Pubblicato in: News

Weplanet mette all’asta i globi di Milano per la ricerca medica e l’ambiente

Redazione 4 giorni fa
globi-weplanet-milano

Il 23 novembre si è conclusa la mostra Weplanet: 100 globi per un futuro sostenibile con un’asta benefica organizzata da Sotheby’s e ospitata al MiCo – Milano Convention Centre grazie al supporto di Fondazione Fiera Milano. Il ricavato sarà devoluto a ForestaMi, in particolare all’Associazione Parco Segantini Onlus, all’Ospedale Niguarda e alla Fondazione Umberto Veronesi per la ricerca scientifica d’eccellenza contro i tumori, e alla Fondazione Progetto Arca Onlus che opera a sostegno dei poveri per l’assistenza e l’ integrazione.

L’ Associazione WePlanet si adopererà per raccogliere ulteriori fondi attraverso le opere che non sono state battute all’Asta, confermando il suo impegno per la sostenibilità non solo dell’ambiente, ma anche della socialità e dell’integrazione, della difesa della vita.

Le opere , in plastica riciclata, sono state elaborate artisticamente secondo diversi temi da giovani artisti dell’Accademia delle Belle Arti di Brera, e da artisti e designer famosi che hanno interpretato tematiche e valori della sostenibilità utilizzando come tela il grande supporto sferico. I 100 globi sono stati in mostra a Milano dal 27 agosto 2021 in piazze e punti centrali della città.

Contest fotografico “Caccia al globo”: i vincitori

Ci avete mandato oltre 150 foto ritraenti i globi di Milano, ognuno con una chiave di lettura resa personale dalla fotografia. Tra questi abbiamo selezionato le 20 fotografie vincitrici, alle quali alleghiamo la descrizione dei globi ritratti.

Ringraziamo tantissimo chiunque ci abbia inviato una sua fotografia, mettendosi in gioco e diventando turista della propria città. A presto con altri contest!

Autore della foto: Ilaria Perin
  • Titolo opera: Io sono il fuoco
  • Autore: Arianna Ferrero
  • Mecenate: Edilkamin
  • Location: Piazza del Duomo  – Carreggiata Carminati
  • Il Globo: Il fuoco. cuore pulsante del nostro pianeta, simbolo di energia, passione, vita,  protagonista della civiltà umana. Con due  grandi occhi vuole dare “umanità” al nostro pianeta sottolineando il ruolo che il fuoco può avere per la sostenibilità futura. Non solo ardere ma anche rinascere.
Autore della foto: Annalisa Busnelli
  • Titolo operaGlobo Oculare
  • Autore: Momi
  • Mecenate: Medivis
  • Location: Piazzetta Reale
  • Il Globo: L’opera è la rappresentazione del più straordinario e affascinante organo del corpo umano, l’occhio. Se non c’è luce non puoi vedere. “Un occhio sul mondo”! Prodigiosa fotocamera integrata al cervello per osservare il pianeta che ci circonda. Il nostro cervello disegna il mondo attraverso i nostri occhi.
Autore della foto: Lorenza Castelli
  • Titolo opera: Grana Padano DOP nutre il pianeta
  • Autore: Caterina Lanza
  • Mecenate: Grana Padano
  • Location: Piazza della Scala
  • Il Globo: Le terre emerse del globo vogliono descrivere la diffusione di questo prodotto e ne raccontano la consistenza, creata da latte crudo, pasta dura e cotta, a lenta maturazione. Passione per il territorio, dal desiderio di tramandare una tradizione millenaria in tutti il mondo. La Natura della terra.
Autore della foto: Ilaria Perin
  • Titolo opera: Life is beautiful
  • Autore: Paola Buratto Caovilla
  • Mecenate: Associazione WePlanet
  • Location: Piazza della Scala
  • Il Globo: Il mondo si sta lentamente sciogliendo. Ascoltiamo questo HELP  che attraversa il globo e piantare, piantare, coltivare la terra, rispettandola, amandola, curandola e vedremo che alla fine, con il nostro globale impegno RIFIORIRÀ….RIFIORIRÀ e con lei noi RINASCEREMO MIGLIORI.
Autore della foto: Simona Proserpio
  • Titolo opera: React
  • Autore: Fabio Pietrantonio
  • Mecenate: Associazione WePlanet
  • Location: Via Mercanti
  • Il Globo: React è l’invito a mettere in atto questo cambiamento dalle radici del nostro sistema.
Autore della foto: Annalisa Busnelli
  • Titolo opera: Una Nuova alba per il nostro pianeta
  • Autore: Alessia Lattanzio
  • Mecenate: Cofidis Spa
  • Location: Via Dante
  • Il Globo: Un’alba di colori  che avvolge terre e mari, senza distinzioni o confini. La luce vibrante del sole emerge esprimendo stabilità e ascolto. Un raggio di luce abbraccia il globo dando dinamicità. L’opera intende esprimere la potenza ed energia che la natura ci offre, invitandoci ad usarla con consapevolezza e rispetto. Crea un’immagine di speranza, che vi sia sempre una nuova alba per il nostro pianeta, così come la possibilità di trovare le giuste soluzioni per salvaguardarlo.
Autore della foto: Ilaria Perin
  • Titolo opera: Paint Your Future!
  • Autore: Sebastián Cares Peralta
  • Mecenate: Gruppo Boero
  • Location: Corso Como
  • Il Globo: Un invito a tutti a fare la propria parte nel dar “nuovi colori” al nostro pianeta, e alle prospettive che lasciamo alle generazioni future. Ognuno è responsabile con le proprie azioni.  Trattato con una calce naturale per dare risalto ai continenti, l’idea della pennellata realizzata con tecniche innovative dà  risalto ai colori e all’opera stessa.
Autore della foto: Vanessa Accetta
  • Titolo opera: Rinascita
  • Autore: Marco Scali
  • Mecenate: Associazione WePlanet
  • Location: Piazza Cadorna
  • Il Globo: Non possiamo ipotizzare di non progredire, sono infiniti i settori dove c’è la necessità di evolvere per una migliore qualità della vita, tuttavia ci troviamo di fronte alla reale necessità di porre rimedio ai danni provocati dalla perdita di controllo dell’avanzamento del progresso e del consumismo. Solo la collaborando tutti insieme riusciremo a offrire le dovute cure al nostro pianeta e  la rinascita sarà garantita.
Autore dello scatto: Giovanna Geraci
  • Titolo opera:  Un mondo di passioni, un mondo di idee
  • Autore: Eleonora Franco
  • Mecenate: Mondadori Media
  • Location: Corso Vittorio Emanuele
  • Il Globo: Unione delle varie anime della comunicazione: un mondo social multimedia che include magazine, web, social ed eventi. Al centro ci sono gli interessi e le passioni dei lettori ed utenti. Sul globo, infatti, sono state inserite delle sagome che rappresentano ognuno di questi interessi, in particolare: Cooking, TV/Entertainment, Fashion, Health, Tech&news, Beauty, Design, Parenting, Kids.
Autore della foto: Terry Zaffaina
  • Titolo opera: The sea of responsibility
  • Autore: Andrea Boschetti – Metrogramma
  • Mecenate: Fassi GRU S.p.A.
  • Location: Corso Vittorio Emanuele
  • Il Globo: La terra sta soffrendo. Un invito alle persone per riflettere e prendere  coscienza che le azioni umane hanno delle conseguenze.  La terra soffre della mancanza di senso di comunità, l’unica opportunità di salvezza del pianeta risiede nella capacità di tornare responsabilmente a pensare a vivere da comunità. Il messaggio è rappresentato da Un mare di responsabilità che dobbiamo cominciare ad accollarci, lasciando alle generazioni future quella di ricostruire una storia, la loro storia.
Autore della foto: Annalisa Busnelli
  • Titolo opera: Deserti sommersi
  • Autore: Giovanna Lysy
  • Mecenate: ICONS
  • Location: Piazza Cadorna
  • Il Globo: Materiale: lana d’acciaio, vetro, ferro. “Desertificazione e terre usurate dall’uso e l’abuso sconsiderato dell’uomo. È qui che l’artista vuole soffermarsi e riflettere. Le molle rappresentano l’esplosione di un pianeta saturo di maltrattamenti”.
Autore dello scatto: Giovanna Geraci
  • Titolo opera: Umani per Progetto Arca
  • Autore: Momi
  • Mecenate: Fondazione Progetto Arca Onlus
  • Location: Corso Vittorio Emanuele
  • Il Globo: La realizzazione del globo per Fondazione Progetto Arca Onlus si è basata sulla collaborazione sinergica tra Momi e Stefano D’Andrea, autore del libro Umani a Milano per Progetto Arca. L’obiettivo del progetto (e del libro di fotografie e testimonianze da cui prende ispirazione quest’opera) è quello di “accorciare le distanze, guardare oltre le apparenza e dare voce a chi non ce l’ha.” Il globo pone quindi in primo piano i volti di tutti i protagonisti del libro, contornati da una linea che serve a dare valore non solo ad ogni singola persona, ma alla comunità intera.
Autore della foto: Marisa Serafini
  • Titolo opera:  Non si vede bene che col cuore
  • Autori: NM-Architetti – Riccardo Zanazzi
  • Mecenate: Impresa Bergamelli
  • Location: Stazione Centrale | Galleria delle Carrozze
  • Il Globo: L’opera prende in prestito da forse il più noto romanzo del ‘900, Il Piccolo Principe di Antoine de Saint-Exupéry, amato ancora oggi da adulti e bambini, la famosa immagine del protagonista sul suo minuscolo asteroide e uno degli insegnamenti che questa storia trasmette: il Piccolo Principe, percorrendo il suo viaggio tra i mondi, ha imparato il significato di gesti quali l’addomesticare, l’accudire, l’ascoltare e l’amare, capendone l’importanza per salvaguardare le relazioni e, nel suo caso, la Natura del suo mondo. Il messaggio è l’augurio che ognuno, nel suo piccolo, possa imparare ad essere un po’ come il Piccolo Principe, prendendo coscienza che l’intero nostro Pianeta è un essere vivente, e come tale va ascoltato, protetto e curato, così che possa anche essere salvato da quel destino che sembra ormai segnato.
Autore della foto: Serena Capasso
  • Titolo opera: The Future is unwritten
  • Autore: Francesco Librizzi
  • Mecenate: ABN Onlus
  • Location: Policlinico | Aree interne
  • Il Globo: Tutti i bambini hanno diritto di sognare un futuro in grande.  Un mondo che DEVE essere scritto, una bambina stampata in tre D alza un braccio per toccare il GLOBO che è il SUO mondo, a lei va dato il diritto di scrivere il suo futuro. Il globo scrivibile è  infatti la metafora del futuro, inteso come Il diritto  di tutti i bambini della terra di essere curati, assistiti e guariti. I bambini sono la speranza di tutti i popoli. The future is Unwritten vuole essere messaggio di speranza e di futuro. I bambini e l’infanzia sono da sempre grande fonte di ispirazione per scrittori, letterati, poeti e pensatori. L’infanzia resta un periodo magico, indimenticato, rievocato nei momenti più bui della propria vita e soprattutto resta un periodo per certi versi misterioso: la gioia, l’entusiasmo, la paura ma anche il coraggio e tutti gli altri sentimenti che caratterizzano i primi anni di vita sono senz’altro spunto di riflessione profonda. Un bambino può insegnare sempre tre cose ad un adulto: A essere contento senza motivo. A essere sempre occupato con qualche cosa. A pretendere con ogni sua forza quello che desidera.
Autore della foto: Marisa Serafini
  • Titolo opera: FAS e Legambiente
  • Autori: Chiara Valentini, Silvia Capruzzi; Eduardo Salazar; Lorenzo Talamonti; Michela Maria Lucia Ruggiero; Maria Raquel Martinez Gonzalez
  • Mecenate: Gruppo FAS – Ferrante Aporti Sammartini
  • Location: Via Sammartini | Angolo Via Tofane
  • Il Globo: Un mondo colonizzato dall’uomo, con continenti di mattoni grigi, cui si contrappone l’energia dei giovani rappresentata dai graffiti che invadono gli oceani e i mari. Ma al di sopra di tutto, la natura chiede di riprendere il suo ruolo: così una pianta di Glicine sarà piantata accanto al Globo e lo “abbraccerà” crescendo su una struttura. Il Glicine è stato scelto perchè già simbolo di resistenza e amore del quartiere; FAS e Legambiente ne hanno adottato uno “storico”, piantato per amore nel 1964.
Autore della foto: Ilaria Perin

Da sinistra:

  • Titolo opera: Ecce Mundus
  • Autori: Momi  –  Riccardo Zanazzi
  • Mecenate: Focus
  • Location: Piazza Duca D’Aosta
  • Il Globo: La Terra, un puzzle a soqquadro da rimettere a posto

———————————————

  • Titolo opera:  Il Terzo Paradiso per We Planet
  • Autore: Noemi Sinigallia
  • Mecenate: Fondazione Progetto Arca Onlus
  • Location: Piazza Duca D’Aosta
  • Il Globo: Con il patrocinio di Cittadellarte -Fondazione Pistoletto Onlus, l’opera è l’unione di due opere ispiratrici realizzate da Michelangelo Pistoletto. Proprio come la prima Sfera di Pistoletto (1966), è ricoperto di pezzi di giornale sovrapposti, ma al posto delle pagine dei tre quotidiani americani utilizzate in passato dall’artista sono stati incollati alcuni ricavati di giornali ecosostenibili.

———————————————

  • Titolo opera: MEDITERRANEO: un mare di contraddizioni
  • Autore: Fred Salsa
  • Mecenate: Stelle Blu del Mediterraneo
  • Location: Piazza Duca D’Aosta
  • Il Globo: Cinque  slogan legati a diverse associazioni e personalità aventi in comune l’impegno per la salvaguardia e la tutela di un mare che tutti possano vivere.
Autore della foto: Giovanna Geraci
  • Titolo opera: Un mare di rispetto
  • Autore: Fred Salsa
  • Mecenate: One Ocean Foundation
  • Location: Piazza San Babila
  • Il Globo: Rispetto dei fondali marini. Linee circolari concentriche abbracciano e difendono la superficie marina in cui emergono i coralli, come One Ocean protegge e si preoccupa della salvaguardia degli oceani.
Autore della foto: Marisa Serafini
  • Titolo operaIl Giudizio universale, conseguenze di incuria umana…
  • Autore: Federica Borghi
  • Mecenate: ICONS
  • Location: Stazione Centrale | Galleria delle Carrozze
  • Il Globo: Realizzata in policromi di materiale plastico, acrilico e china. Proseguendo sul linguaggio delle sue sculture “Teste” l’artista ipotizza una vendetta del pianeta terra contro la violenza e l’incuria umana, un rogo di coscienze alterate dalla bramosia della prevaricazione, l’uomo riuscirà a salvarsi dalla sua stessa violenza? Il tessuto stampato che ricopre il Globo è gentilmente offerto da Erica Industria Tessile Spa di Varese.
Autore della foto: Ilaria Perin
  • Titolo opera: Perlaterra
  • Autori: Riccardo Gusmaroli, Francesco Fregapane, Roberto Pogliani, Elisabetta Renolfi
  • Mecenate: Philips
  • Location: Niguarda | Aree interne
  • Il Globo: L’idea è nata dal tema della resilienza e la perla è un esempio tratto dalla natura che ancora una volta ci fa da maestra.. La perla è talmente preziosa che è da tutelare.  L’opera consiste in una grande perla sferica. Il globo di plastica riciclata, caratterizzato dai rilievi dei continenti, è stato uniformato e levigato per diventare una sfera perfettamente liscia dipinta con vernice cangiate ad effetto madreperla
Autore della foto: Marisa Serafini
  • Titolo operaDalla Terra, per la Terra
  • Autore: Giorgia Montanari
  • Mecenate: Inalca – Gruppo Cremonini
  • Location: Stazione Centrale| Galleria delle Carrozze
  • Il Globo: La circolarità di un eco-sistema complesso, antico e indissolubile, che da sempre lega l’essere umano al bovino. Da sempre il progresso delle culture conosciute nel mondo è stato accompagnato dal bovino: dove c’è il bovino c’è la civiltà e dove c’è la civiltà c’è il bovino. L’opera omaggia l’immagine del bovino al pascolo. Le orme, diretta testimonianza del suo passaggio, originano un verde rigoglioso e brillante e diventano metafora della circolarità di questo straordinario eco-sistema. Il mare di terra dialoga con le aree ricoperte di muschio, sinonimo della vita che eternamente si rigenera. Dalla terra, per la Terra.