Pubblicato in: Cinema

La 21esima edizione del Milano Film Festival torna a essere itinerante

milano film festival 2018
Fotogramma da The Dive

21esima edizione per il Milano Film Festival, che quest’anno è guidato dal nuovo direttore artistico Gabriele Salvatores – in co-direzione con Alessandro Beretta: i battenti della manifestazione aprono venerdì 28 settembre per poi chiudersi domenica 7 ottobre.

Il più grande festival cinematografico milanese continua imperterrito con la sua offerta di altissima qualità, sempre a cavallo tra cinema indipendente, ricerca di nuove forme e narrazioni, e flirt con il mainstream. Tra i partner di questa nuova annata sia Lavazza che CHILI, oltre che Fastweb Digital Academy.

Innumerevoli le location dell’edizione attuale, sparse per tutta la città: il quartier generale si trova in piazza XXV Aprile, ma le proiezioni e gli eventi si terranno anche all’Anteo Palazzo del Cinema, Piccolo Teatro Studio Melato, Cineteca Spazio Oberdan, BASE Milano, Palazzo Litta e Cascina Cuccagna.

Il programma della XXIII edizione è composto dai 2 concorsi internazionali (8 lungometraggi e 38 cortometraggi), 3 nuove sezioni (Ultra Reality, My Screen, Art Cinema), e le diverse rassegne che ne hanno fatto la storia (The Outsiders, Focus Animazione, VideoEspanso, milano film festivalino). Previsto un omaggio a Matteo Garrone lunedì 1 ottobre alle 20, alla Cineteca Spazio Oberdan, così come rassegne su temi scottanti come quella dell’Immigration Day, martedì 2 ottobre alle 19, al Piccolo Teatro Studio Melato.

Tra i pezzi forti del Milano Film Festival anche il fuori concorso di The Outsiders: in anteprima italiana Le livre d’image di Jean-Luc Godard e Climax di Gaspar Noé, entrambi premiati a Cannes, oltre a U-July 22 di Erik Poppe, sulla strage di Utøya.

Opening film della sezione, all’incrocio tra genere e autorialità, The World is Yours, scatenato gangster movie europeo di Romain Gavras, regista di discussi videoclip, con Vincent Cassel e Isabelle Adjani, in anteprima italiana. Senza dimenticare il kitch brillante e paradossale di Diamantino di Gabriel Abrantes e Daniel Schmidt, vincitore alla Semaine della Critique.

Ricco anche il calendario di eventi e serate speciali: una doppia proiezione della copia appena restaurata di Grease (martedì 2 ottobre alle 20; mercoledì 3 ottobre alle 21.30), e a seguire una serata a tema in piazza XXV Aprile (mercoledì 3 ottobre alle 19); la serata tra cinema e musica con Raiz (giovedì 4 ottobre dalle 19); l’evento in collaborazione con HotCorn per festeggiare i vent’anni di The Big Lebowski (venerdì 5 ottobre alle 22, all’Anteo Palazzo del Cinema).

Dal tramonto a tarda notte, ogni giorno, la musica del Festival anima piazza XXV Aprile: una programmazione che alterna dj set a concerti dal vivo – a cura di Matteo Saltalamacchia di Buka – all’insegna del crossover e del weirdo. Non mancheranno, infine, incontri e appuntamenti con registi e ospiti internazionali, all’HotCorn Social Club in piazza XXV Aprile ogni giorno a partire dalle 18.

Confermati gli storici appuntamenti del Festival: il Focus Animazione, con proiezioni dedicate al meglio dell’animazione contemporanea tra cui l’imperdibile Maratona Animazione, la lunga e appassionante notte di corti animati d’autore (lunedì 1 ottobre dalle 20.30, all’Anteo Palazzo del Cinema); il doppio appuntamento con VideoEspanso, l’esplorazione delle nuove traiettorie dei video musicali (sabato 29 settembre alle 22.30, e mercoledì 3 ottobre alle 22, al Piccolo Teatro Studio Melato), e il milano film festivalino, il Festival formato bambino (sabato 29 e domenica 30 settembre, Piccolo Teatro Studio Melato; sabato 6 e domenica 7 ottobre, Cascina Cuccagna).

Per il programma completo del Milano Film Festival 2018 si rimanda al sito ufficiale.

Per conoscere tutti gli appuntamenti cinefili di Milano non perdete il nostro #spiegonecinema

Potresti essere interessato a: