Pubblicato in: Viaggi

Riapre Palazzo Reali di Lugano: una mostra inaugura le sale cinquecentesche

AvatarAnna Croci 9 mesi fa
MASI-Palazzo Reali-Interno-min

Si tratta di un edificio di elevato valore storico e architettonico, con corpo cinquecentesco (1561) a portico e logge, soffitti affrescati e pavimenti in legno pregiato, ed è colonna portante del MASI di Lugano (CH).

Nel 1956 il Gran Consiglio Ticinese approvò la donazione al Canton Ticino di un complesso immobiliare inclusivo dello stabile di Palazzo Reali come base del progetto per il futuro Museo Cantonale d’Arte. In seguito a decisioni istituzionali, a restauri e interventi di carattere edile viene oggi riaperta la struttura museale allestita su tre piani espositivi.

Al piano terreno, accanto a opere contemporanee e ottocentesche, spicca una “deposizione lignea”, risalente al XIV-XV secolo, con figure ad altezza naturale. Al primo piano la pittura religiosa del Trecento, Quattrocento, Cinquecento ha il suo maggiore rappresentante nel Giampietrino – Giovanni Pietro Rizzoli – con la “Natività con due Angeli” (1530-35), pregevole olio su tavola denso di contenuti simbolici.

Giampietrino-Natività-Lugano
Giampietrino, Natività con due angeli, 1530-35

Al secondo piano l’arte del Novecento si propone con le opere di Funi, Carrà e Sironi, mentre Hans Richter, uno dei massimi esponenti del Dadaismo e delle sperimentazioni cinematografiche, si impone all’attenzione con “Rythmus 23” e una serie di disegni preparatori, insieme alla proiezione dell’omonimo filmato. Nel corridoio antistante le sale sono esposte fotografie eseguite con il metodo classico della stampa alla gelatina ai sali d’argento.

I grandi artisti esposti al MASI:

Palazzo Reali ospita un vastissimo numero di esponenti del Novecento italiano e internazionale. L’allestimento della collezione varierà nel corso dell’anno 2020 presentando realizzazioni acquisite, donate o concesse in gestione all’Istituto e lasciando parte dello spazio museale ad allestimenti temporanei.

Di seguito i nomi degli artisti presenti nella collezione permanente ed esposti ciclicamente:

Jean Arp/Edoardo Berta/Filippo Boldini/Paul Camenisch/Carlo Carrà/Felice Casorati/Antonio

Chiattone/Antonio Ciseri/Carlo Crivelli/Lux Feininger/Conrad Felixmueller/Adolfo Feragutti

Visconti/Achille Funi/Fritz Glarner/Florence Henri/Ferdinand Hodler/Angelika Kauffmann/

Maestro di Lonigo/Carlo Agostino Meletta/Francesco Messina/Pier Francesco Mola/Werner

Neuhaus/Amédée Ozenfrant/Marco Palmezzano/Giuseppe A.Petrini/Gaetano Previati/Hans

Richter/Antonio Rinaldi/Giovanni Pietro Rizzoli/Tommaso Rodari/Niele Toroni/Christian

Rohlfs/Mariano D’Agnolo Romanelli/Luigi Rossi/Xanti Schawinsky/Hermann Scherer/

Wilhelm Schmid/Marco Scorti/Giovanni Serodine/Mario Sironi/Massimo Stanzione/Sophie

Traeuber-Arp/Luigi Vassalli/Vincenzo Vela.

Contatti utili:

Museo d’Arte della Svizzera Italiana

Sede Palazzo Reali

Via Canova 10

Tel. 0041 (0) 58 866 4240

info@masilugano.ch

masilugano.ch

lac.comunicazione@lugano.ch

Etichette: