Pubblicato in: Evergreen

I testi più belli da leggere a un funerale

News Partner 1 mese fa
lettura-testi-funerale-min

Durante un funerale le parole sono molto difficili da trovare, soprattutto nel caso in cui la perdita sia legata alla nostra famiglia o ai nostri affetti più cari. Un modo per dimostrare amore e vicinanza alla persona scomparsa è leggere un brano, scritto di propria mano o tratto da particolari letture, magari tra le preferite del defunto. Per tutte le incombenze legate alla burocrazia e all’organizzazione del funerale possiamo affidarci a un’agenzia di pompe funebri Imola, in modo da essere liberi di pensare al nostro cordoglio e alle cose da dire.

Musica e passi della Bibbia

Ci sono molte parole che possono essere appropriate da leggere durante un funerale. Si può leggere una riflessione personale o un tributo scritto da un familiare o da un amico della persona deceduta, oppure un brano tratto da un libro o da una lettera che ha un significato speciale per il defunto o per le persone che partecipano al funerale.

Un passo che è stato spesso utilizzato durante i funerali è il Salmo 23 della Bibbia. Questo brano parla dell’amore e della cura di Dio e può portare un senso di pace e conforto a chi è in lutto. Le parole dicono: “Il Signore è il mio pastore, non manco di nulla. Mi fa riposare in verdi pascoli, mi conduce accanto ad acque tranquille, ristora la mia anima. Mi guida per i sentieri giusti per amore del suo nome. Anche se cammino nella valle più oscura, non temo alcun male, perché tu sei con me; il tuo bastone e la tua verga mi confortano“. Queste parole parlano della presenza di Dio nei momenti di difficoltà e possono aiutare le persone a trovare speranza e forza di fronte alla perdita.

Un altro brano che è stato spesso utilizzato durante i funerali è quello delle Beatitudini, tratto dal Discorso della Montagna del Nuovo Testamento. Queste parole parlano dei valori e delle virtù che sono importanti nella vita e possono aiutare le persone a trovare un senso e uno scopo di fronte a una perdita. Le parole dicono: “Beati i poveri in spirito, perché di essi è il regno dei cieli. Beati quelli che piangono, perché saranno consolati. Beati i miti, perché erediteranno la terra. Beati quelli che hanno fame e sete di giustizia, perché saranno saziati“. Queste parole parlano dell’importanza dell’umiltà, della compassione e della rettitudine nella vita e possono aiutare le persone a trovare conforto e speranza nei momenti difficili.

In alternativa ai passi biblici si possono citare passaggi di canzoni che raccontano la perdita e la ricerca di una nuova speranza. Una canzone che è stata spesso usata ai funerali è “The First Cut is the Deepest” di Rod Stewart. Questa canzone parla del profondo dolore della perdita e della difficoltà di andare avanti dopo la morte di qualcuno che amiamo. Il testo dice: “Ti avrei dato tutto il mio cuore / Ma c’è qualcuno che l’ha fatto a pezzi / E si è presa tutto quello che avevo / Ma se vuoi, proverò ad amare di nuovo“. Queste parole catturano il senso di strazio e di resilienza che molte persone provano dopo la scomparsa di una persona cara.

Un’altra canzone che è stata spesso usata ai funerali è “Hallelujah” di Leonard Cohen. Questa canzone parla del mistero e della bellezza della vita e della morte e può portare un senso di pace e accettazione a coloro che sono in lutto. Il testo dice: “Beh, va così: la quarta, la quinta / La caduta minore e l’elevazione maggiore / Il re sconcertato che compone l’alleluia“. Queste parole catturano il senso di mistero e meraviglia che circonda la morte e possono aiutare le persone a trovare un significato e una speranza di fronte alla perdita.