Pubblicato in: Libri Viaggi

Tra Saviano, Limonov e Bernardo Bertolucci: la nostra guida al Salone del Libro di Torino

salone del libro torino 2018 programma
credits www.salonelibro.it

Grandi scrittori internazionali, gli autori italiani più amati, spettacolo, novità e appuntamenti per le scuole e per le famiglie. Chi ama i libri lo sa, sta arrivando uno degli appuntamenti più attesi di tutto l’anno, il Salone internazionale del libro di Torino. Se non vi siete persi Book Pride e Tempo di Libri a Milano, allora avrete anche probabilmente già in mano il biglietto per la manifestazione del Lingotto. Come si svolgerà quest’anno e quali sono gli appuntamenti da non perdere? Ecco per voi la nostra guida al Salone del Libro di Torino 2018.

Salone del Libro Torino, dove e quando

Edizione numero 31 per il Salone Internazionale del Libro di Torino, che è in programma da giovedì 10 a lunedì 14 maggio 2018 nei padiglioni 1, 2 e 3 di Lingotto Fiere e nel Padiglione 5 a Torino. Come lo scorso anno la manifestazione è aperta dalle 10.00 alle 20.00. Sono aperte le biglietterie online sul sito salonelibro.it. Con il servizio messo a disposizione da GL events Italia – Lingotto Fiere attraverso il circuito VivaTicket è possibile saltare le code e acquistare fin d’ora il proprio biglietto per il Salone.

Biglietti: 10,00 euro l’intero, 8,00 il ridotto. Con una novità: il biglietto Ridotto Giovani Web a 8,00 euro, fino allo scorso anno riservato fino ai 18 anni, quest’anno viene esteso fino ai 26 anni di età. Grazie a una convenzione con Trenitalia, quest’anno potranno godere dell’ingresso ridotto speciale a 7,00 euro alle casse del Lingotto i possessori di biglietti Trenitalia Le Frecce e Intercity utilizzati e convalidati con arrivo a Torino nei giorni del Salone o nei due giorni antecedenti, i possessori di biglietti Trenitalia Regionali con destinazione Torino convalidati in giornata e di abbonamenti Trenitalia validi per il territorio del Piemonte.

Regioni, Paesi e debutti al Salone del libro

Dieci le Regioni italiane presenti con proprio stand istituzionale: Piemonte, Valle D’Aosta, Veneto, Friuli Venezia Giulia (con Pordenonelegge.it), Toscana, Marche, Umbria, Calabria, Puglia, Sardegna. Oltre alla Francia, Paese Ospite d’onore, i Paesi presenti al Salone con un proprio spazio sono Azerbaigian, Cina, Romania (con l’Istituto Culturale Romeno), l’Emirato Arabo di Sharja. Trentadue gli editori internazionali da tutto il mondo, presenti con proprio stand. Sono 10 le case editrici appena nate che quest’anno debuttano al Salone nello spazio Incubatore: Edizioni Effetto (Torino), Chance Edizioni (Roma), Edizioni il Galeone (Roma), Associazione Culturale Davide Lajolo (Vinchio, At), Autori Riuniti (Torino), Caffè Orchidea (Eboli, Sa), Pulci Volanti (Terni), Edizioni Anfora (Milano), Poppy (Torino), Le Fate editore (Ragusa).

Games e musica: i progetti speciali

Tra i progetti speciali che debuttano al Salone 2018, l’Area Games nel Padiglione 1 in partnership con Lucca Comics&Games: un’area dedicata a quell’ampia fetta di mercato editoriale che è quella dei giochi da tavolo, un mondo attento alla dimensione narrativa e legato a saghe e personaggi che trovano la loro declinazione nelle produzioni librarie. Hanno aderito al progetto gli editori Asmodee, Giochi Uniti, Da Vinci, Gametrade, Creativamente, Giochi Briosi. Confermate le popolari sezioni che hanno debuttato al Salone 2017: la Piazza dei Lettori, lo Spazio Biblioteche con la Torre di François Confino, l’area Music&Books dedicata all’editoria musicale, il Superfestival. Successo anche per l’Ibf – International Book Forum, in programma da mercoledì 9 a sabato 12 maggio 2018 in una nuova sala appositamente realizzata all’esterno del Padiglione 3 di Lingotto Fiere.

Salone al via con Paolo Cognetti, Fabrizio Gifuni e Javier Cercas

Il Salone del libro Torino 2018 apre i suoi battenti la mattina di giovedì 10 maggio, ma già la sera di mercoledì 9 è in programma – come da consuetudine – l’evento di pre-inaugurazione. Quest’anno si tiene alle Ogr, lo storico complesso di archeologia industriale recuperato e rilanciato come spazio artistico e culturale dalla Fondazione Crt. Aprirà le danze alle 19.30 (con replica alle 20.00 e alle 20.30) un reading a ingresso libero di Paolo Cognetti. Il più recente Premio Strega inaugurerà la Mostra sulle cinque domande che quest’anno contrassegnano l’edizione all’insegna del tema «Un giorno, tutto questo»: «Chi voglio essere?»; «Perché mi serve un nemico?»; «A chi appartiene il mondo?»; Dove mi portano spiritualità e scienza?»; «Che cosa voglio dall’arte: libertà o rivoluzione?». E’ stato chiesto, attraverso cinque domande, a scrittori, scienziati, economisti, filosofi, registi, disegnatori, artisti, musicisti… – di riflettere sul mondo in cui viviamo e sul mondo che ci aspetta, e la cui forma dipenderà evidentemente anche da noi, perché il futuro non è scritto. Le risposte animeranno una mostra nel Duomo delle Ogr aperta dal 9 al 20 maggio. Una decina di contributi diventeranno podcast audio grazie alla collaborazione con Audible (www.audible.it), che affiderà alla voce dei suoi narratori professionisti la lettura di alcune risposte. Oltre che in mostra, i file potranno essere ascoltati sul sito www.5domande.it e sul sito di Audible Italia.

La stessa sera, sempre alle Ogr, subito dopo l’inaugurazione della mostra, è in programma una lettura-spettacolo inedita di Fabrizio Gifuni dedicata ad Aldo Moro. Fabrizio Gifuni con la consulenza di Miguel Gotor, che di Moro ha curato l’epistolario per Einaudi, e la collaborazione di Christian Raimo riporta in vita quei testi, lasciandosi accompagnare anche da molti autori che ci sono soffermati a leggerlo: da Leonardo Sciascia a Marco Belpoliti a Umberto Eco. L’ingresso sarà su prenotazione a 5€, non obbligatoria ma consigliata, e ad accesso libero fino a esaurimento posti.

L’inaugurazione del Salone in Sala Gialla del Lingotto nella mattinata di giovedì 10 maggio sarà affidata alla lectio magistralis di Javier Cercas sull’Europa. Uno dei più importanti scrittori contemporanei proverà a raccontare cos’è, e cosa potrebbe essere il nostro continente.

Arte e cinema: Pistoletto e Tornatore tra gli ospiti

Giovedì 10 ci sarà anche una lezione sul futuro da un maestro come Michelangelo Pistoletto. Alessandro D’Avenia incontrerà i suoi tantissimi lettori, molti dei quali studenti. Ci sarà anche un maestro del cinema come il Premio Oscar Giuseppe Tornatore, che parlerà di un grandioso progetto cinematografico diventato adesso un libro. E Petros Markaris, che dalla Grecia verrà a parlare della sua idea di letteratura e dei suoi libri.

Michela Murgia e Marcello Fois saranno al Lingotto e saranno al Salone Off per uno spettacolo su Grazia Deledda: Quasi Grazia. Diego De Silva parlerà del suo nuovo libro con Luciana Littizzetto. Dalla Colombia arriva Santiago Gamboa, tra i più importanti innovatori della letteratura sudamericana, e dalla Spagna David Trueba.

Al Salone del Libro il Premio Strega Europeo

Al Lingotto approda il Premio Strega Europeo. I finalisti presenteranno i loro libri al Salone, e domenica ci sarà la premiazione. E chi sono i finalisti, e dunque gli scrittori europei che saranno al Salone? Lo spagnolo Fernando Aramburu, autore di Patria, uno dei più importanti romanzi di questi ultimi anni per chi voglia capire qualcosa in più della Spagna e dell’Europa. L’islandese Auður Ava Ólafsdóttir, autrice di Hotel Silence, eletto libro dell’anno dai librai islandesi, uno dei romanzi più poetici e delicati dell’anno. La belga Lize Spit, autrice di Si scioglie, vincitore già di molti premi per il miglior debutto in lingua neederlandese. L’irlandese Lisa McInerney, che con un romanzo ruvido e vitale ha contribuito a lanciare una sorta di new wave della letteratura irlandese contemporanea. E infine lo scrittore francese Oliver Guez, con La scomparsa di Josef Mengele.

salone del libro torino 2018
credits www.salonelibro.it

Salone del libro di Torino, gli ospiti internazionali

A Torino ci sarà anche il Premio Nobel per la letteratura Herta Müller. Tanti i grandi scrittori internazionali che torneranno a incontrare i lettori al Lingotto. Tra di loro, la spagnola Alicia Giménez Bartlett e dal Messico Paco Ignacio Taibo II. Per non parlare di Eduard Limonov. Leggendario scrittore, attivista, personaggio letterario grazie al celebre romanzo di Emmanuel Carrère, riottenuto il passaporto tornerà in Europa dopo oltre vent’anni e per la prima volta presenterà a Torino la sua autobiografia. Infine, dalla Svezia citiamo Björn Larsson, l’autore de La vera storia del pirata Long John Silver, che ripercorrerà la sua lunga carriera letteraria e il suo amore per certi personaggi letterari.

Tra libri e serie tv: Roberto Saviano e Niccolò Ammaniti

E tornerà anche Roberto Saviano, che parlerà di come funzionano la testa e il cuore di uno scrittore quando lavora – come Roberto sta facendo – per le serie Tv. Ancora Sky porterà al Salone Niccolò Ammaniti, che ha firmato la sua prima serie televisiva, Il miracolo, che potrete vedere nei giorni del Salone al Cinema Massimo grazie alla collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema. Dal Messico arriverà Guillermo Arriaga, autore de Il selvaggio e che per il cinema come sceneggiatore ha scritto film come Amores Perros e 21 grammi. Dall’Irlanda arriva uno scrittore del calibro di Roddie Doyle, che conosciamo per romanzi come Smile o Due sulla strada. È autore di sceneggiature cinematografiche, nonché di un romanzo che è diventato un film di culto come The Commitments. Roddie Doyle sarà uno dei grandi personaggi che animeranno il Bookstock Village.

Incontro tra Bernardo Bertolucci e Luca Guadagnino

Sempre all’insegna del cinema sarà un incontro da non perdere, tra un grande maestro del cinema internazionale come Bernardo Bertolucci e un giovane maestro del cinema internazionale come Luca Guadagnino. Al Lingotto i due dialogheranno tra di loro sabato 12. Lo stesso giorno alla Mole Antonelliana, sempre grazie al Museo Nazionale del Cinema ci sarà la proiezione dei bertolucciani Partner e The Dreamers. Così come il giorno dopo, sempre al Massimo, sarà proiettato Bertolucci on Bertolucci di Luca Guadagnino e Walter Fasano.

La Francia Paese Ospite

Il Paese Ospite del Salone del Libro di Torino 2018 è la Francia. Maggio francese è il titolo della sezione dedicata. Ospiterà Edgar Morin, che verrà  a parlare di un suo libro in uscita sul Sessantotto. E poi Maylis De Kerangal, autrice di  Nascita di un ponte o Riparare i viventi sapete di cosa stiamo parlando. Ora esce in Italia per la prima volta Corniche Kennedy, e poi Veronique Olmi, Eric-Emmanuel Schmitt, Bruno Latour, Tristan Garcia.

Carmen Consoli in concerto alle Officine Grandi Riparazioni

E quando il Lingotto chiude i battenti, il Salone si riaccende alle Ogr – Officine Grandi Riparazioni con i concerti di Forte movimento, ideati e pensati dalle Ogr stesse appositamente per il Salone del Libro. Giovedi 10 Carmen Consoli presenta (unica data prima dell’autunno) il nuovo album in uscita. Venerdì 11 Le Luci della Centrale Elettrica con un progetto ad hoc. Sabato 12 musica elettronica con Ogr SoundSystem nello speciale Accelerazionismo. Domenica 13 Wu Ming Foundation + Pierpaolo Capovilla con un progetto su Antonin Artaud.

Riassumendo

Salone Internazionale del Libro di Torino

Dal 10 al 14 maggio 2018 a Torino – Lingotto

Orari: dalle 10 alle 20

Biglietti: intero 10 euro, ridotto 8 euro

Per ulteriori informazioni: www.salonelibro.it

 

 

Etichette:
Offerta Libraccio 2018
Leggi la nostra Privacy Policy