Pubblicato in: Evergreen

Dalle vacanze ai trasporti, a Milano Paypal rende tutto più smart

News PartnerNews Partner 1 mese fa
duomo-milano (2)-min

Se in parte è senza dubbio frutto di una immagine più “smart” di quanto poi la realtà quotidiana confermi, d’altro canto è difficilmente smentibile il fatto che una delle città più moderne e orientate al futuro e all’innovazione, in Italia, sia da sempre Milano. La città della Madonnina, fin dagli anni ’60 del secolo scorso, è associata a queste tematiche: saranno il grande sviluppo industriale, il prestigio della “scuola meneghina” nel design, nella moda e nell’architettura, e una certa vocazione europea nella mentalità dei milanesi, sta di fatto che all’ombra del duomo il futuro è sempre stato una ipotesi percorribile.

E questo si vede anche nell’era ipertecnologica in cui siamo immersi oggi, in cui Milano è all’avanguardia soprattutto nell’integrazione informatica, che permette ai suoi cittadini di svolgere tutta una serie di servizi utili tramite le app telefoniche e i sistemi di pagamento online: strumenti come i portafogli elettronici infatti consentono ormai di fare shopping, pagare bollettini e abbonamenti e persino di divertirsi, come succede con i numerosi siti di scommesse che usufruiscono di partnership con Paypal, in pochi click di tastiera di cellulare.

Dal bike sharing ai trasporti, Milano è innovazione

In questi anni si sente moltissimo parlare di smart city, ovvero della sfida che le metropoli occidentali stanno affrontando per essere pronte alle sfide del terzo millennio, non solo in termini di sostenibilità ambientale, ma anche di un modo più comodo e confortevole per i residenti di vivere la propria città, grazie allo sfruttamento delle tecnologie informatiche, per avere un accesso ai servizi pubblici più integrato e meno dispendioso in termini di tempo impiegato per utilizzarli.

Da questo punto di vista, Milano è in prima fila e sta da tempo implementando i servizi offerti alla cittadinanza con le tecnologie informatiche più diffuse, per permettere agli abitanti del capoluogo lombardo di utilizzare mezzi pubblici e utenze comunali direttamente dal proprio smartphone. Chi abita in città, per esempio, è ormai da tempo abituato a usufruire dei servizi comunali di bike sharing effettuando il log in direttamente dal proprio telefonino. Lo stesso dicasi per i mezzi pubblici.

I milanesi possono infatti scaricare l’app di ATM, l’Azienda Trasporti Milanesi, sul proprio smartphone e da lì, oltre a verificare frequenza delle corse di metropolitane e mezzi di superficie nonché eventuali disfunzioni del servizio, comprare i biglietti, da quelli giornalieri alle varie forme di abbonamento. Il tutto in pochissimi click: tutto ciò che serve è appunto essere forniti di un cellulare e di un conto con PayPal, per abbandonare per sempre le code alle edicole per acquistare i biglietti e quelle ancora più estenuanti negli uffici dell’Azienda Trasporti per sottoscrivere l’abbonamento.

Non solo, però: il Comune di Milano ha a sua volta sviluppato una applicazione scaricabile in cui, dopo aver effettuato l’iscrizione, è possibile essere sempre aggiornati per quanto riguarda scadenze e pagamenti vari. Anche in questo caso, è questione di pochi secondi poi effettuare il pagamento senza ricorrere agli obsoleti bollettini postali o bonifici bancari (con le solite code come spiacevole corollario) e, tramite PayPal o altri sistemi analoghi, provvedere all’operazione. Non solo pagamenti, però: è possibile anche prenotare l’accesso alle tante piscine comunali, una soluzione comodissima questa, in tempi di ingressi contingentati alle strutture pubbliche a causa del covid-19.

Già da alcuni anni, peraltro (per la precisione dal 2014), Milano si era dimostrata in questo senso all’avanguardia. L’accesso all’Area C, ovvero la zona più centrale della città (quella all’interno dei Bastioni, per chi conosce la metropoli meneghina) è infatti subordinato al pagamento, da parte dei non residenti, di una piccola somma, nel tentativo (non proprio riuscitissimo, a dire il vero, ma questa è un’altra storia) di decongestionare il traffico. Bene: il pagamento può anche in questo caso essere effettuato tramite PayPal, oltre che fisicamente nelle ricevitorie autorizzate.

Anche per le vacanze si può usare PayPal

Visto che siamo in piena estate e per molti ancora devono iniziare le vacanze, possiamo però parlare anche di un’altra comodissima possibilità, per chi usa PayPal (e in Italia sono tantissimi: l’azienda fondata da Elon Musk ha dichiarato infatti di avere registrato 10 milioni di nuovi utenti in più rispetto al 2019): l’autorevolezza di questo sistema di pagamento elettronico è del resto talmente alta che, secondo un sondaggio, gli italiani sono 17 volte più fiduciosi di effettuare un acquisto online se sul sito compare il logo dell’e-wallet californiano, mentre il 67% rinuncia all’acquisto se non lo vede.

I nostri connazionali saranno quindi molto felici di sapere che da oggi con PayPal è possibile effettuare pagamenti sia per i voli con Ryanair che per prenotare delle sistemazioni tramite Airbnb e Booking.com. Questo risulta particolarmente comodo proprio per i milanesi: sia da Linate che dal vicinissimo aeroporto bergamasco di Orio al Serio, infatti, sono numerosissimi i voli della compagnia aerea low-cost irlandese che decollano e atterrano. Airbnb e Booking sono invece due realtà che tantissimi milanesi conoscono e usano abitualmente non solo per le vacanze ma anche per i soggiorni di lavoro: poter utilizzare l’e-wallet per i pagamenti è quindi una bella comodità in più.