Pubblicato in: News

Guerra in Ucraina: come aiutare da Milano con donazioni e raccolte fondi

Redazione 4 mesi fa
donazioni-milano-ucraina

La guerra che sta devastando l’Ucraina dura ormai da una settimana e non sembra volersi fermare. Pur resistendo strenuamente, il popolo ucraino è stato isolato. Nei supermercati e nelle farmacie gli scaffali sono vuoti da giorni e in alcune zone mancano acqua e corrente elettrica.

In Ucraina le associazioni no profit e le ong sono attive e numerose già dal 2014, con lo scoppio della guerra nel Dombass e in Crimea. Oggi sono tornate a sostenere con aiuti medici e psicologici chi è rimasto nel Paese e dare assistenza a chi fugge. Nel frattempo anche a Milano e in tutta Italia stanno nascendo piccole realtà in contatto con l’Ucraina per portare viveri, medicine, abiti caldi e beni di prima necessità per gli sfollati.

Donazioni di fondi sul territorio

Le donazioni monetarie sono attive verso le principali associazioni di aiuto per la popolazione. A causa di sovraccarichi i pagamenti potrebbero non funzionare subito, ma basterà riprovare in un secondo momento per vedere la propria donazione andare a buon fine. Di seguito link e IBAN delle principali associazioni a cui donare.

Croce Rossa Ucraina

Ogni giorno la Croce Rossa attiva in Ucraina pubblica aggiornamenti sulla guerra tramite i propri canali Twitter e Facebook (dove sono tradotti anche in italiano). Per donare è stato creato un link diretto oppure un conto appositamente per le donazioni europee:

Soggetto giuridico: URCS
Codice azienda: 00016797
Numero di conto IBAN: UA983510050000026004271658800
Nome della banca: SOCIETÀ PER AZIONI “UKRBSIBBBANK”
Banca beneficiaria (JSC “UKRBSIBBBANK”):
07205696UKRBSIBBBANK
VIA ANDRIIVSKA 2/21
KIEV, UCRAINA
Codice SWIFT: KHABUA2K
Banca intermediaria: BNP PARIBAS SA Parigi, FRANCIA
Codice SWIFT: BNPAFRPP

Hospitallers

Associazione no profit che tramite medici e paramedici volontari dona aiuto ai militari ucraini e ai prigionieri russi feriti in combattimento. Le donazioni si possono inviare tramite Facebook, dove sono pubblicate tutte le info necessarie.

Voices of Children

Nata nel 2014 con la guerra nel Dombass e in Crimea, questa associazione offre aiuto medico e psicologico ai bambini traumatizzati dalla guerra. Nell’ultima settimana ha cominciato a offrire anche pasti caldi e beni di prima necessità ai profughi in fuga. Giornalmente pubblicano su Twitter, Facebook e sul loro sito ufficiale in inglese, notizie sull’andamento della guerra e sui beni che scarseggiano. A questo link sono attive le donazioni tramite PayPal o Patreon.

Sostegno ai giornalisti

I giornalisti indipendenti russi e ucraini in questi giorni sono l’unica fonte diretta di informazioni e, specialmente gli ultimi, sono costantemente a rischio e sotto attacco. Per sostenere il principale giornale di Kyiv, l’Indipendent, è possibile donare tramite piattaforme online come Patreon o GoFoundMe, mentre per sostenere il lavoro di Meduza, giornale online russo indipendente, si può donare tramite il loro sito. Il rischio è di non trovare più la piattaforma funzionante, a causa dei blocchi del governo russo.

Raccolta beni di prima necessità a Milano

A Milano in tantissimi si sono attivati sin dalle prime ore per dare supporto alla popolazione ucraina. Il Consolato ucraino ha diramato una lista di rappresentanti da contattare in tutta Italia. A Milano la sede è in via Ludovico di Breme 11 (zona Certosa) e le persone da contattare per donare sono le seguenti:

  • Ihor, 388 14 71 700
  • Tetiana, 320 02 82 463
  • Tetiana, 388 11 54 567
  • Lesya, 329 27 27 803

Le donazioni si possono portare dalle 9 alle 21 e richiedono con urgenza medicinali e beni di prima necessità come pannolini, assorbenti, cerotti, garze, pomate per ustioni, lacci emostatici, antibiotici generici, farmaci per asma, antidiarroici e gastroprotettori, analgesici, antiemorragici, tappi per le orecchie e flebo. Anche le farmacie vicine al Consolato si stanno attrezzando per la raccolta di medicinali richiesti.

L’associazione Milano Sospesa ha diramato un elenco di punti di raccolta dove portare cibo, medicine e beni di prima necessità. Una vera rete di società no profit solidali in tutta la città.

Importante! Le donazioni di abiti e giocattoli sono più che sufficienti. La richiesta ora è principalmente di medicinali, generatori di corrente, benzina, diesel e cibi a lunga conservazione. Tutti i beni vanno portati in scatoloni ben divisi con scritto chiaramente il contenuto.

Questo l’elenco dei punti di raccolta:

  • Punto principale di raccolta: Comunità ucraina a Milano. Chiesa san Giacomo e Giovanni, via Giuseppe Meda, 50. Tutti i giorni entro le 19, fino a venerdì mattina h. 11
  • Milano Sospesa: Via cuore Immacolato di Maria, 5. Martedì e giovedì 16.30 -18.30 (Zona Ripamonti)
  • AdG Primaria Martinengo Milano: Via F. Martinengo 36, Giardino Pirelli. Martedì 15.30/17 (Zona Corvetto)
  • Comunità Oklahoma onlus: Via Costantino Baroni 228. Tutti i giorni dalle 8 alle 23 (Zona Gratosoglio)
  • Aiutility: Viale Sabotino 13 (Dottoressa Cristina Campanini). Martedì e giovedì pomeriggio 15/17.30 (Zona Porta Romana)
  • CleanBusters!!!: Parrocchia di Fizzonasco, Via Fizzonasco 46 (Pieve Emanuele). Da lunedì a giovedì dalle 18 alle 19. Contattare Cecilia al 339 485 2412
  • Bibliotheco: Via Giuseppe Dezza, 50. Tutti i pomeriggi dalle 15.30 alle 19 (Zona Solari)
  • Alveare Cascina Commenda: Via Amendola, 3. Saletta 2 dalle 9 alle 18 fino al giovedì (Segrate)
  • Te lo regalo – da bimbo a bimbo – Milano: Contattare direttamente il gruppo Facebook per accordi
  • Annalisa Russi, Anna Fiumarelli: Lunedi dopo le 16. Da martedì a giovedì dopo le 20 (Zona Piazzale Abiategrasso)
  • Silvia Seguini: Parrocchia Santi Martiri, Via Ugo Betti, 62. Lunedi 14.30-17. Da martedì a giovedì 9.30-12 e 14.30-17 (Zona San Siro – Uruguay / Bonola)
  • Tendi una mano Milano-Sud Ovest: Contattare direttamente il gruppo Facebook per accordi
  • La Marzia: Casorate Primo (PV). Link alla pagina Facebook.
  • Chiesa Di Madre Teresa Di Calcutta e Ronchetti: Via Fratelli Fraschini. Contattare don Paolo per gli orari allo 02 8261434 (Zona Missaglia)
  • Ingrossiamoci. Associazione Genitori Istituto “Tommaso Grossi”: Via Pietro Colletta 49- Martedì e mercoledì alle ore 8.30 (Zona Viale Umbria)
  • Solidarietà di Quartiere Niguarda Bicocca Bresso: Via P.Luigi Monti 9. Tutti i giorni dalle 17 fino a giovedì (Zona Niguarda). Via Gian Rinaldo Carli, 26, CAF – citofono RD (Zona Affori). Contattare il gruppo Facebook per gli orari.
  • Il Pellicano Arcobaleno: Via Gian Rinaldo Carli, 26. Dalle 9 alle 17 (Zona Affori)
  • Mamusca caffè letterario: Via Davanzati, 2. Contattare la pagina Facebook per accordi.

Il punto di raccolta Mercato Solidando di via Santa Croce 15 richiede con urgenza: doccia schiuma, shampoo, dentifrici, spazzolini da denti, assorbenti, carta igienica, detersivi in polvere in confezioni piccole, pannolini per bambini, latte in polvere, siringhe, guanti sterili, cerotti a rotolo, garze, zucchero in bustine, the, riso, pasta e biscotti.

Anche API (Associazione Poliziotti Italiani), tramite i suoi vertici Gerardo Velotto, Mario Tritto e Paolo Vismara, con il Presidente della AMSI- Associazione medici stranieri in Italia, Foad Aodi, e il Consigliere Diplomatico Prof.ssa Laura Mazza del Movimento Uniti per Unire hanno creato una unità di crisi per dare aiuti umanitari ai profughi dall’Ucraina, in collaborazione con diversi sindaci del Nord Italia, Associazioni italo – ucraine e varie onlus italiane e con il supporto della Protezione Civile.

Per contribuire da Milano i cittadini possono rivolgersi alla API di in via Santa Teresa 6 (zona Piazza Abbbiategrasso), tel. 02 89426411.

Milano Weekend