Pubblicato in: Concerti News

Piano City Milano: chiusura da record oltre 60mila presenze, le foto

RedazioneRedazione 5 anni fa
Einaudi (1)

Grande successo per Piano City 2014: chiusa con 60mila persone e 320 concerti la tre giorni organizzata dal Comune di Milano nell’ambito del palinsesto di eventi Expo in città, che rappresenta le “prove generali” di quello che sarà nel 2015 il calendario per accompagnare l’Expo.

Ampia presenza di pubblico e tutto esaurito, in particolare, per l’apertura della manifestazione al Parco Sempione con il live di Ludovico Einaudi, poi in evidenza soprattutto il concerto sulla Torre Branca di Paolo Jannacci e la chiusura con lunghe code a Villa Reale (Palestro) per l’esibizione di Raphael Gualazzi. Ecco alcuni momenti della kermesse (foto ufficio stampa – credits Marco Pieri).

Il fine settimana è iniziato con un concerto al Parco Sempione venerdì sera per l’esecuzione in prima assoluta di Le Piano Africain, composizione originale di Ludovico Einaudi e si è concluso domenica sera con la maratona musicale al Piano Center nei giardini di Villa Reale, chiusa da Raphael Gualazzi.

Non solo nomi noti della musica italiana e internazionale, spaziando tra generi, luoghi e situazioni: esauriti i concerti nelle case private e nei cortili, come quelli ospitati sulla Piano Boat, novità dell’edizione 2014. Successo anche per i Piano Tram e per i tanti concerti diffusi in tutta la città, dalla Mediateca Santa Teresa al MUBA, da Villa Scheibler all’Expo Gate.

“L’edizione di Piano City Milano che si è appena conclusa ha inaugurato una nuova ‘partitura’ in prima assoluta composta per questo progetto – ha commentato l’assessore Filippo del Corno –. Oltre a confermare il grande entusiasmo e la sempre maggiore partecipazione della città a tutti gli appuntamenti in cartellone, questa edizione ha regalato a Milano Le Piano Africain, opera site specific, pensata e concepita da Ludovico Einaudi proprio per la serata di inaugurazione. Un’iniziativa che si ripeterà in tutte le prossime edizioni, sollecitando così il talento e la creatività di nuovi autori di musica contemporanea e arricchendo il modello, già straordinario, di questa manifestazione”.

Piano City Milano è realizzato da Comune di Milano – Assessorato alla Cultura, Edison ed Intesa Sanpaolo, ideato e prodotto da Ponderosa Music&Art e Accapiù, con il sostegno di Aiarp, Crescendo, Fazioli, Furcht/Kawai, Griffa & figli, Steinway & Sons, Tagliabue, Tarantino Pianoforti, Yamaha che hanno messo a disposizione gli strumenti.

Etichette: