Pubblicato in: Shopping

Saldi estivi 2015: le date e i consigli per gli acquisti a Milano

Oriana DaviniOriana Davini 3 anni fa
Saldi estivi 2013 Milano

Saldi estivi 2013 MilanoVi state preparando ai saldi estivi 2015? Milano è la capitale dello shopping e se il Quadrilatero della Moda sarà il fulcro degli acquisti di lusso, anche il resto della città non scherza in quanto a offerta commerciale.

In Lombardia i saldi estivi 2015 inizieranno, come da tradizione, il primo sabato di luglio: occorre quindi aspettare il 4 per lanciarsi alla conquista di quella borsa che da tanto abbiamo adocchiato e rinnovare il set di costumi in vista delle vacanze.

Anche quest’anno a Milano sono previste le notti bianche dei saldi: sabato 4 e mercoledì 15 luglio. Si parte sabato 4 con la Notte dello Shopping in corso Buenos Aires: previsti negozi aperti fino alle 24. Inoltre giovedì 9 luglio, previsto un altro appuntamento di shopping notturno nelle vie Marghera, Belfiore, Raffaello Sanzio, Ravizza, piazza De Angeli e altre vie limitrofe.

I saldi dureranno 60 giorni, quindi c’è tempo fino al 1 settembre per togliersi qualche sfizio e non sentirsi troppo in colpa per un acquisto compulsivo.

Non troppi però e sempre consapevoli di quali sono le regole stabilite per tutelare i consumatori proprio nel periodo dei saldi, dove aumenta la possibilità di incappare in qualche brutta sorpresa.

Ecco tre consigli da seguire durante i saldi estivi:

  1. Innanzittutto, controllare che il cartellino riporti entrambi i prezzi: quello di partenza e quello scontato. Anzi, fatevi furbi e iniziate già a fare un giro di ricognizione per capire quali sono i prezzi reali dei capi che vi interessano (una buona regola è fotografarli con lo smartphone e conservare le foto): sarà più facile dopo evitare di fare la figura degli ingenui e beccarsi una fregatura.
  2. Quindi conservate sempre lo scontrino: anche la merce in saldo, infatti, può essere cambiata, perciò non abbiate timore a tornare nel negozio nel caso in cui aveste sbagliato taglia, colore, modello, marca.
  3. Infine, se il negozio di solito accetta pagamenti in assegno, bancomat o carta di credito, è tenuto a farlo anche nel periodo dei saldi.

Se qualcosa non vi torna o non vi è chiaro, avvisate il Codacons o i vigili urbani: ne avete il diritto.