post partum. Secondo alcuni esperimenti condotti nel 2016, è emerso che dopo il parto, le donne che sono entrate in contatto con la lavanda hanno ridotto il rischio di stress e depressione.

Fonte: Lettoquotidiano.it