Pubblicato in: Teatro

Dance Explosion 2018: la danza riaccende il Teatro Martinitt

Dance Explosion 2018

Torna a infiammarsi di energia il palco del Teatro Martinitt con Dance Explosion. È infatti giunta alla sua quarta edizione, la rassegna dedicata alla danza, che sin dal 2015 (anno dell’Expo) è stata proposta nel teatro milanese che ha appassionato il pubblico, avvicinandolo alle tante e contemporanee forme di danza.

Quarto anno e quattro saranno anche gli spettacoli del mini-cartellone in calendario dal 15 al 22 settembre 2018, diversi nei ritmi e nel genere, per abbracciare una platea più ampia e proporre performance giovani e innovative, per condividere e comprendere nuove forme coreutiche e stili che oggi spopolano nei palchi di tutto il mondo. Le acrobazie del circo e il musical, la danza contemporanea sperimentale e lo swing saranno protagonisti in scena. Ecco di seguito le sintesi e date degli spettacoli.

Dance Explosion 2018: il programma

— Sabato 15 settembre 2018: ‘Plasma‘ della Compagnia Courant d’Cirque, direzione artistica di Sarah Simili, Tania Simili e Vanessa Pahud

Apre la rassegna uno spettacolo di circo contemporaneo con artisti che arrivano da Svizzera, Belgio ed Europa. Plasma è un racconto fra danza e materia, corpo e anima, spazio ed emozioni come la rabbia o il disgusto, nella lettura del nostro pianeta invaso dalla plastica. Bambole di gomma e palloncini, sono giochi e diventano estensioni delle danzatrici, mentre veli trasparenti e teli di plastica si fanno motore per il movimento e materia soffocante.

— Domenica 16 settembre: ‘Dancing in New York‘  della Compagnia Adriana Cava Dance Company, coreografie a cura di Adriana Cava

Lo cantava Lisa Minelli che New York è la città che non dorme mai, ma è anche la Grande mela con i teatri di Broadway, in cui musical e spettacolo vivono e fanno scuola, registrando ogni giorno sold out e proponendo da anni show inimitabili, pieni di straordinari interpreti, dallo stile copiato in tutto il mondo. La coreografia di Adriana Cava accompagna il pubblico in un viaggio, da Central Park al terribile Ground Zero, con i danzatori che si muovono sulle celebri colonne sonore, interpretate dalle voci di Fabrizio Voghera e Tania Tuccinardi.

— Venerdì 21 settembre: ‘Scarpa| Shoe – rundi Collettivo Trasversale, coreografie di Macia Del Prete

La coreografa assicura: “è uno spettacolo per curiosi, affamati e criticoni!”. L’ensemble dei danzatori in scena rappresenta i nostri giorni, fatti di acquisti compulsivi e di voglie irrefrenabili: l’oggetto del desiderio è la “scarpa”, simbolo e segnale per status symbol, elemento di gioco e ingombro scenografico, per uno spettacolo che rimane sospeso fra improvvisazione e ironica rappresentazione del consumismo e di come questo ci divora.

— Sabato 22 settembre: ‘Swing Fever‘ di Jumpin’ Joe and Friends, coreografie e regia a cura di Joe Lampugnanii

La febbre dello swing infiamma il Teatro Martinitt con l’energia della compagnia Jumpin’ Joe and Friends, che regalano un salto nei gioiosi anni ’30 e ’40, quelli del tip-tap e del charleston, del lindy-hop e del ragtime. Vestiti colorati vaporosi, acconciature di boccoli e ritmi coinvolgenti faranno il resto per uno spettacolo, tutto da applaudire al ritmo di tacchi e punte, ripensando ai mitici Gene Kelly e Fred Astaire, o rifacendosi ai successi del cinema degli ultimi anni, come The artist e Lalaland.

RIASSUMENDO

Dance Explosion, dal 15 al 22 settembre 2018

Teatro Martinitt

ORARI: h 21

PREZZI: intero 22€; ridotto 16€; mini abbonamento 40€ per 3 spettacoli.

Potresti essere interessato a: