Pubblicato in: News

Adidas e Fubles danno vita alla Battle World Cup

Marco Valerio 5 anni fa
battle world cup adidas fubles

battle world cupIeri sera con la partita fra Brasile e Croazia è iniziato ufficialmente (non senza polemiche) il ventesimo Campionato del Mondo di calcio. In contemporanea all’inizio del Mondiale è partita un’iniziativa lanciata da Adidas e Fubles con l’obiettivo di rendere gli appassionati protagonisti di una sorta di competizione mondiale parallela.

Dal 12 giugno fino al 13 luglio, infatti, avrà luogo a Milano la Battle World Cup, organizzata da Adidas (uno degli sponsor tecnici principali della manifestazione mondiale) e Fubles. Il brand a tre strisce e la community del calcetto hanno dato vita alla Battle World Cup, vale a dire un torneo basato su sfide due contro due in cui le nazionali Fubles dei 32 paesi si daranno battaglia per eleggere la squadra Campione del Mondo.

La Battle World Cup si configura come una vera e propria sfida tra tifosi che sarà ospitata all’Adidas Battle Arena, un campo da calcetto galleggiante appositamente costruito sul Naviglio Grande di Milano per partite 2vs2.

Per poter partecipare alla Battle World Cup è necessario andare sul sito Fubles.com alla pagina dedicata all’apposito evento (http://www.fubles.com/battleworldcup), creare il proprio account o loggarsi, selezionare la squadra del cuore e scendere in campo.

La Battle World Cup prevede una fase di qualificazione a otto gironi da quattro squadre e una fase eliminatoria a sedici squadre i cui raggruppamenti di partenza coincidono con quelli del Mondiale brasiliano attualmente in corso. Le partite si giocheranno in contemporanea a quelle della Coppa del Mondo e scenderanno in campo squadre composte da giocatori di Fubles “simpatizzanti” dei rispettivi team nazionali.

Il torneo Battle World Cup è solo uno degli eventi che animeranno nel mese dei Mondiali lo spazio Naviglio Mundial, un vero e proprio villaggio dedicato ai Mondiali, allestito sul Naviglio Grande di Milano, dove sarà possibile guardare le partite grazie alla presenza di tre maxischermi.