Pubblicato in: Libri

Festival dei diritti Umani: basta “pochi che decidono per tutti”

Festival dei diritti umani a Milano
Foto da Pixabay

Da martedì 20 a sabato 24 marzo 2018 si svolgerà il Festival de Diritti Umani alla Triennale di Milano. Questo evento ha il fine di sensibilizzare la cittadinanza sui diritti umani.

Il messaggio è quello di denunciare le loro violazioni e sostenere, dando rilievo, a chi ogni giorno difende e porta avanti i nostri diritti.

“Una. Per tutti. Non per pochi” è il nome di questa terza edizione che tratterà il tema della devastazione della Terra e di come questo incide negativamente  sui diritti umani. In particolar modo si discuterà sul ruolo di questi “pochi che decidono per tutti”, che mettono a serie rischio diritti elementari come  la salute, il cibo, la vita.

L’ingresso, dalle ore 9, al Festival dei Diritti Umani è libero e gratuito, fino a esaurimento posti.

Festival dei Diritti Umani a Milano: il programma

Durante la mattina sono previsti appuntamenti pensati appositamente per gli studenti delle superiori con proiezioni di documentari e testimonianze.

Nel pomeriggio e in serata sono in programma documentari e film accompagnati da dibattiti con intellettuali e studiosi italiani e internazionali. Non mancherà, inoltre, una mostra fotografica.

Per maggior dettagli sul programma, vi invitiamo a visitare il sito ufficiale del Festival.

Martedì 20 marzo

Teatro dell’Arte e Salone d’Onore, ore 9.30

Economia, ecologia, etica. Le imprese eccezionali

Teatro dell’Arteore 17.00

Frontera invisible di Nicolás Richat

Salone d’Onore, ore 14.30

Ambiente e diritti indigeni: La foresta Mau in Kenya

Salone d’Onore, ore 18.00

Il futuro è già entrato in noi. Cambiamenti climatici e violenza, nella vita e nella letteratura

Salone d’Onore, ore 19.30

Vernissage dei progetti fotografici vincitori del contest #ioalzolosguardo.

Teatro dell’Arte, ore 20.30

“Grain” di Semih Kaplanoglu (Turchia/Germania/Francia/Svezia 2017, 127’) Introduzione di Claudia Sorlini

Mercoledì 21 marzo

Teatro dell’Arte e Salone d’Onore, ore 9.30

Tanti, maledetti e subito. Ma così i cibi non sono buoni…

Teatro dell’Arte, ore 17

“Food coop” di Thomas Boothe (Francia 2016, 97’)

Teatro dell’Arte ,ore 18.40

“La ville engloutie” di Anna De Manincor

Giovedì 22 marzo

Teatro dell’Arte e Salone d’Onore, ore 9.30

Acqua: un bene di tutti, non per pochi. Non sprechiamola e non inquiniamola

Teatro dell’Arte,ore 17

“The weather forecast” di Ivan Tverdovsky (Russia 2016, 45’)

Teatro dell’Arte, ore 17.50

“Chasing houses” di Justin Time (Germania/Usa 2017, 56’)

Salone d’Onore, ore 18

Acqua: un diritto promesso a tutti, a disposizione di pochi.

Salone d’Onore, ore 19.30

In collaborazione con Emergency: Crepe di Andrea Kunkl

Teatro dell’Arte, ore 20.30

“Greetings from Fukushima” di Doris Dörrie(Germania 2016, 104’)

Venerdì 23  marzo

Teatro dell’Arte e Salone d’Onore, ore 9.30

Un clima di paura. Climate change, società fragili e grandi migrazioni

Teatro dell’Arte,ore 17

“The last nomads di Ham” di Ben Ahmed (Tunisia 2016, 61’)

Teatro dell’Arte, ore 18.05

“Small people. Big trees” di Vadim Vitovtsev (Russia 2016, 45’)

Salone d’Onore, ore 14.30

Medici e avvocati: un patto anti-inquinamento

Salone d’Onore, ore 18

Porte chiuse. I migranti climatici e l’Europa

Teatro dell’Arte, ore 20.30

“Psiconautas, los niños olvidados” di Pedro Rivero e Alberto Vázquez (Spagna 2015, 76’)

Sabato 24 marzo

Salone d’Onore, ore 10

“Una globalizzazione dal volto umano – Keynote speech” di Khalid Malik

A seguire: Il nostro capitale: economia e diritti umani

Salone d’Onore, ore 14.30

“World Access to Modern Energy” di Marco Garofalo, Matteo Leonardi, Pippo Ranci

Salone d’Onore, ore 15

In prima linea. I popoli indigeni vittime dei cambiamenti climatici e dell’avidità del business

Teatro dell’Arte,ore 10

“Invisible frontier” di Nicolás Richat

Teatro dell’Arte, ore 10:30

“La terre abandonnée” di Gilles Laurent (Belgio 2016, 73’)

Teatro dell’Arte, ore 11:45

“Small people. Big trees” di Vadim Vitovtsev (Russia 2016, 45’)

Teatro dell’Arte,ore 12:30

Food coop di Thomas Boothe (Francia 2016, 97’)

Teatro dell’Arte,ore 14:10

“La ville engloutie” di Anna De Manincor(Francia 2016, 66’)

Teatro dell’Arte, ore 15:15

“The last nomads” di Hamdi Ben Ahmed (Tunisia 2016, 61’)

Teatro dell’Arte, ore 16:15

“The weather forecast” di Ivan Tverdovsky (Russia 2016, 45’)

Teatro dell’Arte, ore 17

“Chasing houses” di Justin Time

Salone d’Onore, ore 18

Premiazione dei documentari in concorso

A seguire: Proiezione del documentario vincitore del Premio Reset-Diritti Umani

Teatro dell’Arte, ore 20.30

“Lerd (A man of integrity)” di Mohammad Rasoulof (Iran 2017, 120’)

  • Viale Emilio Alemagna, 6, 20121 Milano MI, Italia
  • Dal al

Non perderti un evento a Milano!

Ricevi solo eventi utili grazie alla Newsletter curata da Andrea

Aggiungiti agli altri 16.000 della community!