Pubblicato in: Mostre News

Il genio creativo di Umberto Boccioni in mostra a Palazzo Reale

Umberto Boccioni, Cavallo cavaliere case, 1914
Umberto Boccioni, Cavallo + cavaliere + case, 1914. Credits: Civico Gabinetto Disegni Castello Sforzesco, Milano

AGGIORNAMENTO 30/5/16

Previste nuove tariffe dal 30 maggio per la mostra: intero 12 euro, ridotto 10 euro

************************************************************************************************************

Apre a Palazzo Reale una delle mostre più attese della stagione. Visitabile dal 23 marzo fino al 10 luglio, Umberto Boccioni (1882-1916). Genio e Memoria celebra, nel centenario della sua morte, lo straordinario talento del pittore e scultore italiano, tra i principali esponenti del movimento futurista e protagonista indiscusso dell’avanguardia italiana di inizio ‘900.

Inserita nel palinsesto culturale primaverile Ritorni al futuro, che proprio nell’opera di Boccioni individua uno degli esempi più significativi di quella tensione del presente verso il futuro scelta come filo conduttore, la grande retrospettiva curata da Francesca Rossi (Castello Sforzesco) e Agostino Contò (Biblioteca Civica di Verona) è l’esito di un approfondito progetto di ricerca curato dal Gabinetto dei Disegni della Soprintendenza del Castello Sforzesco e nasce grazie alla speciale collaborazione tra il Castello Sforzesco, il Museo del Novecento, Palazzo Reale e la casa editrice Electa.

Lungo le sale di Palazzo Reale, un eccezionale corpus di oltre 280 opere, tra disegni, dipinti, sculture, incisioni, fotografie d’epoca, libri, scritti e documenti inediti, restituisce appieno il genio creativo di Boccioni, caratterizzato dalla ineguagliabile capacità di rappresentare visivamente il movimento e il rapporto tra spazio e oggetto.

Il percorso dell’artista, purtroppo breve (scomparve a soli 34 anni) ma estremamente prolifico e poliedrico, è ricostruito non solo attraverso importanti dipinti e sculture provenienti da prestigiose istituzioni museali e collezioni private di tutto il mondo, ma anche grazie alla esposizione di una serie di preziosi documenti ritrovati, che fanno luce soprattutto sull’attività milanese dell’artista.

A questo ricco patrimonio si affianca, inoltre, una selezione di opere di personalità culturali coeve o che hanno influenzato in qualche modo lo stile di Boccioni, come Albrecht Dürer, Giacomo Balla, Giovanni Segantini e Gaetano Previati, solo per citarne alcuni.

Umberto Boccioni (1882 – 1916). Genio e Memoria
Palazzo Reale
23 marzo ‐ 10 luglio 2016

Lun: 14.30 – 19.30
Mar – Mer – Ven – Dom: 09.30 – 19.30
Gio – Sab: 09.30 – 22.30
Ultimo ingresso: un’ora prima della chiusura

Biglietti: intero 13 euro; ridotto 11 euro per studenti, gruppi, over 65, disabili e convenzioni

call center 0292800821

www.palazzorealemilano.it

Etichette:
Offerta Libraccio 2018