Pubblicato in: News

In Conservatorio una serata dedicata alla Giornata mondiale della lingua Ebraica

Marco Valerio 4 anni fa

baharierLunedì 19 maggio, presso il Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano si terrà la serata dedicata alla Giornata mondiale della lingua Ebraica. Il titolo che l’incontro assumerà è Abbiamo una lingua. La lingua è l’essenza stessa della cultura ebraica, ed è per questo che è così importante raccontarne la rinascita.

La serata è un’occasione imperdibile per accostarsi alla cultura ebraica attraverso le parole di Haim Baharier (nella foto), maestro di ermeneutica biblica, studioso di linguaggio allievo del grande filosofo Emmanuel Lévinas e di Léon Askenazi.

Sara Ferrari, docente di lingua e letteratura ebraica presso l’Università degli Studi di Milano, in questa circostanza parlerà del sogno che Eliezer Ben Yehuda concretizzò con la nascita dell’ebraico moderno. Ad Alberto Cavaglion, critico letterario e studioso di storia contemporanea, il compito di approfondire il contesto storico.

Modera l’incontro la professoressa Maria Modena Mayer che ha ricoperto per anni, presso l’Università degli studi di Milano, le cattedre di Filologia e Lingue semitiche comparate e lingua e letteratura ebraica.

Il proseguimento musicale della serata è affidato alla straordinaria voce vellutata di Yonit Shaked Golan, per la prima volta in Italia. Sarà accompagnata al pianoforte da Zvi Semel, della Jerusalem Academy of Music and Dance.

La serata dedicata alla Giornata mondiale della lingua Ebraica si svolgerà presso la Sala Puccini del Conservatorio di via Verdi e avrà inizio alle ore 21.

All’evento aderiscono Adei-Wizo, Ame, Amici dell’Università di Gerusalemme, Keren Hayesod, Keren Kayemeth Le Israel. L’ingresso è libero.

Etichette: