Pubblicato in: Concerti

Festival di Villa Arconati 2023 con Elio, Natalie Imbruglia e tanti altri

Luigi Maffei 1 anno fa
villa arconati

Il Festival di Villa Arconati giunge alla sua 35esima edizione con un impegno preciso: guardare oltre. L’edizione del 2023 di Castellazzo di Bollate vuole, infatti, “avere uno sguardo ampio, quasi circolare, per raccogliere i tanti pubblici che in tutta la sua storia hanno frequentato il Festival e che hanno sempre mostrato di gradire l’affiancamento di generi tra teatro e canzone” come ribadito durante la conferenza stampa di presentazione al Mind Village.

Il Festival di Villa Arconati 2023 si terrà dal 28 giugno al 13 luglio, con una serata gratuita in anteprima il 24 a Bollate in Piazza della Resistenza.

Dal teatro al pop d’autore: il programma completo

Il concerto apripista di Villa Arconati 2023 vedrà sul palco la Mama Bluegrass Band, “la band country-indie-folk più hot d’Italia” come si autodefiniscono sul loro sito ufficiale. Una ventata di country rock e di altri suoni provenienti dalla vecchia America, in bilico tra Johnny Cash e un film di Russ Meyer.

I cancelli di Villa Arconati si apriranno, però mercoledì 28 giugno con la performance di Andrea Pennacchi. Alle ore 21 l’attore porterà sul palco Poiana e i suoi fratelli, adattamento ambientato in Veneto de Le allegre comari di Windsor di William Shakespeare. Tra cinismo, tenerezza e disperazione, l’attore e regista Pennacchi dà tutta la sua visione di un nord est che è molto di più di quello che vediamo in superficie.

Gli omaggi a Beatles, Jannacci e Battisti

Anche quest’anno Villa Arconati propone un concerto all’alba: toccherà al pianista Fabrizio Grecchi aprire il giorno con le sue note, precisamente domenica 2 luglio alle ore 6.

Il musicista si esibirà in Beatles Piano Solo, una carrellata di canzoni del Fab Four riproposte a modo suo. Un omaggio sentito perché, come spiega lo stesso Grecchi “i Beatles sono il motivo per cui sono diventato un musicista e questo concerto è per me un simbolo per celebrare una vita che, senza di loro, sarebbe stata sicuramente altro“.

Martedì 4 luglio, invece, il Festival di Villa Arconati 2023 accoglierà Raphael Gualazzi. Il cantautore e musicista urbinate, sempre in bilico tra jazz, pop e canzone autorale, presenterà al pubblico il suo nuovo lavoro discografico Bar del sole. Un disco nel quale Gualazzi ripercorre, con il suo stile alcuni, classici firmati Battisti, Battiato, Dalla, Lauzi e altri ancora. Uno sguardo d’amore e follia al meglio della canzone popolare italiana, ovviamente compresi alcuni dei suoi brani.

natalie imbruglia concerto
Natalie Imbruglia

Il giorno dopo, mercoledì 5 luglio, un gradito ritorno in Italia, quello di Natalie Imbruglia. La cantautrice australiana, salita alla ribalta internazionale nel 1997 grazie a Torn, metterà in scena tutti i suoi più grandi successi insieme ai brani di Firebird, l’ultimo lavoro datato 2021.

Lunedì 10 luglio spazio al teatro canzone. Elio, storica voce e leader delle Storie Tese porterà sul palco il suo omaggio a Enzo Jannacci. Con “Ci vuole Orecchio”, ovvero Elio canta e recita Jannacci, l’artista milanese presenterà con ironia le storie di personaggi strani che diventano protagonisti e una grande, potentissima umanità espressa in forma di canzone. La regia dello spettacolo è affidata a Giorgio Gallione.

opera buffa elio
Stefano Belisari in arte Elio

I suoni di New York a Villa Arconati

Mercoledì 12 luglio sarà il turno di un’altra artista internazionale, Suzanne Vega. Californiana di nascita e newyorkese di adozione, Suzanne Vega si è imposta all’attenzione della critica e del grande pubblico con alcuni piccoli e meravigliosi ritratti di situazioni e persone, dettagli che trasformati dalla sua sensibilità in elementi chiave, davano alle sue canzoni uno sguardo diverso.

Dalle serate al Greenwich Village negli anni Ottanta ai grandi concerti in giro per il mondo, la cantautrice statunitense ha fatto della coerenza di uno stile personale il suo biglietto da visita.

A Villa Arconati si esibirà accompagnata dal chitarrista Gerry Leonard, già collaboratore di David Bowie e Laurie Anderson tra gli altri.

La chiusura del Festival di Villa Arconati sarà affidata alla follia musicale dei Too Many Zooz. Giovedì 13 luglio il trio newyorkese proporrà la brass house. Un mix di ovvero jazz, afro, funk, latino e house con sax, tromba, batteria e danze sfrenate.

Per ulteriori informazioni su orari e prezzi dei biglietti è possibile visitare il sito ufficiale del Festival di Villa Arconati.