Pubblicato in: Guide News

Riaperture: 5 rocche e castelli da visitare nei dintorni di Milano

Beatrice CurtiBeatrice Curti 1 settimana fa

Non perderti i nostri articoli!

Ogni giovedì le news più aggiornate, insieme a idee e iniziative per il weekend, che sia live o in streaming!

Aggiungiti agli altri 16.000 della community!

 

 

Dal 18 maggio stanno lentamente riaprendo tantissime attività: dai negozi ai centri sportivi, insieme a monumenti e musei.

Dopo la raccolta di 5 giardini che riaprono nei dintorni di Milano, vi proponiamo una lista di 5 castelli e rocche che tornano finalmente ad accogliere i visitatori.

Lombardia regione di castelli

La lunga storia della Lombardia ha lasciato moltissimi segni che sopravvivono ancora oggi: splendidi castelli, palazzi nobiliari e rocche inespugnabili del periodo longobardo e medioevale. Dal celebre Castello Sforzesco al Castello di Zavattarello in provincia di Pavia, abbiamo raccolto dei siti storici lombardi da visitare durante il weekend, tornando a godere della bellezza della regione, scoprendo località bellissime e poco conosciute.

Rocca di Angera, Lago Maggiore (VB)

Parte delle splendide Isole Borromee, che dal 4 maggio stanno riaprendo i propri spazi.
La Rocca di Angera, bellissimo castello del XIII secolo, è arroccata su uno sperone di roccia affacciato sul Lago Maggiore. Dalle torri si gode di una vista meravigliosa sul paesaggio.

Oggi la Rocca ospita eventi e mostre di arte contemporanea, come “Fantastic Utopias”, che raccoglie le opere di 15 artisti internazionali, da Michelangelo Pistoletto a Kiki Smith.

Gli ingressi saranno contingentati, i biglietti acquistabili online o in loco, evitando le code tramite l’app Ufirst, utilizzata anche da molti supermercati. 

Castello Bonoris, Montichiari (BS)

Dal 22 maggio riapre il meraviglioso Castello Bonoris, nel cuore della provincia bresciana.
Costruito come rocca difensiva intorno all’anno 1000, dopo aver affrontato diversi assedi e distruzioni, ha subito un graduale abbandono, finendo per diventare una cava di materiali da costruzione.

Nel XIX secolo venne recuperato e ristrutturato in stile romantico dal conte Gaetano Bonoris, con suggestive sale neogotiche ricche di affreschi.

Le visite si svolgeranno solo su prenotazione, e durante il weekend solo tramite visita guidata con un massimo di 4 partecipanti.

Castello Dal Verme, Zavattarello (PV)

Rocca fortificata risalente al X secolo, il Castello di Zavattarello domina l’Oltrepo Pavese da un’altura rocciosa circondata da 79 ettari di parco, diventato area verde protetta.

Da sabato 30 maggio il castello riaprirà ufficialmente le porte al pubblico, al momento solo durante il weekend e i festivi.
Saranno ammessi gruppi per visite guidate di massimo 10 persone.
Le visite partiranno ogni 30 minuti, ultimo ingresso alle 18.

Saranno obbligatori il distanziamento di almeno un metro e le mascherine. All’interno del castello sono stati installati distributori di gel igenizzante.

Castello di Vezio, Varenna (LC)

Roccaforte strategica sin dai tempi dei romani, il castello odierno risale al XI secolo. Dalle sue torri si può ammirare tutto il bacino del lago di Como, godendo di una vista mozzafiato. Il Castello di Vezio è immerso in un parco di ulivi, uno dei più a nord del mondo.

A partire dal 18 maggio il castello torna finalmente ad accogliere i visitatori a gruppi di 50 persone alla volta. Obbligatoria la mascherina.
Le famose dimostrazioni di falconeria del castello rimarranno però ancora sospese fino a data da destinarsi.