Pubblicato in: Mostre

Fuori porta: Tracce di contemporaneo, tour artistico tra le ville della Brianza

Un tour alla scoperta dei tesori della Brianza, territorio simbolo della Lombardia, capace di unire quel “saper fare” tipico  lumbard all’amore per l’arte. Ebbene sì, perché la Brianza è patria di artisti, creativi e collezionisti, che negli anni hanno raccolto un interessante patrimonio di opere, inserito in ville e sedi storiche di grande fascino.

Con “Tracce di contemporaneo. Collezioni di Arte italiana da Lucio Fontana alla contemporaneità nelle ville della Brianza”, Simona Bartolena ha realizzato un progetto espositivo di ampio respiro che propone nelle ville storiche della Brianza una serie di mostre di arte contemporanea, con capolavori selezionati dalle raccolte private della provincia di Monza e Brianza. In esposizione i visitatori troveranno opere di Lucio Fontana, Piero Manzoni a Dadamaino, da Agostino Bonalumi a Enrico Castellani, e ancora Tancredi, Scanavino, Uncini, Crippa, Colombo, Grazia Varisco.

Coinvolte le più belle strutture della Brianza, dal Palazzo Borromeo di Cesano Maderno alla Villa Filippini di Besana in Brianza, da Villa Tittoni di Desio alla Villa Brivio di Nova Milanese. L’itinerario comprenderà anche il Museo d’Arte Contemporanea di Lissone che ospiterà nelle proprie sale espositive una selezione di opere del progetto.

Le diverse mostre del percorso “Tracce di contemporaneo” potranno essere visitate come mostra “diffusa” sul territorio, fruibile come unico percorso, ma anche per singole sedi, che ospiteranno anche una serie di eventi collaterali e incontri culturali.

Tracce di contemporaneo: percorso consigliato

Per godere appieno del tour all’insegna dell’arte contemporanea tra le bellezze architettoniche della Brianza, gli organizzatori suggeriscono si iniziare il percorso di visita a Villa Brivio, a Nova Milanese, recentemente restaurata. Nelle stanze dell’area espositiva è ospitata la mostra dedicata agli artisti di area informale, dalla pittura di Capogrossi a Chighine, dalla riflessione sulla materia di Burri al dinamismo di Tancredi.

Dopo l’arte informale a Villa Brivio, il percorso ideale prosegue con gli anni Cinquanta e Sessanta al Museo d’Arte Contemporanea di Lissone, rappresentati da sette capolavori di artisti che hanno gravitato nella Brera dei primi anni ’60. In particolare sono esposte opere di Manzoni, Castellani, Dadamaino, Bonalumi, Agnetti e Fontana.

Si riprende da Fontana nella terza sede,  il Palazzo Borromeo di Cesano Maderno. Qui la mostra Spazialisti, nucleari e anni Settanta ospita una serie di opere firmate da Dova, Crippa, Baj, Colombo, del Gruppo del Cenobio (Vermi, Verga, Sordini, Ferrara e La Pietra),  e degli esponenti della pittura aniconica degli anni Settanta, con lavori di Tirelli, Pinelli, Griffa, Uncini, Aricò e altri. Concludono il percorso le opere di Schifano, Gilardi, Angeli, le sculture di Schiavocampo, Spagnulo, Valentini, Maraniello, Staccioli. Una sezione speciale è dedicata invece ad alcuni artisti che attualmente lavorano e insegnano presso l’Accademia di Brera di Milano.

Quarta tappa la Villa Tittoni di Desio, sede di un omaggio a Bonalumi, artista che in questo comune della Briaza ha risieduto, e alle opere di artisti che hanno lavorato con le percezione, come gli esponenti dell’arte programmata, Scaccabarozzi, Nigro e Secomandi.

Infine ultima tappa del percorso ideale del tour “Tracce di Contemporaneo” la Villa Filippini di Besana in Brianza, la più contemporanea delle sedi, con opere di artisti noti e meno noti, nati tra la fine degli anni Quaranta e il 1960.

tracce di contemporaneo percorso

Tracce di Contemporaneo: le sedi

– Villa Filippini (Besana in Brianza): edificata  a inizio ‘800, è uno dei maggiori esempi di villa neoclassica del territorio. L’edificio con pianta a “U” si apre sulla via principale del centro storico e dall’altro lato su un parco, aperto al pubblico, dove si possono ammirare alberi secolari e dodici sculture in bronzo e resina di Aligi Sassu. La mostra inserita nel tour “Tracce di contemporaneo” è aperta fino al 6 settembre 2015 (rimane chiusa nel periodo dal 10 al 23 agosto).

Indirizzo: Via Viarana, 14 – Besana in Brianza. Giorni e orari di apertura: mercoledì, sabato 10-12 / 15-18, domenica 10-12.30 / 15-18.

Museo d’Arte Contemporanea (Lissone): il museo ospita un ampio nucleo di opere derivanti dal Premio Lissone storico (1946-1967), oltre a mostre temporanee, corsi serali di storia dell’arte e di design, eventi e concerti. La mostra allestita per i progetto rimarrà aperta fino al 20 settembre 2015 (chiusa dal 10 al 23 agosto). 

Indirizzo: Viale Padania, 6 – Lissone. Giorni e orari di apertura: mercoledì 10-13, giovedì 16-23, venerdì 10-13, sabato e domenica 10-12 / 15.-19.

– Palazzo Arese Borromeo (Cesano Maderno): sorto per volontà di Bartolomeo III Arese (1610-1674), l’edificio doveva essere degno del potere e della ricchezza della famiglia. La facciata, semplice e rigorosa, è interamente intonacata di bianco, ed è caratterizzato da un portale in bugnato sovrastato da un balcone in ferro battuto. La Loggia trasmette un senso delle proporzioni più rinascimentale che barocco. La mostra è aperta fino al 4 ottobre 2015 (chiusa per tutto il mese di agosto).

Indirizzo: Via Borromeo, 41 – Cesano Maderno. Giorni e orari di apertura: da giovedì a domenica 10-18. Ogni domenica visite guidate nei seguenti orari : 11 – 15.30 – 16 – 16.30 – 17. Apertura serale 24 luglio dalle 20.30 alle 24.

– Villa Tittoni (Desio): la villa, realizzata su impianto a U, è costituita da un corpo principale con basse ali laterali ai lati del cortile d’onore. Gli interni sono tutti caratterizzati da pavimenti a mosaico e si susseguono ambienti dall’aspetto neoclassico, neogotico e neo-rococò. La mostra allestita a Villa Tittoni è aperta fino al 30 agosto 2015  (chiusa dal 14 al 16 agosto). Al Parco Tittoni fino al 5 settembre si potrà inoltre assistere a eventi di molteplice natura, dalla musica live alla danza, dal cinema al teatro, dal relax all’animazione, nella cornice dell’omonimo festival.

Indirizzo: Via Giovanni Maria Lampugnani 62 – Desio. Giorni e orari di apertura: per il mese di luglio da martedì a domenica 15-18, per il mese di agosto da venerdì a domenica 15-18.

– Villa Brivio (Nova Milanese): dai censimenti cinquecenteschi risulta di proprietà della nobile famiglia Brivio. La villa alla fine del Settecento viene ampliata e nell’Ottocento passa ai Vertua-Prinetti. Nel 1820 l’edificio assume definitivamente l’aspetto attuale. La mostra rimarrà aperta fino al 30 agosto 2015  (chiusa dal 10 al 23 agosto).

Indirizzo: Via Giussani, 9 – Nova Milanese. Giorni e orari di apertura: da martedì a sabato 9-18, domenica 9.30-12.30 / 15-18.

Tracce di contemporaneo: prezzi

Biglietto cumulativo: 12 euro per tutte le sedi (utilizzabile in più giorni).

Biglietto singolo: 5 euro.

“Tracce di contemporaneo. Collezioni di Arte italiana da Lucio Fontana alla contemporaneità nelle ville della Brianza” è realizzato in occasione di “Meet Brianza Expo_Fuori Expo in Brianza”, iniziativa finanziata da Regione Lombardia e Camera di Commercio di Monza e Brianza, con il coordinamento della Provincia di Monza e della Brianza. Promosso dal Comune di Nova Milanese, è realizzato grazie al Bice Bugatti Club, in collaborazione con Heart Pulsazioni culturali.

Per ulteriori informazioni: www.traccedicontemporaneo.it

Forse sei interessato a: