Pubblicato in: Evergreen

Tre idee per gite fuori porta partendo da Milano

News PartnerNews Partner 11 mesi fa
gite fuori porta milano
Foto: Pixabay

Manca poco all’inizio della bella stagione, periodo ideale per uscire finalmente di casa e visitare qualche posto nuovo. Non c’è bisogno però di andare troppo lontano, basta infatti organizzare un bel viaggio in macchina fuori città per il fine settimana o anche solo per una domenica alternativa. Prima di partire, però, è importante essere sicuri di avere tutto pronto: valigie, check-up dell’auto e assicurazione auto in ordine. Se non siete a posto con l’assicurazione potete facilmente correre ai ripari affidandovi a una delle assicurazioni auto disponibili e in poco tempo sarete pronti per partire in tutta sicurezza alla scoperta di quello che il nostro bel Paese ha da offrirci.

Per esempio, una delle città italiane che ogni giorno attirano migliaia di turisti da tutto il mondo è sicuramente Milano. Capitale mondiale della moda e del design, Milano è una città in grado di conciliare visite a luoghi storici e culturali allo shopping sfrenato. Quello che però molti non sanno o semplicemente non prendono in considerazione, è il fatto che i dintorni del capoluogo lombardo offrono una serie di abbazie, ville, laghi e parchi naturali, che valgono sicuramente la pena di essere visitati.

Qui di seguito troverete tre idee di gite fuori porta nei dintorni di Milano che vi lasceranno a bocca aperta.

Le abbazie

Il primo pensiero che si ha quando si pensa a Milano è quasi sempre quello del cielo grigio e del traffico cittadino. In realtà però tutta l’area di Milano e della sua provincia ha un patrimonio architettonico, artistico e religioso inestimabile. Nel 2013 è nato un progetto dal nome Strada delle Abbazie che ha proprio lo scopo di valorizzare queste mete un po’ particolari. Il progetto comprende sette abbazie che è possibile raggiungere sia in auto che in bicicletta.

  1. Abbazia di Chiaravalle. Forse la più famosa delle sette, l’Abbazia di Chiaravalle si trova a pochi chilometri a sud di Porta Romana.

  2. Abbazia di Mirasole. A nord di Milano, nel comune di Opera, è una delle più importanti di tutta la regione.

  3. Abbazia di Morimondo. Fondata nel 1134 dai monaci cistercensi a pochi chilometri da Abbiategrasso, dal 1950 è abitata dalla Congregazione degli Oblati di Maria Vergine.

  4. Abbazia di Viboldone. Situata nella frazione di Viboldone, in provincia di Milano, grazie alla sua architettura e ai suoi affreschi trecenteschi, è uno dei più importanti complessi medievali della regione.

  5. Basilica di Santa Maria in Calvenzano. La basilica, situata a sud di Melegnano, al suo interno conserva un misterioso affresco absidale che raffigura l’Incoronazione della Vergine.

  6. Chiesa di San Lorenzo in Monluè. Situata a sud di viale Forlanini, a pochi chilometri da Linate, ha uno stile romanico antico e dispone di un ampio sagrato in cui vengono organizzati eventi e feste.

  7. Chiesa di san Pietro in Gessate. La chiesa si trova in centro a Milano, tra piazza Cinque Giornate e il Tribunale.

I laghi

Con un’ora di macchina o poco più è possibile raggiungere, partendo da Milano, almeno tre dei diversi laghi che si trovano in Lombardia, ideali per una gita fuori porta soprattutto quando arrivano le belle giornate.

  1. Lago di Como. È il terzo lago più grande del Paese dopo il Lago di Garda e il Lago Maggiore. Facile da raggiungere in auto, ma anche in treno e autobus, il Lago di Como è noto anche come Lago di Lario ed è un posto tranquillo e rilassante ideale per passare una piacevole giornata fuori porta. Al suo interno ospita un’unica isola, l’Isola Comacina, in cui è possibile ammirare i resti di una bellissima Basilica Romana dedicata a Sant’Eufemia.

  2. Lago Maggiore. Considerato il lago più grande d’Italia, da cui ne deriva il nome, è un lago di origine glaciale e tocca ben due regione italiane (Lombardia e Piemonte) e arriva fino in Svizzera. Ospita il bellissimo arcipelago delle Isole Borromee, costituito da tre isole: Isola Bella, Isola Madre e Isola dei Pescatori. Quest’ultima è l’unica abitata durante tutto l’anno mentre le altre due sono visitabili durante il periodo che va da marzo a ottobre. L’isola Madre offre un bellissimo palazzo arredato con mobili provenienti da diverse dimore della Famiglia Borromeo ed è circondato da giardini all’inglese. L’Isola Bella, invece, è famosa per i suoi giardini disposti su terrazze a diverse altezze in completo stile italiano.

  3. Lago di Lugano. Situato tra i due laghi sopracitati, il Lago di Lugano è perfetto per chi ama lo sport. Infatti qui è possibile praticare una serie di sport acquatici quali: subacquea, vela, canottaggio, windsurfing e stand up paddle.

I parchi

Ottimi per una gita fuori porta lontano dal caos cittadino, sono senza dubbio anche i parchi e le riserve che si trovano tra Milano e la sua provincia.

  1. Parco di Monza. È uno dei maggiori parchi storici europei ed ha una superficie di 688 ettari. Incluso nel Parco Regionale della Valle del Lambro, insieme ai Giardini della Villa Reale della famiglia Asburgo, al suo interno ospita dal 1922 l’Autodromo Nazionale di Monza, ma anche un ippodromo, un campo da golf ed un campeggio (aperto solo d’estate).

  2. Parco del Ticino. È il più antico parco regionale d’Italia, in quanto istituito nel 1974. Il parco si sviluppa lungo il corso del fiume Ticino ed occupa un’area di quasi centomila ettari. I percorsi segnalati si sviluppano per circa 800 chilometri, che possono essere visitati a piedi, in bici, in canoa o a cavallo. A livello naturalistico, all’interno del parco ci sono ancora alcuni boschi di latifoglie e anche a livello faunistico è possibile avvistare aironi, germani e tanti altri animali. A livello artistico e culturale, il parco presenta numerosi esempi di castelli, torri d’avvistamenti e monasteri.

  3. Pian dei Resinelli. Facilmente raggiungibili in auto da Milano, i Pian dei Resinelli sono la meta perfetta per gli amanti della montagna, del trekking e dell’arrampicata. Molti sono i sentieri che portano alla Grignetta, montagna rocciosa di fama alpinistica che ogni anno attira appassionati da tutto il mondo. La montagna, inoltre, è attraversata da chilometri di gallerie, miniere di piombo che sono state operative fino alla Seconda Guerra Mondiale e che è possibile visitare.