Pubblicato in: News

Artisti di strada Milano: nasce Stradaperta

Musicisti, clown, giocolieri, mimi: le strade di Milano ospitano da sempre numerosi artisti di strada, una risorsa di creatività e allegria per la città. Per questo nasce oggi Stradaperta, un software per la prenotazione e gestione di oltre duecento postazioni sparse in tutto il territorio meneghino in attuazione del nuovo “Regolamento per la disciplina delle Arti di Strada”, approvato dal Consiglio comunale il 17 settembre scorso.

Stradaperta rappresenterà uno strumento innovativo, all’avanguardia in Europa e messo a punto dalla Federazione nazionale Arte di Strada, per una corretta gestione dell’arte di strada, a beneficio sia degli artisti sia della cittadinanza.

Per la prima volta a Milano non solo gli artisti potranno prenotare direttamente la loro postazione, ma i cittadini potranno conoscere anticipatamente, e in tempo reale, il programma di attività che vivacizza il territorio.

Questa semplificazione amministrativa non è fine a se stessa: l’auspicio è che possa attirare molti artisti provenienti da ogni parte d’Italia e del mondo che abbiano così modo di esibirsi a Milano, in qualità di protagonisti di un vivace panorama artistico in cui possano esprimersi liberamente.

Una mano tesa ai giovani, quindi, e un modo per aumentare l’appeal della città.

“Gli artisti di strada – ha dichiarato Chiara Bisconti, assessora al Tempo libero, Benessere e Qualità della Vita – sono  una risorsa capace di contribuire a cambiare il volto della città””.

Ѐ stata inoltre introdotta per i mestieri (ritrattisti, pittori, scultori, esoterici, truccatori) una rotazione delle postazioni con frequenza non superiore ai tre mesi, (in precedenza era un anno), soprattutto al fine di consentire a un numero maggiore di soggetti di poter occupare le postazioni individuate; gli artisti, invece, avranno la possibilità di disporre delle postazioni individuate per slot di tre ore e per un massimo di quattro giorni consecutivi, dalle 9 alle 24, fatte salve alcune limitazioni (ad esempio nei parchi pubblici soggetti ad apertura e chiusura dei cancelli).

Per maggiori informazioni www.stradaperta.it