Pubblicato in: Cinema News

Venezia 77: i film in gara al Festival del Cinema 2020. Da Emma Dante a Claudio Noce vince il cinema indipendente

Beatrice CurtiBeatrice Curti 6 giorni fa
Miss-Marx-foto-film
Scena del film Miss Marx, di Susanna Nicchiarelli. Ph Credits: Emanuela Scarpa. Tutti i diritti riservati

Il Festival del Cinema di Venezia sarà il primo grande evento internazionale dall’inizio della pandemia. Dal 2 al 12 settembre prenderà vita la rassegna cinematografica, dopo un periodo di crisi per il cinema che prosegue ancora oggi, con la distribuzione diretta dei film in streaming dovuta alla chiusura di molte sale.

Quest’anno i grandi nomi e le grandi passerelle lasceranno spazio a film indipendenti, nuovi protagonisti e a otto registe donne su 18 candidati. Tantissimi i film italiani in gara, in un calendario snello ma interessante sia per gli addetti ai lavori che per i semplici appassionati.

Una Venezia che racconta  il cinema più intimo, lontano dai blockbuster dal budget a sei zeri. Un ritorno alle origini sia per il Festival stesso che per i grandi attori hollywoodiani, che vedremo recitare in produzioni indipendenti.

Venezia 2020: star internazionali e film indipendenti

Il direttore, Alberto Barbera ha selezionato il meglio della cinematografia mondiale, puntando sulle rivelazioni del cinema indie: sono presenti paesi come  Francia, Giappone, Iran, Russia, e Corea. Non mancano ovviamente i re dell’intrattenimento, gli Stati Uniti, con star del calibro di Cate Blanchett (presidente della giuria 2020) e Tilda Swinton, oltre a Willem Dafoe, Helen Mirren, Frances McDormandShia LaBeuf, Adèle Exarchopoulos, Jim Broadbent, e Fionn Whitehead.

Molti i film italiani candidati, da Le Sorelle Macaluso diretto da Emma Dante, a Notturno, di Gianfranco Rosi, film girato in tre anni trascorsi nelle aree di conflitto tra Siria e Libano, indagando l’umanità dei singoli personaggi al di fuori delle scene di guerra più violente tipiche dei film bellici.
Pierfrancesco Favino, dopo il successo di Hammamet, torna con Padrenostro, film autobiografico del regista Claudio Noce, dove gli anni di piombo del terrorismo vengono raccontati con gli occhi di un bambino.

Susanna Nicchiarelli presenta Miss Marx, l’affascinante storia di Eleanor Marx, figlia del padre del Comunismo. Tra le prime donne ad avvicinare i temi del femminismo e del socialismo, partecipa alle lotte operaie, combatte per i diritti delle donne e l’abolizione del lavoro minorile. Quando, nel 1883, incontra Edward Aveling, la sua vita cambia per sempre, travolta da un amore appassionato ma dal destino tragico.

Venezia 77: i film in gara

  • Amants (Lovers)di Nicole Garcia
  • Dorogie Tovarischi (Dear Comrades)di Andrei Konchalovsky
  • In Between Dying di Hilal Baydarov
  • Khorshid (Sun Children) di Majid Majidi
  • Laila In Haifa di Amos Gitai
  • Le Sorelle Macaluso di Emma Dante
  • Miss Marx di Susanna Nicchiarelli
  • Never Gonna Snow Again di Magorzata Szumowska, coregia Micha Englert
  • Nomadland di Chloé Zhao
  • Notturno di Gianfranco Rosi
  • Nuevo Orden di Michel Franco
  • Padrenostro di Claudio Noce
  • Pieces Of A Woman di Kornél Mundruczó
  • Quo Vadis, Aida? di Jasmila Zbanic
  • Spy No Tsuma (Wife Of A Spy) di Kiyoshi Kurosawa
  • The Disciple di Chaitanya Tamhane
  • The World To Come di Mona Fastvold
  • Und Morgen Die Ganze Welt (And Tomorrow The Entire World) di Julia Von Heinz

Film fuori concorso

Fiction

  • Assandira di Salvatore Mereu
  • Di Yi Lu Xiang (Love After Love) di Ann Hui
  • Lacci – Film d’apertura di Daniele Luchetti
  • Lasciami Andare – Film di chiusura di Stefano Mordini
  • Mandibules di Quentin Dupieux
  • Mosquito State di Filip Jan Rymsza
  • Nak-Won-Eui-Bam (Night In Paradise) di Park Hoon-Jung
  • The Duke di Roger Michell

Documentari

  • City Hall di Frederick Wiseman
  • Crazy, Not Insane di Alex Gibney
  • Final Account di Luke Holland
  • Greta di Nathan Grossman
  • Hopper/Welles di Orson Welles
  • La Verità Su La Dolce Vita di Giuseppe Pedersoli
  • Molecole – Film di preapertura di Andrea Segre
  • Narciso Em Férias di Renato Terra, Ricardo Calil
  • Paolo Conte, Via Con Me di Giorgio Verdelli
  • Salvatore – Shoemaker Of Dreams di Luca Guadagnino
  • Sportin’ Life di Abel Ferrara

Proiezioni speciali

  • 30 Monedas– Episodio 1 di Álex De La Iglesia
  • Omelia Contadina di JR e Alice Rohrwacher
  • Princesse Europe di Camille Lottea

Orizzonti

  • Bu Zhi Bu Xiu (The Best Is Yet To Come) di Wang Jing
  • Dashte Khamoush (The Wasteland) di Ahmad Bahrami
  • Gaza Mon Amour di Tarzan Nasser, Arab Nasser
  • Guerra E Pace di Martina Parenti, Massimo d’Anolfi
  • I Predatori di Pietro Castellitto
  • Jenayat-E Bi Deghat (Careless Crime) di Shahram Mokri
  • La Nuit Des Rois di Philippe Lacôte
  • La Troisième Guerre di Giovanni Aloi
  • Lahi, Hayop (Genus Pan) di Lav Diaz
  • Listen  di Ana Rocha De Sousa
  • Mainstream di Gia Coppola
  • Meel Patthar (Milestone) di Ivan Ayr
  • Mila (Apples) – Film d’apertura di Christos Nikou
  • Nowhere Special di Uberto Pasolini
  • Selva Trágica di Yulene Olaizola
  • The Furnace di Roderick Mackay
  • The Man Who Sold His Skin di Kaouther Ben Hania
  • Zanka Contact di Ismaël El Iraki
  • Zheltaya Koshka (Yellow Cat) di Adilkhan Yerzhanov

Cortometraggi

  • À Fleur De Peau di Meriem Mesraoua
  • Anita di Sushma Khadepaun
  • Being My Mom di Jasmine Trinca
  • Das Spiel (The Game) di Roman Hodel
  • Entre Tú Y Milagros di Mariana Saffon
  • Live In Cloud Cuckoo Land di Nghia Vu MinhMiegamasis Rajonas (Places) di Vytautas Katkus
  • Nattaget (The Night Train) di Jerry Carlsson
  • Sogni Al Campo di Magda Guidi
  • The Shift di Laura Carreira
  • Was Wahrscheinlich Passiert Wäre, Wäre Ich Nicht Zuhause  (What Probably
    Workshop di Judah Finnigan
  • Would Have Happened, If I Hadn’t Stayed At Home) di Willy Hans

Cortometraggi fuori concorso

  • Sì di Luca Ferri
  • The Return Of Tragedy di Bertrand Mandico