Pubblicato in: News Teatro

Terramara al Pim Off: il fascino del teatro-danza

Paolo CrespiPaolo Crespi 4 anni fa
terramara

Tecnicamente si chiamerebbe “repertorio”, una pratica abbastanza diffusa nel teatro di tutti i tempi. In pratica è un evento abbastanza eccezionale poter rivedere da noi sulla scena, a quasi un quarto di secolo dal debutto, uno spettacolo che ha segnato l’inizio della lunga e fortunata carriera di un duo-compagnia tra i più interessanti del panorama del teatro-danza italiano e internazionale.

Terramara riallestito da Michele Abbondanza e Antonella Bertoni, nell’ambito del progetto RIC.CI/Reconstruction Italian Contemporary Choreography Anni ‘80/’90 – a cura di Marinella Guatterini – nasce infatti nel 1991, coprodotto da Drodesera e Centro Servizi Culturali Santa Chiara, in una stagione completamente diversa della vita e della tensione creativa di questi due generosi artisti.

Loro stessi hanno scelto (forse per pudore, non certo per inabilità) di farsi “sostituire” in scena da Eleonora Chiocchini e Francesco Pacelli: degnissima coppia di interpreti della nuova generazione in grado di farci rivivere (spettatori nuovi o di ritorno) l’emozione di una splendida prima prova d’autore nata come “riflessione a due sul trascorrere del tempo, sulle sue vestigia antiche e sulla complessità del legame tra due esseri di sesso opposto che s’incontrano per creare nuova vita e ricrearsi… tesa a rinforzare i caratteri di una “mediterraneità” tutta nostra, esemplare e oggi da riscoprire”.

Lo spettacolo è in scena solo domenica 25 e lunedì 26 gennaio alle 20.30 al Pim Off di via Selvanesco. Conviene prenotarsi ed è previsto il tesseramento obbligatorio gratuito (scarica qui il modulo) per il 2015.

Info: www.pimoff.it

Etichette: