Pubblicato in: Evergreen

Vigevano, il gioiello del pavese a pochi chilometri da Milano

Arianna De FeliceArianna De Felice 3 settimane fa
vigevano cosa vedere
Foto: Wikipedia - Alessandro Vecchi

A poca distanza da Milano si trovano delle piccole città a volte note anche solo per le meravigliose mostre che spesso ospitano. Tra queste troviamo Pavia, di cui vi avevamo già raccontato cosa vedere, ma anche Vigevano.

Cosa vedere a Vigevano

La bella Vigevano viene spesso presa d’assalto per le belle mostre che ogni anno ospita. Ma le sue meraviglie sono anche nei palazzi, nelle vie e nelle piazze.

Tra i simboli di Vigevano vi è la Torre del Bramante. I gradini sono molti, ma la vista da lassù non lascerà certo insoddisfatti. La prima pietra per la sua costruzione risale al 1198 ma solo con Ludovico il Moro che la commissionò al Bramante iniziò ad assumere l’aspetto che vediamo oggi. Qualche secolo dopo questa stessa torre ispirò il Filarete nella costruzione di quella del Castello Sforzesco.

In ultimo, ma non certo per importanza, il Castello di Vigevano. Esso è uno dei complessi fortificati tra i più grandi d’Europa. La sua costruzione iniziò nel 1345, ma il vero genio architettonico avvenne con Ludovico il Moro che coinvolse il Bramante e Leonardo da Vinci.

vigevano

A spasso per il salotto di Vigevano: Piazza Ducale

La cartolina di Vigevano però è sicuramente il suo bellissimo salotto, ammirato in tutta Italia: piazza Ducale.

La piazza in stile rinascimentale si presenta in modo imponente per la sua lunghezza, che raggiunge circa 134 metri. Tutto intorno si trovano i portici, i bar coi loro tavolini all’esterno per poterla ammirare sorseggiando un buon caffè e ammirando anche la bellissima pavimentazione. Osservate anche i comignoli sui tetti che completano il quadro e sono tutti diversi tra loro. Infine, sul quarto lato della piazza si trova il Duomo di Sant’Ambrogio.

Voluta da Ludovico il Moro nel 1492 la piazza aveva lo scopo di ingresso regale al castello attraverso la già citata Torre del Bramante.

vigevano

Etichette: