Pubblicato in: Evergreen

Street art a Milano: panchine-aiuole e cuori rossi al Giardino delle Culture

street art a milano giardino delle culture

Corso XXII Marzo è la lunga arteria che sbuca dal centro di Milano e corre dritta verso l’aeroporto di Linate diventando viale Corsica e poi ancora Forlanini. Per lasciarsi traffico e clacson alle spalle ci si può addentrare nel grande Parco Vittorio Formentano, con i suoi viali e la Palazzina Liberty. Ma proprio da qui si può imboccare via Bezzecca, percorrerla e scoprire un piccolo giardino quasi nascosto. Nel nostro viaggio attraverso la street art a Milano alla scoperta dei murales più belli oggi vi portiamo qui, al Giardino delle Culture.

“Il Giardino delle culture è un luogo di incontro e relax: qui potete chiacchierare, leggere, giocare..”, esordisce il cartello che vi dà il benvenuto, prima di proseguire con le giuste norme di comportamento. Perché un luogo bello va conservato ed è responsabilità di tutti, e questo è un luogo bello, come se ne scoprono in giro a Milano se si è curiosi, strappato a una storia di degrado.

Il Giardino delle Culture, la storia

Il “Giardino delle Culture” è la storia di una rigenerazione urbana come se ne stanno moltiplicando a Milano. Da vecchia area lasciata a se stessa è diventato un posto dove si può stare insieme, e bene. Grazie all’intraprendenza di un’associazione di cittadini e di un donatore privato si è trasformato in una piccola oasi metropolitana. Qui si avvicendano laboratori, spettacoli, concerti, manifestazioni ludiche e reading letterari, ma anche semplicemente momenti di gioco per i bambini, come testimoniano le grandi panchine di legno che diventano aiuole, e i giochi disegnati sul pavimento color cemento che danno pennellate di colore.

street art milano

Street art, i murales di Millo

E sembrano due lame di luce le facciate dipinte che dominano sul giardino urbano in un doppio murales. L’opera si chiama Lost and Found e l’artista è Millo, alias Francesco Camillo Giorgino. Vigila sul piccolo parco con il suo intrico di palazzi in bianco e nero che corre in verticale, i due personaggi giganti e l’unico tocco fortissimo di colore, due cuori, rossi. Che contrasto con i cortili grigi e i muri a tratti scrostati!

street art milano

Il Giardino delle Culture, dove e quando

Il “Giardino delle Culture” è un progetto delle associazioni Teatro Laboratorio Mangiafuoco, Comitato XXII Marzo e È-Vento, e sostenuto dal Consiglio di Zona 4. Lo trovate in via Morosini 8. Lo Spazio sociale gestito dall’associazione Giardino delle culture lo trovate aperto dall’1 ottobre al 31 marzo dalle 10 alle 17, dall’1 aprile al 30 settembre dalle 10 alle 19. I cancelli del parco invece aprono sempre alle 8, mentre l’orario di chiusura varia in base ai mesi: alle 18 da ottobre a marzo e alle 21 da aprile a settembre. Per rimanere aggiornati sugli appuntamenti si può seguire la pagina Facebook.

street art milano

 Street art a Milano: gli artisti

Sono tanti i writers che hanno scelto Milano per le loro opere di street art, consegnando a nuova vita muri, facciate, luoghi di archeologia industriale. Da Millo e le sue opere al Giardino delle Culture in via Morosini, a Pao e i suoi celebri pinguini (e ovviamente tanto altro), a Orticanoodles, gli artisti che hanno decorato la ciminiera della Distilleria Fratelli Branca. Il Comune di Milano ha lanciato qualche tempo fa il progetto Muri Liberi: cento muri in quasi altrettanti luoghi della città sono stati assegnati alla creatività degli street artist. Per trovarli è stata creata anche una mappa geo-referenziata.

Street art a Milano: gli altri murales

Ecco le altre opere di street art di cui abbiamo già parlato su Milano Weekend: continuate a seguirci in questo viaggio che prosegue!

Street art a Milano: Alda Merini e Giorgio Gaber sulle mura di un convento

Street art a Milano: dove sono i murales più belli di NoLo

Street art a Milano: con Ortica Memoria un quartiere-museo a cielo aperto

Street art a Milano: un mondo a colori per passeggeri distratti in stazione Garibaldi

Street art a Milano: in viaggio tra paesaggi metropolitani e fantasia visionaria a Repubblica

Etichette:
Offerta Libraccio 2018