Pubblicato in: Cinema

Sex Tape – Finiti in rete, Cameron Diaz senza veli in una nuova commedia romantica

Sara Ridolfo 3 anni fa

Amore, sesso e matrimonio. Sono questi gli ingredienti di Sex Tape – finiti in rete, la nuova commedia sexy e romantica di Jake Kasdan, dall’11 settembre nelle nostre sale, che racconta i tentativi di una coppia di ritrovare la passione perduta dopo anni di matrimonio.

Quando Jay (Jason Segel) e Annie (Cameron Diaz) si conoscono è amore a prima vista e passione continua: sono felici di amarsi e fanno l’amore continuamente. Dieci anni dopo sono una coppia sposata con figli. Sono sempre innamorati ma gli impegni familiari e la presenza dei bambini li hanno portati lontano da quel passato privo di pensieri, problemi o responsabilità e la loro intimità ne ha risentito. Per ritrovare quella dimensione decidono allora di registrare un video hot, in cui sperimentare, in una maratona di tre ore, tutte le posizioni di un vero e proprio manuale: The Joy of Sex. L’idea è buona e i due ritrovano effettivamente la passione perduta.

Ma in tempi di reti condivise e upload automatici, il filmato finisce in iCloud per errore e i due devono imbarcarsi in una folle corsa per recuperarlo, prima che finisca nelle mani sbagliate e diventi di pubblico dominio. Una corsa contro il tempo per ritrovare, non solo il video, ma anche per salvare la loro reputazione e il loro matrimonio.

Cameron Diaz e Jason Segel tornano a lavorare insieme – dopo Bad Teacher – Una cattiva maestra (2011), sempre con la regia di Jake Kasdan – stavolta nei panni di genitori quarantenni americani: lei mamma moderna, multitasking, che gestisce un blog in cui si sposta con disinvoltura dai pannolini alle erezioni; lui padre e marito affettuoso, malato di tecnologia che finisce per combinare un enorme pasticcio…

Jake Kansdal racconta così la coppia moderna, unita per amore ma attraversata da qualche luogo comune: il sesso assente dopo il matrimonio, il porno come catalizzatore della passione e mette in piedi una commedia “scatenata” ma anche “sconclusionata” in certi punti, in cui la trama è ridotta al minimo e le scene di nudo e sesso (rappresentato ma non ‘sbattuto’ sullo schermo) in fin dei conti rappresentano tutto quello che c’è da vedere. Il lieto fine – scontato – è garantito.

 Il nostro voto: 5,5
Una frase: Avete fatto sesso per tre ore? È la durata del signore degli anelli!