Pubblicato in: Food

Apre a Milano Valhalla, il primo ristorante vichingo d’Italia

Oriana DaviniOriana Davini 7 mesi fa
Valhalla milano
Offerta

Si chiama Valhalla, La brace degli dei ed è il primo ristorante vichingo d’Italia. Ha appena aperto i battenti a Milano in via Ronzoni 2, sui Navigli, scatenando subito la curiosità tra gli appassionati di food: cosa mangiavano i vichinghi? E cosa c’è nel menù?

Il menù

Valhalla milano

È presto detto, visto che anche il nome dà qualche indicazione: da Valhalla si mangia selvaggina cotta alla brace o a bassa temperatura, ovvero il cibo di cui si nutrivano principalmente le antiche popolazioni nordiche.

Vitello, maiale, agnello: carni che un tempo venivano macellate prima dell’inverno e poi cotte con le braci o bollite, oggi sono riproposte in chiave moderna. Ogni piatto del Valhalla ha un nome vichingo e si rifà alla mitologia nordica di Odino: si può ordinare Ullr, la tartare di cervo, Gulltopp, gli sfilacci di cavallo marinati, Himinhrjodhr (pronunciarlo è una sfida!), il midollo di manzo gratinato. E ancora Tanngnjostr, la tagliata di capriolo, Hildsvin, il cinghiale alla birra, Vedhrofolnir, la quaglia al ginepro.

E per i vegetariani? Ci sono proposte ad hoc, come Bifrost, il carpaccio di rapa rossa con seitan affumicato o Nidhafioll, le polpette di ceci in salsa con carciofi.

L’idea

Valhalla milano

Dietro Valhalla ci sono in realtà due giovani imprenditori italiani: Igor Iavicoli e Milena Vio, già gestori del Vinyl Pub del quartiere Isola, entrambi sotto i 35 anni di età e appassionati di mitologia nordica.

Anche il logo del ristorante riprende il mitico Valknut, il nodo di Odino rappresentato da tre triangoli intrecciati. E ovviamente l’arredamento interno è un tripudio di pelli, elmi e scudi dei popoli nordici e dei palazzi del Valhalla, l’eterna dimora degli eroi caduti in battaglia.

Forse sei interessato a: