Pubblicato in: News

Parchi a Milano, riaprono 18 aree verdi dopo il nubifragio del 25 luglio

Redazione 10 mesi fa
riapertura-parchi-milano-min
Foto: Comune di Milano. Tutti i diritti riservati

A quasi un mese dal violento acquazzone che si è scatenato su Milano il 25 luglio scorso, 18 aree verdi recintate riaprono al pubblico a partire da mercoledì 23 agosto, dopo l’ordinanza di chiusura fino a fine mese.

I parchi che riaprono

A tornare ad accogliere bambini, coppiette, sportivi e chiunque cerchi il fresco della natura in queste giornate torride sono 18 parchi cittadini, che si aggiungono a quelli che già avevano aperto nelle settimane precedenti. Questo l’elenco:

  • Giardini civici di via Terraggio e di via Privata Grado
  • Campo giochi tra viale Omero e via Osimo 
  • Parco di via dell’Assunta
  • Parco Autieri d’Italia di via Marco d’Agrate
  • Area verde tra viale Ortles e via Arcivescovo Calabiana (giardino pubblico Franca Helg)
  • Parchetto (con campo da basket) di via Verro
  • Parco comunale di via Ripamonti-Monti Sabini
  • Parco di corso San Gottardo
  • Area verde di via San Bernardo
  • Parco di via Giulio Carcano
  • Parco giochi di via Martinetti
  • Giardini pubblici di via Fleming
  • Giardinetti (con campo da basket) tra le vie Messina e Giovanni Calvino
  • Area verde tra via Suzzani e Lanfranco della Pila
  • Giardino dell’Esplanade tra viale Sarca e via Luigi Emanueli
  • Giardino di via Palanzone
  • Area verde tra via Sesto San Giovanni e via Padre Gerardo Beccaro

Riaprono il Museo di Storia Naturale e il Planetario

Riaprono anche il Planetario Ulrico Hoepli e il Museo di Storia Naturale, entrambi all’interno dei Giardini Pubblici Indro Montanelli a Palestro. Il parco di Palestro è stato tra quelli più colpiti durante il nubifragio, con decine di alberi abbattuti o pericolanti.

Non è ancora una riapertura totale, per la quale bisognerà aspettare l’inizio di settembre, ma grazie al lavoro incessante degli operatori comunali si sono riusciti a ricavare dei corridoi sicuri per raggiungere due tra gli spazi espositivi più amati dalle famiglie milanesi.