Pubblicato in: News Trasporti

Sciopero generale a Milano il 10 e 11 ottobre: traffico Atm regolare

RedazioneRedazione 2 settimane fa
metro-620x3501

Uno sciopero di dimensioni preoccupanti è stato annunciato per 24 ore tra domenica 10 e lunedì 11 ottobre 2021 in tutta Italia. Le sigle Adl Cobas, Cib Unicobas, Clap, Confederazione Cobas, Cobas scuola, Cub, Fuori mercato, Sgb, Si Cobas, Sial Cobas, Slai Cobas, Usb e Usi Cit hanno proclamato la sospensione del lavoro per tutti i dipendenti pubblici e privati.

L’agitazione si concentrerà prevalentemente nei settori della scuola e dei trasporti, dove il servizio non sarà garantito secondo fasce orarie. Lo scioperò durerà dalle 21 del 10 ottobre alle 21 dell’11 ottobre. A rischio treni, aerei e mezzi pubblici urbani ed extraurbani.

Aggiornamento Atm lunedì 11 ottobre ore 10

Atm ha comunicato tramite il proprio profilo Twitter che la circolazione delle metropolitane e dei mezzi di superficie sta procedendo regolarmente. Seguiranno altri aggiornamenti durante la giornata.

Fasce orarie e percorrenze garantite per treni e Atm

Trenord ha comunicato che durante la giornata di lunedì saranno garantite come sempre le fasce orarie dalle 6 alle 9 e dalle 18 alle 21 per studenti e pendolari. Ha inoltre fatto sapere che nel caso di non effettuazione dei treni del servizio aeroportuale e Malpensa Express, saranno istituiti:

  • autobus a Milano Cadorna e Malpensa Aeroporto per i soli collegamenti aeroportuali tra “Milano Cadorna e Malpensa Aeroporto” (senza fermate intermedie). Da Milano Cadorna gli autobus partiranno da via Paleocapa 1.
  • autobus a Stabio e Malpensa Aeroporto per garantire il collegamento aereoportuale S50 “Malpensa Aeroporto – Stabio” (senza fermate intermedie)

Trenitalia ha invece pubblicato un elenco di percorrenze garantite durante lo sciopero, con orari e numero dei treni che non verranno in alcun modo sospesi durante la giornata.

Lo stesso ha fatto Italo, con una tabella in cui sono indicati i treni che verranno garantiti durante le 24 ore di sciopero.

Atm Milano invece non ha ancora chiarito quali saranno le fasce orarie garantite e quali mezzi extraurbani saranno colpiti dall’agitazione. Infatti, se lo sciopero a livello nazionale va dalle 21 del 10 ottobre allo stesso orario dell’11, le ditte di trasporto pubblico hanno la possibilità di aderire in fasce orarie territoriali.

Anche il personale delle autostrade sarà coinvolto, con un orario leggermente sfasato: dalle 22 della domenica alle 22 di lunedì 11 ottobre.

Sciopero per scuola, sanità e uffici pubblici

Lo sciopero del 10 e 11 ottobre toccherà anche i lavoratori della scuola, della sanità pubblica e dei servizi al cittadino. Potrebbero quindi essere ritardate o sospese visite non urgenti, esami, analisi di laboratorio e attività amministrative sanitarie come accettazioni e prenotazioni di esami.

Ovviamente sono garantiti i servizi minimi, come pronto soccorso, fornitura pasti ai degenti, assistenza domiciliare ecc.

Potrebbero rimanere chiusi o ritardare i servizi anche gli uffici comunali, i CAF, le agenzie per il lavoro, l’ufficio anagrafe ecc., pur garantendo i servizi minimi di comprovata urgenza.

Motivazioni dello sciopero

Tra le motivazioni dello sciopero, accolto da molte sigle sindacali attive nei servizi pubblici, ci sono “lo sblocco dei licenziamenti, per la riduzione generalizzata dell’orario di lavoro a parità di salario al fine di contrastare l’attacco all’occupazione e ai salari” e “il rilancio dei salari, con forti aumenti economici e con l’istituzione di un meccanismo di piena tutela dei salari dall’inflazione.

E ancora, “il rinnovo dello smart working per i dipendenti pubblici e privati”, il “rilancio degli investimenti pubblici nella scuola, nella sanità e nei trasporti, contro la privatizzazione” e “rilancio degli investimenti pubblici nella scuola, nella sanità e nei trasporti, contro la privatizzazione”