Pubblicato in: Bambini Mostre

Romano Scarpa in mostra al Museo del Fumetto di Milano

Sara RidolfoSara Ridolfo 4 anni fa
romano scarpa mostra museo fumetto milano

Romano Scarpa in mostra

Chi ha avuto la fortuna di crescere con i fumetti Disney ricorderà qualche episodio disegnato da lui o qualcuno dei personaggi creati dalla sua matita: parliamo di Romano Scarpa, il più grande artista Disney italiano, apprezzatissimo autore di indimenticate storie di Topolino e Paperino a cui, dal 16 gennaio al 13 marzo 2016, WOW Spazio Fumetto – Museo del Fumetto di Milano dedicherà una mostra.

DALL’UNGHIA DI KALÌ ALL’ULTIMO BALABÙ: l’arte di Romano Scarpa, la mostra che già nel titolo celebra due tra le sue storie più amate, è stata allestita grazie alla collaborazione di Marco Castelletta, il maggior collezionista italiano di opere di Romano Scarpa e all’archivio della Fondazione Franco Fossati. Saranno mostrate per la prima volta più di 150 tavole originali oltre a schizzi, bozzetti, illustrazioni, sceneggiature e altro materiale raro e inedito. Inoltre, grazie alla grande quantità e qualità del materiale esposto, la mostra consente anche di compiere un viaggio all’interno del lavoro che precede la pubblicazione di un fumetto, dalla sceneggiatura al disegno: Romano Scarpa, infatti, oltre che grande disegnatore, fu anche un instancabile sceneggiatore

Appassionatissimo lettore di Topolino fin da bambino, Scarpa, nato a Venezia nel 1927, intraprese gli studi al liceo artistico, ma fu costretto ad abbandonarli a causa della guerra. Iniziò allora a studiare tecniche dell’animazione da autodidatta, armato solo di tanta voglia di sperimentare e di una piccola cinepresa Pathé.

Dalla sua matita e dalla sua passione sono venute fuori storie che hanno fatto la storia del fumetto, sia come disegnatore che da sceneggiatore, come Paperino e i gamberi in salmì nella quale compare per la prima volta Gedeone, fratello di Zio Paperone; Topolino e il mistero di Tapioco Sesto”, primo tassello di una lunga saga che proseguirà per anni e nella quale Scarpa dimostrerà con il suo straordinario talento l’amore per le storie americane che aveva letto e riletto da ragazzo e molte altre.

Nelle sue storie Scarpa inserisce nuovi personaggi  che fanno parte a pieno titolo della famiglia Disney:  è nel complotto spionistico “L’unghia di Kalì” (1958) che Topolino rincontra il geniale Dottor Enigm; ne “La dimensione delta” (1959) conosce il simpatico Atomino Bip-Bip; è Scarpa che inventa i personaggi di Trudy, la fidanzata di Gambadilegno (se Topolino aveva una fidanzata, perché Gambadilegno doveva essere da solo?) e di Brigitta (come mai nessuna voleva impalmare il papero più ricco del mondo Paperon de’ Paperoni?) o Gancetto, il rampollo di Gancio detto il dritto.

La mostra, realizzata in collaborazione con il settimanale Topolino, è un’occasione unica per rivivere le storie che sulle pagine di Topolino hanno fatto sognare migliaia di bambini e che, ancora, fanno dimenticare agli adulti gli affanni della vita di tutti i giorni.

WOW SPAZIO FUMETTO
Viale Campania 12, Milano
Info: 02 49524744/45 – www.museowow.it
Ingresso 5 euro (ridotto 3 euro)
Orario: da martedì a venerdì, ore 15-19; sabato e domenica, ore 15-20. Lunedì chiuso